Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La Nuit du carrefour

By

Editeur: Pocket

3.9
(462)

Language:Français | Number of pages: 184 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Italian , English , Spanish

Isbn-10: 2266033271 | Isbn-13: 9782266033275 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous La Nuit du carrefour ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Come al solito il crimine viene svelato senza dare al lettore la possibilità di scoprirlo da solo. Divertente come tutti i personaggi trovino lìrrefrenabile desiderio di confidarsi con Maigret. :)

    dit le 

  • 4

    Un'avventura ricca di colpi di scena con un Maigret più uomo d'azione, con qualche punta di violenza e sensualità. Meno compassato del Maigret più conosciuto.

    dit le 

  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    4

    Già il titolo gli meriterebbe le 5 stelle, ma il contenuto non delude.

    Con due meravigliosi personaggi, uno maschile e uno femminile, e mi riferisco naturalmente alla pseudo dark lady danese Else e al di lei preteso fratello Carl.

    dit le 

  • 4

    Apparentemente slegata e disomogenea la trama si dipana seguendo fili che porteranno a un unico bandolo.
    Ottimi lo spaccato della campagna francese e la contrapposizione fra altissima nobiltà, dal sangue blu tarato e la teppaglia asservita a una totale incapacità di riscatto. Media fra le ...continuer

    Apparentemente slegata e disomogenea la trama si dipana seguendo fili che porteranno a un unico bandolo.
    Ottimi lo spaccato della campagna francese e la contrapposizione fra altissima nobiltà, dal sangue blu tarato e la teppaglia asservita a una totale incapacità di riscatto. Media fra le due aree la sordidezza piccolo borghese.
    Amaro l'inizio, amaro il finale. Un Simenon d'annata, anche nella rappresentazione del femminino: becero quando retto, immorale se maliardo.

    dit le 

  • 4

    Un giallo d'amosfera

    Il mio primo incontro con Maigret risale a diversi anni fa, con "Il porto delle nebbie" e non è stato dei più fortunati.
    Per molto tempo mi sono astenuta da offrire a quest'autore una seconda possibilità finchè, spinta dal consiglio del direttore della Biblioteca di parte Guelfa, mi sono ra ...continuer

    Il mio primo incontro con Maigret risale a diversi anni fa, con "Il porto delle nebbie" e non è stato dei più fortunati.
    Per molto tempo mi sono astenuta da offrire a quest'autore una seconda possibilità finchè, spinta dal consiglio del direttore della Biblioteca di parte Guelfa, mi sono ravvicinata a Simenon, scegliendo, però, tra i suoi libri non appartenenti alla serie del celebre commissario. Letture tutte piacevoli anche se non sempre fondamentali.
    Mi sono avvicinata,dunque, a questo romanzo con Maigret con una sorta di disincanto,vicina al pregiudizio.
    Devo dire che,invece, ho trovato questo giallo magistrale nella ricostruzione dell'ambiente e nel tratteggiare i personaggi. Le prime 40-50 pagine emanano un fascino sottile e perverso a cui il lettore non intende sottrarsi.Io, almeno, sono stata assalita da un desiderio di full immersion, fino a maturare una specie di indifferenza,rispetto alla trama. Se un limite si vuole trovare, è proprio questo. Maigret sembra un personaggio acerbo nel suo presentarsi ai lettori, poco propenso alle tecniche deduttive, il filo e l'esito delle indagini si sviluppano con metodo, e il conduttore dei giochi appare talvolta scrupoloso e testardo, quasi impiegatizio; talaltra solo molto fortunato.Visto che è una delle prime opere con protagnonista Maigret, potrebbe essere interessante studiare il personaggio in opere più mature. La lettura, in ogni caso, è consigliabile.

    dit le 

  • 3

    I toni lugubri e spettrali dei primi capitoli svaniscono come fantasmi indirizzando il romanzo, dopo momenti di pura azione con sparatorie e inseguimenti, verso un epilogo sorprendentemente farsesco e quasi comico.
    Che strano.

    dit le 

  • 4

    Eccomi arrivato all'undicesimo dei settantacinque Maigret che Adelphi pubblica in ebook.
    Di quelli letti finora, questo rappresenta una svolta: per la prima volta l'azione prevale sull'indagine psicologica, che comunque non manca.
    Mi è piaciuto molto, il livello dell'accoppiata Simeno ...continuer

    Eccomi arrivato all'undicesimo dei settantacinque Maigret che Adelphi pubblica in ebook.
    Di quelli letti finora, questo rappresenta una svolta: per la prima volta l'azione prevale sull'indagine psicologica, che comunque non manca.
    Mi è piaciuto molto, il livello dell'accoppiata Simenon/Maigret è sempre alto.

    dit le