La Parigi di Maria Antonietta

Tutto a te mi guida

Di

Editore: Damocle

4.5
(24)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 310 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8896590175 | Isbn-13: 9788896590171 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Biografia , Viaggi

Ti piace La Parigi di Maria Antonietta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Questo libro, a metà tra una biografia storica e una raffinata guida turistica, cercherà di svelare al visitatore-lettore una Parigi diversa e talvolta meno conosciuta, in un itinerario fatto di luoghi, situazioni, piccoli e grandi avvenimenti, connessi alla vita e alla morte di Maria Antonietta di Francia. Un percorso nuovo ed emozionante che toccherà edifici, castelli, vie, café e musei, in una delle città più affascinanti e ricche di storia del mondo. Un itinerario diverso, unico e con un’accompagnatrice davvero d’eccezione.
Ordina per
  • 4

    E' stato molto piacevole trovare questo libro -diversamente non disponibile- sul banchetto della casa editrice alla Rassegna della Microeditoria di Chiari.
    Il libro è godibile, la storia di Maria Anto ...continua

    E' stato molto piacevole trovare questo libro -diversamente non disponibile- sul banchetto della casa editrice alla Rassegna della Microeditoria di Chiari.
    Il libro è godibile, la storia di Maria Antonietta corre in parallelo con alcune perle di una città di per sè già meravigliosa. Sicuramente mi ha fatto venir voglia di tornare a Parigi, ed ho scoperto cose che vorrei sapere e di cui non conoscevo l'esistenza :D

    ha scritto il 

  • 0

    Concorso Microeditoria di Qualità 2012

    I difetti di impaginazione, le piccole fotografie e didascalie non aiutano l’idea di realizzare un’opera a metà fra la guida turistica e il romanzo storico. Ci voleva uno spirito più sciolto e fantasi ...continua

    I difetti di impaginazione, le piccole fotografie e didascalie non aiutano l’idea di realizzare un’opera a metà fra la guida turistica e il romanzo storico. Ci voleva uno spirito più sciolto e fantasioso e non vincolato dall’istintuale tendenza a mitizzare un contesto storico fra i più conosciuti.

    Il commento è una sintesi delle valutazioni effettuate dai lettori della Rete Bibliotecaria Bresciana e dalla Giuria del Premio di Qualità nell’ambito della X Rassegna di Microeditoria Italiana, 9-11 novembre 2012, Chiari (Bs)

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante riassunto sulla vita dell'ultima regina, con in aggiunta informazioni specifiche sui legati alla sua esistenza, anche i meno conosciuti ed ovvi. Da sfruttare sul luogo. Piccoli difetti: d ...continua

    Interessante riassunto sulla vita dell'ultima regina, con in aggiunta informazioni specifiche sui legati alla sua esistenza, anche i meno conosciuti ed ovvi. Da sfruttare sul luogo. Piccoli difetti: diversi errori di stampa e fotografie davvero piccole, in bianco e nero e un po' sgranate.

    ha scritto il 

  • 4

    La Parigi di Maria Antonietta è uno scrigno che racchiude le essenze delle principali biografie sull'ultima regina di Francia scritte nel corso degli anni dai più autorevoli saggisti e storici.
    L'autr ...continua

    La Parigi di Maria Antonietta è uno scrigno che racchiude le essenze delle principali biografie sull'ultima regina di Francia scritte nel corso degli anni dai più autorevoli saggisti e storici.
    L'autrice inoltre lo ha arricchito con informazioni turistiche molto interessanti (cartina ed elenco dettagliato dei luoghi citati con relative informazioni su quando visitarli e come raggiungerli), fotografie e aneddoti, indispensabili per un vero Marie Antoinette Tour.

    Questo libro non ha l'aspirazione di essere una biografia completa o un testo storico, anche se ne riassume le caratteristiche: è per di più un assaggio di quello che è stata Maria Antonietta. La storia, dopotutto, la si può imparare sui libri ma anche attraverso i viaggi nei luoghi da essa toccati. Ed è a questo che La Pargi di Maria Antonietta esorta: incuriosire, ispirare e invitare il lettore a conoscere l'arciduchessa austriaca diventata regina proprio visitando la sua città.

    Un libro diverso, vibrante, che salta dal passato al presente raccontando gli avvenimenti che hanno segnato Maria Antonietta e allo stesso tempo i luoghi dove ancora adesso ne possiamo cogliere l'eco.

    Da appassionata di Maria Antonietta devo ringraziare l'autrice per avermi fatto scoprire nuovi dettagli e luoghi legati a un personaggio che non finisce mai di affascinarmi.

    Un consiglio per le appassionate e gli ammiratori della reine: portate questo librino con voi nel vostro prossimo viaggio a Parigi.

    ha scritto il 

  • 0

    Ottima lettura!

