Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La Somalia non è un’isola dei Caraibi

Memorie di un pastore somalo in Italia

Di

Editore: Diabasis

4.0
(7)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8881037068 | Isbn-13: 9788881037063 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Pietro Petrucci

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace La Somalia non è un’isola dei Caraibi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il libro è un lucido excursus sulla storia recente della Somalia, fi ltrato dall’esperienza personale dell’autore in cui convive, come lui stesso la defi nisce, una specie di “bigamia” identitaria, somala e italiana insieme.
L’uscita di scena degli italiani dopo la loro fallimentare esperienza coloniale, il naufragio della democrazia parlamentare, il golpe del generale Siad Barre – despota modernizzatore trasformatosi in tiranno sanguinario rovesciato nel 1991 – e infine i vent’anni senza pace che hanno martirizzato la Somalia e l’hanno spinta fra le braccia dell’integralismo islamico. Riuscirà l’“Islam moderato” incarnato dal presidente Sheikh Sherif Sheikh Ahmed a salvare questo paese dalle grinfi e degli Shebab (i Talebani somali alleati di Al Qaida) e da quelle della nuova mafia che alimenta la pirateria dell’Oceano Indiano?
In questa analisi di grande rigore intellettuale, l’autore non manca di presentarci le sue riflessioni sull’Italia contemporanea e sui cambiamenti subìti dal nostro paese in pochi decenni in relazione alla vita politica, alla condizione dei migranti e ai rapporti con l’Islam.
Ordina per
  • 4

    È mancato il 1° ottobre 2010, pochi mesi dopo l’uscita del suo libro, curato dall’amico di vecchia data Pietro Petrucci. Aden, medico formatosi in Italia, è stato figura di spicco nella storia del suo Paese: ministro della Sanità con Siad Barre, nella speranza di estendere l’accesso alla salute a ...continua

    È mancato il 1° ottobre 2010, pochi mesi dopo l’uscita del suo libro, curato dall’amico di vecchia data Pietro Petrucci. Aden, medico formatosi in Italia, è stato figura di spicco nella storia del suo Paese: ministro della Sanità con Siad Barre, nella speranza di estendere l’accesso alla salute al più gran numero, ma che dal regime dovrà subire il carcere, e per lunghi anni, fino all’esilio italiano. È poi stato anche uno dei protagonisti della Conferenza di Nairobi del 2004-05 sulla pace in Somalia.
    Dalle memorie consegnate a questo suo secondo libro escono, oltre all’autobiografia di Aden, sprazzi dell’Italia a datare dagli anni Cinquanta e quella, assai più travagliata, della Somalia. Per la quale Aden vedeva «meglio le Corti Islamiche che i signori della guerra», o che gli Shaabab.

    ha scritto il 

  • 4

    da leggere!

    bellissimo diario-analisi degli ultimi 40 anni della Somalia. Finalmente ho capito cosa è successo e cosa sta succedendo in quel paese. L'autore è stato ministro della salute durante il governo di Siad Barre, poi da Barre imprigionato per anni. Infine, traferito in Italia negli anni 80, oggi è me ...continua

    bellissimo diario-analisi degli ultimi 40 anni della Somalia. Finalmente ho capito cosa è successo e cosa sta succedendo in quel paese. L'autore è stato ministro della salute durante il governo di Siad Barre, poi da Barre imprigionato per anni. Infine, traferito in Italia negli anni 80, oggi è medico a Torino. Una persona - il Dr. Aden - di straordinaria cultura, pacatezza, equilibrio, che analizza la storia della Somalia con obiettività e amore per la propria patria.
    davvero DA LEGGERE

    ha scritto il 

  • 5

    il golpe del generale Siad Barre – despota modernizzatore trasformatosi in tiranno sanguinario rovesciato nel 1991 – e infine i vent'anni senza pace che hanno martirizzato la Somalia e l'hanno spinta fra le braccia dell'integralismo islamico. Riuscirà l'"Islam moderato" incarnato dal presidente S ...continua

    il golpe del generale Siad Barre – despota modernizzatore trasformatosi in tiranno sanguinario rovesciato nel 1991 – e infine i vent'anni senza pace che hanno martirizzato la Somalia e l'hanno spinta fra le braccia dell'integralismo islamico. Riuscirà l'"Islam moderato" incarnato dal presidente Sheikh Sherif Sheikh Ahmed a salvare questo paese dalle grinfi e degli Shebab (i Talebani somali alleati di Al Qaida) e da quelle della nuova mafia che alimenta la pirateria dell'Oceano Indiano? In questa analisi di grande rigore intellettuale, l'autore non manca di presentarci le sue riflessioni sull'Italia contemporanea e sui cambiamenti subÏti dal nostro paese in pochi decenni in relazione alla vita politica, alla condizione dei migranti e ai rapporti con l'Islam.

    ha scritto il