La bambola dell'alchimista

Di

Editore: Mondadori (Oscar junior)

4.0
(305)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 93 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8804599189 | Isbn-13: 9788804599180 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Quentin Blake

Disponibile anche come: Altri

Genere: Bambini , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La bambola dell'alchimista?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Non riesco a ricordare di averlo letto da bambina, ma evidentemente devo averlo fatto, perché avevo sempre in testa questo libro (anche se non me ne ricordavo la trama).
    Da anni desideravo questa stor ...continua

    Non riesco a ricordare di averlo letto da bambina, ma evidentemente devo averlo fatto, perché avevo sempre in testa questo libro (anche se non me ne ricordavo la trama).
    Da anni desideravo questa storia, la storia di una bambola che faceva la cacca d’oro. Ci sono un sacco di eventi strambi, fughe rocambolesche e momenti assurdi - come il protagonista che decide di andare a vivere da solo e tutti sono d’accordo. Ah sì, ha 8 anni XD
    Però fa ridere, intrattiene, la Pitzorno è sempre una garanzia per quanto riguarda la storia dell’infanzia.
    PS: la cosa carina e particolare è che nel libro sono presenti altri personaggi che, a loro volta, sono protagonisti di altri romanzi dell’autrice. Infatti parte della dedica recita “a […] Honoré de Balzac, che mi ha insegnato a far circolare i personaggi da un libro all’altro”.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho scoperto

    Ho scoperto solo durante la lettura che si tratta del seguito di "L'incredibile storia di Lavinia", che avevo già letto poco più di un anno fa.
    Anche se si tratta di un seguito però questo libro può e ...continua

    Ho scoperto solo durante la lettura che si tratta del seguito di "L'incredibile storia di Lavinia", che avevo già letto poco più di un anno fa.
    Anche se si tratta di un seguito però questo libro può essere letto anche senza aver letto il precedente.
    Il primo non lo avevo amato molto, perchè mi dava l'impressione di essere una storia inconcludente, buttata là, senza alcuna cura nello sviluppo della trama e nella caratterizzazione dei personaggi (soprattutto del personaggio principale, vale a dire Lavinia).
    In questo libro ho invece trovato più cura nella stesura della trama e nella caratterizzazione dei personaggi. Oltretutto alcune scene le ho trovate molto divertenti, simpatiche e piene di ironia. L'età di lettura consigliata è di 10 anni, ma secondo me anche bambini di 7 anni potranno apprezzare questo libricino. La storia non è niente di trascendentale ma è comunque molto carina e se avete dei figli o dei nipoti, trovo che si tratti di un libro adatto ad essere letto insieme a loro.
    VOTO: 7

    ha scritto il 

  • 2

    "Gli zingari [...] di solito rubano i bambini".

    Non è la prima volta che in un libro di Bianca Pitzorno trovo infilato un pregiudizio o un modo di dire razzista. Questo per me basta e avanza a depenna ...continua

    "Gli zingari [...] di solito rubano i bambini".

    Non è la prima volta che in un libro di Bianca Pitzorno trovo infilato un pregiudizio o un modo di dire razzista. Questo per me basta e avanza a depennarla dalla lista degli autori per l'infanzia meritevoli di essere fatti conoscere ai bambini.

    ha scritto il 

Ordina per