Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La bambola che dorme

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

3.8
(1418)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 464 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Giapponese , Francese , Tedesco , Polacco , Coreano , Olandese , Spagnolo

Isbn-10: 8817030899 | Isbn-13: 9788817030892 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Traduttore: A. C. Cappi ; Curatore: C. Astori

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La bambola che dorme?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
California, 1999. Daniel Raymond Pell per i media è il "figlio di Manson": affascinante e sinistramente carismatico, al pari del suo predecessore ha incantato, sedotto e plagiato i giovani adepti della sua setta. E con la complicità di uno di essi ha sterminato un'intera famiglia. Nessuno dei due però si è accorto che la notte del massacro, confusa in mezzo alle bambole, una bambina dormiva tranquilla nel suo lettino. Otto anni dopo Pell sta scontando la condanna a vita in un carcere di massima sicurezza per l'efferata carneficina e deve essere processato di nuovo perché vari indizi lo collegano a un altro delitto del passato rimasto irrisolto. Condotto in tribunale, è interrogato dall'agente del California Bureau of Investigation Kathryn Dance, esperta in cinesica. Kathryn è uno dei pochi poliziotti in grado di interpretare il linguaggio non verbale e di capire se testimoni e sospetti dicono la verità. E non sbaglia mai. Questa volta, però, il suo compito è davvero arduo, perché deve confrontarsi con un osso duro, un killer dall'intelligenza quasi sovrumana, un abile manipolatore della volontà altrui. E quando, dopo un sottile gioco di parole, sguardi, gesti, Kathryn scalfisce l'assoluta compostezza di Pell e intuisce un diabolico trucco, è troppo tardi: il "figlio di Manson" è evaso dal tribunale. Comincia la caccia...
Ordina per
  • 3

    Il paragone tra Kathryn Dance e la coppia Rhyme-Sachs è inevitabile, e dal confronto l’agente ed esperta in cinesica del CBI esce decisamente sconfitta. La storia in sé è abbastanza scorrevole, ...continua

    Il paragone tra Kathryn Dance e la coppia Rhyme-Sachs è inevitabile, e dal confronto l’agente ed esperta in cinesica del CBI esce decisamente sconfitta. La storia in sé è abbastanza scorrevole, peccato per la presenza dilagante ed eccessiva di colpi di scena à gogo, oltretutto prevedibilissimi.

    ha scritto il 

  • 3

    La cuginetta poco convincente

    L'esordio di Kathrin Dance, che comparirà altre tre volte in storie personali, più alcune comparsate in casi affidati al più noto Lincoln Rhyme, lascia in bocca quel non so che di ...continua

    L'esordio di Kathrin Dance, che comparirà altre tre volte in storie personali, più alcune comparsate in casi affidati al più noto Lincoln Rhyme, lascia in bocca quel non so che di incompletezza. La storia sembra voler decollare da un momento all'altro, ma poi si “affloscia”. C'è qualche sorpresa, che però risulta abbastanza prevedibile e non regge il confronto con quelle pensate per i casi del “cugino” criminologo di Manhattan. La firma è sempre Deaver, dunque niente bocciatura, solo qualche “debito”...

    ha scritto il 

  • 4

    Decisamente un buon thriller da un maestro del genere quale è Deaver, che mescola con maestria alte dosi di suspence e colpi di scena in un susseguirsi ad alta tensione di eventi che mettono di ...continua

    Decisamente un buon thriller da un maestro del genere quale è Deaver, che mescola con maestria alte dosi di suspence e colpi di scena in un susseguirsi ad alta tensione di eventi che mettono di fronte l'agente del CBI Kathryn Dance (esperta in cinesica, ossia l'interpretazione del comportamento e della gestualità) al pericoloso psicopatico Daniel Pell, ex capo di una setta ispirata alle gesta di Charles Manson, evaso di prigione.

    Lo stile è quello caratteristico dell'autore...ritmi serrati, dialoghi di impatto e forte caratterizzazione dei personaggi in un contesto scorrevole e fluente, che tiene incollato il lettore alla trama e lo spinge e invoglia continuamente alla lettura. Bello, bello, decisamente bello e dal finale impensabile e ingarbugliato. Una buona lettura che consiglio!! :o)

    ha scritto il 

  • 3

    Avevo già letto un altro libro di Deaver con Kathryn Dance come protagonista e, anche se non lo ricordo benissimo, mi era parso più interessante come thriller. Qui i colpi di scena abbondano ma sono ...continua

    Avevo già letto un altro libro di Deaver con Kathryn Dance come protagonista e, anche se non lo ricordo benissimo, mi era parso più interessante come thriller. Qui i colpi di scena abbondano ma sono abbastanza prevedibili o, meglio, non colpiscono tanto quanto dovrebbero. Alcuni personaggi/interazioni potevano essere approfonditi. Nel complesso un buon romanzo

    ha scritto il 

Ordina per