Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La Rivoluzione francese

Di ,

Editore: Einaudi (Piccola Biblioteca, 7)

4.2
(42)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 989 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806045989 | Isbn-13: 9788806045982 | Data di pubblicazione:  | Edizione 7

Traduttore: Sergio Cotta , Mario Bonfantini

Disponibile anche come: Altri , Cofanetto , Copertina rigida

Genere: History , Non-fiction , Social Science

Ti piace La Rivoluzione francese?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questa per molti aspetti insuperata Storia della Rivoluzione francese rinnova a buon diritto, ad ogni ristampa, il suo pubblico. Qui, su di un tema altissimo, e scrutato da innumerevoli interpreti, la genialità di uno storico come Albert Mathiez ha eseguito una lettura della Rivoluzione che è rimasta classica: ha perseguito, entro la vicenda complessiva, le diverse rivoluzioni che compongono la Grande, ha identificato la « rivolta nobiliare » che precede gli Stati Generali, l'importanza delle municipalités provinciali, le forze sociali che premono su quelle politiche e le determinano. Al Mathiez si deve se Robespierre ha definitivamente perduta la maschera del mostro, che gli fu imposta dalla calunnia di Termidoro e se è riconosciuto oggi, e studiato, come una delle massime figure dell'età moderna. L'opera del Mathiez si continua in quella di G. Lefebvre, cioè di un altro maestro della moderna storiografia, su I Termidoriani e II Direttorio. Il lettore ha qui in circa mille pagine e in due soli volumi la narrazione e l'interpretazione del decennio che ha formulato in Francia, e per tutto il mondo, l'idea medesima di Rivoluzione, quale fu intesa dalle classi e dalle forze sociali che la promossero: dall'annuncio di convocazione degli Stati Generali (5 maggio 1788) al 18 Brumaio (io novembre 1799) del generale Bonaparte.
Ordina per
  • 5

    La revolution francaise 1952

    1952 Albert Mathiez, Georges Lefebvre. Einaudi Editore, Piccola Biblioteca Einaudi, ristampa 1970. Traduzione di Mario Bonfantini, Sergio Cotta. Due volumi

    Non ha perso nulla in freschezza e ...continua

    1952 Albert Mathiez, Georges Lefebvre. Einaudi Editore, Piccola Biblioteca Einaudi, ristampa 1970. Traduzione di Mario Bonfantini, Sergio Cotta. Due volumi

    Non ha perso nulla in freschezza e originalità, questa Storia della Rivoluzione Francese, completa, concisa ed emozionante. Un classico senza tempo.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho letto questo libro molto presto, quando ancora ero acerbo di storia. Chiaro, lineare, preciso nella ricostruzione, è rimasto uno dei testi più belli e completi sulla Rivoluzione che abbia mai ...continua

    Ho letto questo libro molto presto, quando ancora ero acerbo di storia. Chiaro, lineare, preciso nella ricostruzione, è rimasto uno dei testi più belli e completi sulla Rivoluzione che abbia mai letto, la pessima gestione della rivolta nobiliare contro un re (proprio con la minuscola) inutile, il respiro universale delle prime idee politiche della storia moderna, raccontante con il ragionevole distacco di un grande maestro della storiografia, Mathiez. Il secondo volume dominato dalla vicenda del termidoro e dal - peggiore - terrore di ritorno, è mirabilmente scritto da un altro maestro, Georges Lefebvre.

    ha scritto il 

  • 4

    Rispetto a Soboul e Richet questa lettura della rivoluzione francese si prende più spazio. Ho trovato il libro primo, cioè le prime 120 pagine, abbastanza palloso perchè ci sono considerazioni ...continua

    Rispetto a Soboul e Richet questa lettura della rivoluzione francese si prende più spazio. Ho trovato il libro primo, cioè le prime 120 pagine, abbastanza palloso perchè ci sono considerazioni affrettate che dicono niente e tutto allo stesso tempo. Poi però la lettura ingrana una buona marcia. Buona anche l'ultima parte dove si discutono i risultati del periodo 1789-99.

    ha scritto il