La Torre Nera

La Torre Nera, Vol. 7

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.3
(2360)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 807 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Polacco , Portoghese , Olandese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Ceco , Greco , Russo

Isbn-10: 888274955X | Isbn-13: 9788882749552 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Tullio Dobner ; Illustratore o Matitista: Michael Whelan

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La Torre Nera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
L'uomo in nero fuggì nel deserto e il pistolero lo seguì. Così esordiva la storia, sette libri fa. Ora la caccia è finita: Roland di Gilead, con i compagni che ha raccolto attorno a sé nel viaggio, è di fronte al suo destino. Nelle prime pagine di questo volume ritroviamo il gruppetto sano e salvo, sebbene sparso per ogni dove e ogni quando. Susannah-Mia è stata trasportata dal Dixie Pig di New York in una stanza degli orrori di Fedic, dove vedrà la luce suo "figlio". Jake e il Père Callahan, con Oy sono entrati nel locale ad armi spianate per salvare la ragazza, ignorando il pericolo in agguato. Roland e Eddie, con John Cullum, sono nel Maine del 1977, e incominciano a capire che il mondo da cui stanno cercando di fuggire è l'unico reale.
Ordina per
  • 5

    ¡Salve Rolando!

    El final perfecto. No era posible de otro modo. La historia cierra de la mejor manera.
    En cuanto a la novela en si... es un poco larga. Y hay varios hechos que suceden un poco forzados convirtiéndolos ...continua

    El final perfecto. No era posible de otro modo. La historia cierra de la mejor manera.
    En cuanto a la novela en si... es un poco larga. Y hay varios hechos que suceden un poco forzados convirtiéndolos en poco verosímiles. Claro, sirven a la trama de manera muy eficaz, pero dejan un aire de "apresuramiento".
    En conclusión, analizando la saga con una visión completa, que arrancó en el 82, y que sus lectores fueron acompañando a Rolando desde sus comienzos y que ahora se encuentran con 15 o 20 años más, sigan sintiendo la adrenalina y el placer de vivir sus aventuras con la misma intensidad que desde el primer párrafo de la primera novela es algo invaluable... único.
    ¡Salve Rolando!

    ha scritto il 

  • 2

    Finalmente l'agognata torre nera

    Dopo molti mesi ho concluso il viaggio verso la torre nera a detta di molti il capolavoro assoluto del Re , non posso che essere in disaccordo con quest'affermazione ed ora elencherò i pregi e i di ...continua

    Dopo molti mesi ho concluso il viaggio verso la torre nera a detta di molti il capolavoro assoluto del Re , non posso che essere in disaccordo con quest'affermazione ed ora elencherò i pregi e i difetti dell'opera :
    Il progetto di king era quello di creare un mondo prendendo molti spunti da Tolkien per rendere la sua opera epica come quella del signore degli anelli , ma è inutile dire che non solo il progetto è fallito ma i contenuti sono pochissimi ed allungati all'inverosimile. Ho amato tanti libri scritti da King ma questa saga è insufficiente , è una saga che sembra quasi imposta dall'editore infatti per stessa ammissione dell'autore non sapeva come sarebbe continuata , a differenza di autori che scrivono saghe che già hanno un'idea ben chiara almeno a linee generali come la saga si andrà a svolgere , lui sembrava scrivesse per inerzia , poco felice l'idea di lasciare incompleto terre desolate costringendo i lettori ad aspettare anni per saper il finale , oltre al sesto libro davvero inutile . La nota più dolente in queta saga sono gli antagonisti , l'uomo in nero già da altri libri mi è risultato patetico e qui ha confermato ancora di piu la mia idea , Mordred lasciamo perdere la sua concepimento ma come antagonista è davvero inutile , veniva quasi paragonato all'anticristo e invece dopo libri ad inseguire i protagonisti perisce in una pagine e mezza nel modo piu stupido , si può mai sferrare un attacco a Roland dopo tanto tempo e non aver programmato un piano d'azione nei minimi particolari no usciamo di scena cosi attaccando di istinto con considerando le tante variabili del caso . L'antagonista più patetico però è il Re Rosso un vecchio pazzo che lancia sfere esplosive dalla torre nera non riuscivo a trattenere le lacrime dall'ilarità , l'uscita di scena poi è prevedibile infatti king per ovvie ragioni ha dato un potere fantastico e su misura per battere il Re Rosso a Patrick il supporto di Roland , ti piace vincere facile Roland vero.

