La ballata del vecchio marinaio

Colpa e espiazione: il mare dell'anima

Di

Editore: Demetra

4.3
(993)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 80 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Basco , Olandese

Isbn-10: 8871226283 | Isbn-13: 9788871226286 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Religione & Spiritualità , Viaggi

Ti piace La ballata del vecchio marinaio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    I tocchi della passione

    «Non posso rifiutarmi la soddisfazione di informare quei lettori cui il poema è piaciuto, almeno in parte, che debbano in qualche modo a me il loro piacere; perché era desidero dell’Autore sopprimerlo ...continua

    «Non posso rifiutarmi la soddisfazione di informare quei lettori cui il poema è piaciuto, almeno in parte, che debbano in qualche modo a me il loro piacere; perché era desidero dell’Autore sopprimerlo. Questo desidero era sorto dalla coscienza dei difetti del poema, e dalla consapevolezza che a molte persone era dispiaciuto. Il poema del mio Amico ha, in verità, grandi difetti; primo dei quali, che il personaggio principale non ha un carattere distinto, né nella sua professione da Marinaio, né nella sua qualità di persona che, essendo stata a lungo sotto il controllo di impressioni soprannaturali, dovrebbe partecipare di qualcosa di soprannaturale; secondo, che non agisce ma è perpetuamente agito; terzo, che gli eventi non hanno fra loro una connessione necessaria, e non si producono l’un l’altro; infine, che le immagini sono accumulate in modo troppo laborioso. Tuttavia il poema contiene molti delicati tocchi della passione, e, in verità, la passione è ovunque fedele alla natura. Molte stanze presentano immagini belle, e sono espresse in una lingua insolitamente felice; e la versificazione, sebbene il metro sia di per sé inadatto a poemi lunghi, è armonioso e variato con abilità, così da esibire le massime possibilità di quel metro e ogni variazione di cui sia capace. Mi è perciò sembrato che questi molti meriti (dei quali il primo, quello della passione, è della più alta specie) conferissero al poema un valore che spesso non possiedono poemi migliori. In considerazione di ciò, ho chiesto al mio Amico di consentirmi di ripubblicarlo».

    - William Wordsworth, dall’edizione del 1800 delle Lyrical Ballads

    ha scritto il 

  • 5

    Water, water everywhere, nor any drop to drink!

    Mi riporta alla mente le lezioni scolastiche di letteratura inglese che incoscientemente non apprezzavo, per via d'una insegnante francamente detestabile. Recuperato dopo anni di depurazione da quelle ...continua

    Mi riporta alla mente le lezioni scolastiche di letteratura inglese che incoscientemente non apprezzavo, per via d'una insegnante francamente detestabile. Recuperato dopo anni di depurazione da quelle negative influenze, ho finalmente potuto apprezzare la ballata del vecchiardo.

    ha scritto il 

  • 4

    E presto intesi la romba d'un vento:
    non c'investiva,
    ma col suo solo suono squassò le vele
    tanto fruste e secche.

    Sopra il mio capo l'aria si commosse!
    E s'accesero cento luminarie
    che facevano in ci ...continua

    E presto intesi la romba d'un vento:
    non c'investiva,
    ma col suo solo suono squassò le vele
    tanto fruste e secche.

    Sopra il mio capo l'aria si commosse!
    E s'accesero cento luminarie
    che facevano in cielo l'altalena!
    In mezzo a quelle, a sinistra e a destra,
    ballavan pure le cineree stelle.

    ha scritto il 

  • 5

    Un vecchio marinaio uccide un albatro, considerato l'uccello del buon augurio, senza nessun motivo. All'imbrunire, il marinaio e il resto della ciurma scorgono una nave fantasma in lontananza. Al suo ...continua

    Un vecchio marinaio uccide un albatro, considerato l'uccello del buon augurio, senza nessun motivo. All'imbrunire, il marinaio e il resto della ciurma scorgono una nave fantasma in lontananza. Al suo avvicinarsi, distinguono come passeggeri solo un uomo ed una donna impegnati in una partita a dadi: Morte (Death) e Vita-in-Morte (Life-in-Death). L'uno (Death, in lingua inglese è un sostantivo maschile) vince la vita della ciurma, l'altra quella del Marinaio, che considerava più preziosa. Scende, così, bruscamente la notte. L'equipaggio, agonizzante, maledice con lo sguardo il marinaio, reo della loro sventura e, uno dopo l'altro, in duecento esalano l'ultimo respiro.Il marinaio, al contrario dei suoi compagni, sopravvive per sette giorni e sette notti nel rimorso per l'uccisione dell'albatros, solo e disgustato dell'acqua che lo circonda. Ad un tratto scorge dei serpenti marini che si agitano nell'acqua, splendenti di colori spettacolari. Mosso da un improvviso sentimento d'amore, benedice le creature marine, che sono segno di vita. Dio, impietosito dal gesto d'affetto del marinaio, termina il suo castigo, ma il senso di colpa spingerà il vecchio marinaio a raccontare a tutti la sua storia.

    Bellissima ballata soprattutto letta in lingua originale, con la traduzione perde in musicalità.

    ha scritto il 

  • 5

    Sublime

    Non amo la poesia. Mi è sempre mancata la sensibilità poetica, non ho problemi ad ammetterlo. Ma quest'Opera, per me, è stata folgorante. Una poesia così breve con un così monumentale concentrato di e ...continua

    Non amo la poesia. Mi è sempre mancata la sensibilità poetica, non ho problemi ad ammetterlo. Ma quest'Opera, per me, è stata folgorante. Una poesia così breve con un così monumentale concentrato di emozioni, allegorie, immagini e pensieri, talmente grandiosa nel suo immaginario da colpirmi a ogni verso. Quattro stelle meritatissime. Cinque per le stupende illustrazioni di Gustave Doré.

    ha scritto il 

  • 4

    Coleridge in un bordello ti guarda ammiccando, si avvicina e ti fa: "Per sette euro ti faccio vedere il paradiso". Tu lo paghi e lui ti dà la Ballata.

    ha scritto il 

Ordina per