    "La Parigi di Maria Antonietta" di Alice Mortali si presenta come un ottima guida di Parigi accompagnata da una grande dama di eccezione: Maria Antonietta. Per chi conosce la vita di Maria Antonietta ...continua

    "La Parigi di Maria Antonietta" di Alice Mortali si presenta come un ottima guida di Parigi accompagnata da una grande dama di eccezione: Maria Antonietta. Per chi conosce la vita di Maria Antonietta allora troverà questo libro come un'autentica ricostruzione dei fatti con un'aggiunta di originalità in più: la descrizioni dei quei posti che hanno fatto da sfondo nella sua vita. Per chi invece vuole conoscere e approfondire la figura affascinante di questo personaggio storico, allora si fiondi subito ad acquistare questo libro che tanto merita. Utilissimo l' "indice" finale con l'elenco dei posti da visitare accompagnati da prezzi, contatti e informazioni. Insomma, se dovete visitare Parigi allora comprate questo libro e portatelo insieme a voi per poter conoscere quei luoghi che più affascinano una città così intrigante. Ottima la ricostruzione storica e la scrittura, che scorre in maniera molto piacevole e accompagna il lettore quasi trasportandolo nelle atmosfere parigine. Gustosissima la seconda edizione con le immagini!

    ha scritto il 

  • 4

    Ottima lettura

    "La Parigi di Maria Antonietta" di Alice Mortali si presenta come un ottima guida di Parigi accompagnata da una grande dama di eccezione: Maria Antonietta. Per chi conosce la vita di Maria Antonietta ...continua

    "La Parigi di Maria Antonietta" di Alice Mortali si presenta come un ottima guida di Parigi accompagnata da una grande dama di eccezione: Maria Antonietta. Per chi conosce la vita di Maria Antonietta allora troverà questo libro come un'autentica ricostruzione dei fatti con un'aggiunta di originalità in più: la descrizioni dei quei posti che hanno fatto da sfondo nella sua vita. Per chi invece vuole conoscere e approfondire la figura affascinante di questo personaggio storico, allora si fiondi subito ad acquistare questo libro che tanto merita. Utilissimo l' "indice" finale con l'elenco dei posti da visitare accompagnati da prezzi, contatti e informazioni. Insomma, se dovete visitare Parigi allora comprate questo libro e portatelo insieme a voi per poter conoscere quei luoghi che più affascinano una città così intrigante. Ottima la ricostruzione storica e la scrittura, che scorre in maniera molto piacevole e accompagna il lettore quasi trasportandolo nelle atmosfere parigine. Gustosissima la seconda edizione con le immagini!

    ha scritto il 

  • 5

    Ancora oggi molte persone, evidentemente poco informate, hanno la tendenza ad associare al nome di Maria Antonietta la tanto famosa quanto sconcertante affermazione: ‘Se il popolo non ha pane, che man ...continua

    Ancora oggi molte persone, evidentemente poco informate, hanno la tendenza ad associare al nome di Maria Antonietta la tanto famosa quanto sconcertante affermazione: ‘Se il popolo non ha pane, che mangino brioches!’.
    Niente di più sbagliato se si considera che Maria Antonietta non pronunciò, ne si sarebbe mai sognata di pronunciare quelle sciagurate parole.
    Chi era dunque questa chiacchierata Regina che tanti dipingono ancora come colei che, con la propria avidità e scelleratezza, trascinò un intero paese in rovina?
    Ce lo spiega Alice Mortali nel suo libro La Parigi di Maria Antonietta, prendendoci per mano e conducendoci, passo dopo passo, nei luoghi che fecero da sfondo alla vita di questa sfortunata ed incompresa sovrana, dagli splendori di Versailles alla tetra cella della Conciergerie in cui Maria Antonietta trascorse i suoi ultimi giorni.
    Con una scrittura sciolta ed elegante, l’autrice ci introduce a tutti gli avvenimenti salienti nell'esistenza della Regina, senza tralasciare nulla, ma servendosi di un codice narrativo di raffinata semplicità ed immediatezza, che rende il testo piacevole e fruibile a chiunque, anche a chi non si è mai avvicinato al personaggio. L’abilità di Alice Mortali è proprio quella di coinvolgere il lettore, di farlo appassionare, guidandolo in un percorso suggestivo e ricco di fascino, in cui alla guida attraverso la città si aggiungono approfondite ed accurate nozioni storiche, frutto di un lungo ed attento studio.

    Ed ecco che, dalle sue pagine, emerge un vivido ritratto di donna che cambia nel tempo: poco più che bambina quando giunse a Versailles, Maria Antonietta fece parlare di sé l’intera corte con le proprie sconsideratezze quali il gioco, i gioielli, i vestiti e le improbabili acconciature, una vera e propria ‘Queen of fashion’, che pensava più al divertimento che al dovere. Nessuno immaginava che dietro a questo frivolo e dispendioso atteggiamento si celasse un’anima sola e ferita: l’anima di una donna da troppe notti umiliata da un marito del tutto inadeguato.
    Quando, dopo sette lunghi anni, le nozze verranno finalmente consumate, con la maternità la Regina raggiungerà finalmente l’equilibrio, mettendo da parte gli svaghi e le avventatezze della gioventù, ma sarà troppo tardi. L’etichetta che l’intera corte le ha appiccicato addosso è quella di ‘Madame Deficit’, e la storia della Francia si sta rapidamente avviando verso un tragico e radicale cambiamento, tanto rapidamente che Maria Antonietta non riuscirà mai a far cambiare l’opinione negativa che i suoi sudditi si sono fatti nel corso degli anni: pagherà i propri errori e le colpe che non ha mai commesso con perdite ed umiliazioni, e solo nella disperazione tirerà fuori la parte migliore di sé, restando a testa alta davanti alle avversità fino all’ultimo, tragico, epilogo.