    I pregi sono indubbiamente i protagonisti Eddie , Susan , Jake e Roalnd , che sono ben caratterizzati e molto reali , il mio preferito è e resterà Eddie mi mancherai ... altro pregio è questa è una novità per King è il finale , niente di speciale ma è un finale ben equilibrato ci sta tutto , quindi sono in disaccordo sul Re che lo ritiene debole e che pensa che l'importante sia il viaggio e non il finale ...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    E come sempre è triste lasciarsi

    Finito.... forse avrei dovuto ascoltare il Re e fermarmi con Roland finalmente alla Torre, Jake, Eddie e Susannah riuniti con la speranza di rivedere anche Oy....
    Anche qui però qualcosa mi ha intrist ...continua

    Finito.... forse avrei dovuto ascoltare il Re e fermarmi con Roland finalmente alla Torre, Jake, Eddie e Susannah riuniti con la speranza di rivedere anche Oy....
    Anche qui però qualcosa mi ha intristita: Susannah che butta la pistola... mamma mia, va bene che come in It, probabilmente per poter sopravvivere, i protagonisti dimenticano, ma così è quasi un sacrilegio!
    Comunque ho proseguito e.... il Ka sarà anche una ruota, ma è una conclusione che mi lascia perplessa.
    La Saga è indiscutibilmente, semplicemente stupenda e la rileggero' di certo prima o poi, nel frattempo certo è un finale che permette di immaginare un'avventura un po' diversa, grazie a ciò che è cambiato, forse la ruota del Ka girerà in un solco nuovo

    ha scritto il 

  • 4

    ...la fine...

    E così anche questa avventura è finita.
    Me li sono letti in fila tutti e otto (la Leggenda del Vento tra il quarto e il quinto come consigliato dall'Autore)...dal lontano 5 novembre dello scorso anno ...continua

    E così anche questa avventura è finita.
    Me li sono letti in fila tutti e otto (la Leggenda del Vento tra il quarto e il quinto come consigliato dall'Autore)...dal lontano 5 novembre dello scorso anno ad oggi 25 marzo sono stato insieme a Roland e gli altri del suo ka-tet (e non solo)...
    Meravigliosa Opera che mi ha coinvolto e trascinato...fatto conoscere luoghi e avvenimenti, personaggi unici e vivi.
    E adesso?!? Adesso che sono orfano della Torre Nera?!? Lo so che riuscirò a trovare altre storie...altri protagonisti...altri tempi e luoghi...ma la magia della Torre Nera ho paura mi resterà dentro per molto molto tempo.
    Grazie Autore per tutto quello che hai saputo regalarmi.
    Grazie Re (Rosso?)

    ha scritto il 

  • 4

    Trovata

    Dopo diversi anni ho terminato l’ultimo volume della saga della Torre Nera e devo dire che la conclusione mi ha lasciato un po’ di tristezza: mi mancherà Roland, mi mancherà il suo ka-tet, mi mancherà ...continua

