La bambina che salvava i libri

Di

Editore: Frassinelli (Narrativa)

4.3
(9472)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 563 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Chi tradizionale , Portoghese , Chi semplificata , Giapponese , Russo , Olandese , Norvegese , Danese , Catalano , Tedesco , Finlandese , Polacco , Svedese , Ceco , Greco

Isbn-10: 8876849432 | Isbn-13: 9788876849435 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Gian M. Giughese

Disponibile anche come: Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La bambina che salvava i libri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Fu a nove anni che Liesel iniziò la sua brillante carriera di ladra. Certo, aveva fame e rubava mele, ma quello a cui teneva veramente erano i libri, e più che rubarli li salvava. Il primo fu quello caduto nella neve accanto alla tomba dove era stato appena seppellito il suo fratellino. Stavano andando a Molching, vicino a Monaco, dove li aspettavano i loro genitori adottivi. Il secondo, invece, lo sottrasse al fuoco di uno dei tanti roghi accesi dai nazisti. A loro piaceva bruciare tutto: case, negozi, sinagoghe, persone... Piano piano, con il tempo ne raccolse una quindicina, e quando affidò la propria storia alla carta si domandò quando esattamente la parola scritta avesse incominciato a significare non solamente qualcosa, ma tutto. Accadde forse quando vide per la prima volta la libreria della moglie del sindaco, un'intera stanza ricolma di volumi? Quando arrivò nella sua via Max Vandenburg, ex pugile ma ancora lottatore, portandosi dietro il "Mein Kampf" e infinite sofferenze? Quando iniziò a leggere per gli altri nei rifugi antiaerei? Quando s'infilò in una colonna di ebrei in marcia verso Dachau? Ma forse queste erano domande oziose, e ciò che realmente importava era la catena di pagine che univa tante persone etichettate come ebree, sovversive o ariane, e invece erano solo poveri esseri legati da spettri, silenzi e segreti.
Ordina per
  • 5

    Com'è straordinaria la vita.....

    "Un un giorno ti senti come in un sogno e poi ti ritrovi all'inferno"
    Un romanzo che ti fa viaggiare in compagnia di una cara amica....che tutti Prima o poi incontreremo...... una narratrice d'eccezio ...continua

    "Un un giorno ti senti come in un sogno e poi ti ritrovi all'inferno"
    Un romanzo che ti fa viaggiare in compagnia di una cara amica....che tutti Prima o poi incontreremo...... una narratrice d'eccezione che rende questo libro un capolavoro.....unico...... una storia ricca di emozioni di sentimenti veri, sinceri e puri....che sbocciano dal dolore, dalla sofferenza causa della pazzia di un unico uomo Hitler.....

    ha scritto il 

  • 0

    Se non fosse storia, le atrocità raccontate in questo libro non farebbero così male. La morte racconta lucidamente le persone e i luoghi che in troppi hanno vissuto.
    La forza delle parole, l'amore e l ...continua

    Se non fosse storia, le atrocità raccontate in questo libro non farebbero così male. La morte racconta lucidamente le persone e i luoghi che in troppi hanno vissuto.
    La forza delle parole, l'amore e l'odio che aveva per loro la Ladra di libri lascia affascinati!

    ha scritto il 

  • 5

    Da un po' di tempo a questa parte volevo leggere questo libro ma non trovato mai una motivazione forte per farlo, fino a che mi sono iscritta ad un bellissimo gruppo di lettura chiamato "I libri che h ...continua

    Da un po' di tempo a questa parte volevo leggere questo libro ma non trovato mai una motivazione forte per farlo, fino a che mi sono iscritta ad un bellissimo gruppo di lettura chiamato "I libri che hanno letto tutti ma noi no" e proprio esso è il libro del mese.
    L'ho letto in pochi giorni, era da un po' che non mi capitava di voler leggere ad ogni ora del giorno.
    Mi è piaciuto il modo di scrivere, la scelta del narratore esterno che non si capisce bene chi sia all'inizio e anche la divisione in tanti capitoli e sottocapitoli. Questa cosa invece di spezzare il ritmo, nel mio caso, lo fa' incalzare ancora di più. Avendo un Kindle riesco a capire quanto è lungo(in minuti) un certo capitolo e, se è corto, continuo a leggere e non mi fermo.
    Ovviamente anche la storia merita una not;, è triste, e questo non è difficile da intuire sin dai primi capitoli e dall'ambientazione, ma allo stesso tempo sottolinea aspetti della Germania nazista che poco conosciuti, almeno non da me.

    ha scritto il 

  • 4

    Sul finale cedono pure i cuori di pietra

    La vicenda è indubbiamente coinvolgente e i personaggi acquisiscono spessore gradualmente, fino a diventare più veri e sfumati. Non ho sempre apprezzato la voce narrante, che talvolta si crede più abi ...continua

    La vicenda è indubbiamente coinvolgente e i personaggi acquisiscono spessore gradualmente, fino a diventare più veri e sfumati. Non ho sempre apprezzato la voce narrante, che talvolta si crede più abile di quanto non sia in realtà.

    ha scritto il 

  • 5

    un libro da adulti per ragazzi, un libro per ragazzi da adulti

    La ladra di libri ha quanto si può desiderare da un libro. Ben scritto, bella trama, ottimi personaggi, suspense (nonostante i flesh forward, amministrati ad arte), emozionante e ironico.
    Una "storia" ...continua

    La ladra di libri ha quanto si può desiderare da un libro. Ben scritto, bella trama, ottimi personaggi, suspense (nonostante i flesh forward, amministrati ad arte), emozionante e ironico.
    Una "storia" ricca di storia, tragedia ma anche humor e amore. Un storia che parla della parte migliore e peggiore dell'umanità in un linguaggio accessibile a tutti e che penetra nel cuore e nella mente.

    ha scritto il 

  • 5

    Da leggere!

    Mi piace il modo di scrivere dell'autore, "il personaggio" scelto per raccontare la storia e gli intervalli tra storia, pensieri, spiegazioni e disegni (spaventano meno le 560 pagine). Ho amato Liesel ...continua

    Mi piace il modo di scrivere dell'autore, "il personaggio" scelto per raccontare la storia e gli intervalli tra storia, pensieri, spiegazioni e disegni (spaventano meno le 560 pagine). Ho amato Liesel e ho pianto per tutto il finale. Davvero molto toccante, da leggere, una storia in più e di un altro punto di vista per arricchire il bagaglio "per non dimenticare" e farne tesoro.

    ha scritto il 

  • 3

    Un nuovo punto di vista...

    Un bel libro e con una narratrice d’eccezione, la morte in persona, che ci racconta la storia della Ladra di libri, il tutto ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale nel cuore della Germania nazi ...continua

    Un bel libro e con una narratrice d’eccezione, la morte in persona, che ci racconta la storia della Ladra di libri, il tutto ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale nel cuore della Germania nazista. L’idea di fondo del libro tutto sommato è buona, purtroppo il risultato invece non è particolarmente brillante.Sono molto ben caratterizzati tutti i protagonisti, e Liesel è il personaggio positivo per eccellenza, una piccola, grande donna, che impara ad affrontare la sofferenza della vita grazie all'amore verso la lettura e i libri.
    Sicuramente è un romanzo più indirizzato ad un pubblico giovane che a quello adulto.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per