    La Parigi di Maria Antonietta è l’emozionante racconto della vita di questa donna, ed è una guida attraverso la città che l’ha accolta a braccia aperte al suo arrivo, per poi ripudiarla alla fine. Ogni luogo, ogni palazzo, teatro, caffè, prigione, piazza che ha fatto da sfondo ad una parte della sua esistenza viene puntualmente registrato dalla Mortali, che si preoccupa di segnalare anche i musei contenenti i pochi reperti sopravvissuti alla Rivoluzione, e i siti più curiosi, come l’indirizzo dove sorgeva l’atelier di Madame Bertin, la sarta di Maria Antonietta, e quello della farmacia, ancora esistente, dove il conte Hans Axel von Fersen comprava l’inchiostro simpatico per scrivere alla sua amata.
    In fondo al testo sono segnalati orari e indirizzi di tutti i luoghi citati, più una utile ed elegante mappa della città, dove le tappe sono indicate da una rosa.
    Il fiore preferito della Reine.

    ha scritto il 

  • 5

    Una meravigliosa guida turistica che riesce a trasportare il lettore anche nella vita segreta dell’ultima regina di Francia. Premetto che chi ha letto quasi tutto su Maria Antonietta potrebbe definire ...continua

    Una meravigliosa guida turistica che riesce a trasportare il lettore anche nella vita segreta dell’ultima regina di Francia. Premetto che chi ha letto quasi tutto su Maria Antonietta potrebbe definire questa opera una specie di riassunto degli eventi salienti della sua tormentata esistenza, ma non è assolutamente così! L’autrice elenca tutti i castelli e le residenze in cui la famiglia reale ha trascorso anche solo qualche giorno e i musei che ne custodiscono i pochi oggetti scampati alla furia rivoluzionaria. Caffè, vie, boutique scomparse o ancora esistenti, palazzi nobili, personaggi famosi del popolo in rivolta ma anche aristocratici pronti a tutto pur di non perdere il loro posto nell’alta società. Una ricostruzione minuziosa dello scandalo dell’affare della collana e piacevoli descrizioni di ascesa sociale della sarta parigina Madame Bertin e il coiffeur Leonard. La moda, lo sperpero eccessivo dei soldi in giochi d’azzardo, gioielli e fastose ristrutturazioni di dimore reali non offuscano la figura della regina, anzi ne mostrano la sua disperata solitudine pur essendo contornata da sudditi spesso insensibili. Toccanti e incalzanti gli ultimi capitoli dedicati alla detenzione e, poi, alla condanna a morte dei due coniugi. Non mancano aneddoti e citazioni di personaggi contemporanei. Un libro da tenere in borsa durante un viaggio a Parigi, corredato di orari e indirizzi dei vari musei (aggiornati al mese di maggio e preziosi consigli di un itinerario più accurato e “in compagnia” di Maria Antonietta. Lo stile di Alice è pulito, scorrevole e comprensibile ) anche a chi non ha mai letto niente su questa regina, se non le spregevoli nozioni che ci vengono impartite a scuola. La considero una perfetta lettura per avvicinarsi a questo personaggio…Un particolare complimento all’originale idea della guida-biografia e alla ricerca accuratissima dell’autrice, dovuta non solo alla lettura della maggior parte dei testi in circolazione, ma anche agli innumerevoli sopralluoghi a Parigi e dintorni.

    http://libreriarosaitaliana.wordpress.com/2011/01/09/la-parigi-di-maria-antonietta-tutto-a-te-mi-guida-di-alice-mortali/

    ha scritto il 

  • 5

    Viaggio a Parigi

    Ho letto questo libro scritto da una trentenne di Bologna. Ho assistito ad una presentazione del libro e un po' per curiosità, un po' perché amo Parigi mi son lanciato nell'acquisto del libro. Come di ...continua

    Ho letto questo libro scritto da una trentenne di Bologna. Ho assistito ad una presentazione del libro e un po' per curiosità, un po' perché amo Parigi mi son lanciato nell'acquisto del libro. Come dice la quarta è davvero un libro a metà tra biografia storica e guida turistica. In primavera credo tornerò a Parigi e senza dubbio porterò con me la guida. Mi piace il format adottato, utile la piccola cartina alla fine che contrassegna con una rosa (dettaglio molto elegante) i luoghi di Maria Antonietta. Lo consiglio a chi ama Parigi, a chi è affascinato dalla figura di Maria Antonietta, a chi desidera sperimentare un modo diverso ed insolito di viaggiare.

    ha scritto il