    Dopo diversi anni ho terminato l’ultimo volume della saga della Torre Nera e devo dire che la conclusione mi ha lasciato un po’ di tristezza: mi mancherà Roland, mi mancherà il suo ka-tet, mi mancherà la ricerca della Torre. E tuttavia, di libro in libro, ho sempre mantenuto la sensazione di stare leggendo NON la vera storia della Torre Nera, ma una sua pallida imitazione. Tutto sommato è come se Stephen King, dopo aver visto (magari in sogno) la STORIA PERFETTA, meravigliosa, epica, immortale, commovente e grandiosa, non sia stato uno scrittore all’altezza della sua visione. Quando riesce ad esserlo si rimane SENZA PAROLE davanti alla bellezza e all’epicità di alcune sequenze ma quando non ci riesce (caso molto più frequente) ci si gratta la testa perplessi pensando “mi aspettavo che questo libro fosse diverso, sinceramente di più”. Ma non è di più purtroppo, perché per larga parte la saga è infarcita di espedienti ridicoli, di vicende forzate, antiestetiche, senza senso, superflue (anche se non mancano le trovate assolutamente geniali). Così si rimane con la sensazione di aver sbirciato per un istante il capolavoro dei capolavori per poi tornare ad una realtà più prosaica. Ma ci faremo bastare quegli ultimi istanti di tramonto rosso sangue.

    ha scritto il 

  • 4

    null

    E così si conclude la saga di Roland e della Torre Nera. Ho impiegato molto, troppo a leggere questo ultimo volume, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per la lunghezza e la personale difficoltà ad affro ...continua

    E così si conclude la saga di Roland e della Torre Nera. Ho impiegato molto, troppo a leggere questo ultimo volume, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per la lunghezza e la personale difficoltà ad affrontare alcuni passaggi che ho trovato inutili. Ma alla fine, nonostante il metter le mani avanti (per ben due volte...) da parte dell'autore, la saga giunge a quella che può essere l'unica conclusione. E devo dire che è una delle rare volte in cui King azzecca il finale perfetto (troppe volte, personalmente, sono rimasto deluso dai finali anche sei suoi libri migliori...uno su tutti...IT). Il voto di 4 stelle è una media per tutta la saga, il volume ne meriterebbe solo 2 o 3 per l'eccessiva ed inutile lunghezza che in più punti diventa "lungaggine".
    Addio Roland, conoscerti è stato un piacere ma anche una sofferenza.

    ha scritto il 

  • 4

    E finalmente.. la torre!

    Lettura durata mesi, un po' per mancanza di tempo, un pò perchè le prime 200-300 pagine secondo me sono un po' piatte...

    Dalla battaglia con i frangitori il ritmo si alza un po' e la lettura ne ha gio ...continua

    Lettura durata mesi, un po' per mancanza di tempo, un pò perchè le prime 200-300 pagine secondo me sono un po' piatte...

    Dalla battaglia con i frangitori il ritmo si alza un po' e la lettura ne ha giovato sicuramente.. Piano piano si arriva alla fine, tutti i nodi vengono al pettine e finalmente Roland arriverà alla sua benedetta torre.. Ed eccoci alla fine della saga.

    Il voto l'ho messo per la serie complessiva e non per il singolo libro finale.. una serie esagerata sia dal punto di vista di pagine sia di storia..nel bene e nel male.. ma comunque una bella opera che volevo leggere da parecchio.

    ha scritto il 

  • 5

    L'intera saga della torre nera è stata una vera scoperta: sette libri che si leggono in un attimo senza neanche accorgersi del tempo che passa e delle pagine che scorrono.
    La storia sembra in continuo ...continua

    L'intera saga della torre nera è stata una vera scoperta: sette libri che si leggono in un attimo senza neanche accorgersi del tempo che passa e delle pagine che scorrono.
    La storia sembra in continuo cambiamento (anche se così non sarà in fondo) e i personaggi sono geniali, simpatici, semplici e allo stesso tempo in continua crescita: alla fine è come se li conoscessi da sempre e fossero tuo compagni da una vita.

    Se tutta la saga è stata bellissima, a partire dal primo e particolarissimo primo libri, una nota a margine va dedicata secondo me al finale che mi ha inizialmente deluso e quindi anche spiazzata. Dopo averci ragionato è invece evidente che sia l'unico finale possibile e se ancora non si è convinti non bisogna dimenticarsi la consapevolezza di King che lascia sempre al lettore una scappatoia per il finale.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per