La base atomica

Voto medio di 53
| 20 contributi totali di cui 14 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Non vogliamo vendere l'Islanda!" Reykjavik, fine anni '40, il paese è appena uscito dalla guerra ottenendo finalmente l'indipendenza, ma gli USA, con un'allettante offerta, ne chiedono un pezzo per una base NATO. Il popolo grida, il governo complott ...Continua
Gabriele
Ha scritto il 15/05/18
LA BASE ATOMICA
Siamo tra il 1946 e il 1947, la guerra mondiale è appena finita, gli Stati Uniti vogliono installare una base atomica in un’Islanda che ha appena conquistato la propria indipendenza. Ugla è una ragazzina che arriva a Reykjavik dalle sperdute valli de...Continua
Mau
Ha scritto il 29/09/17
Anni 40, in una Islanda piena di americani che da lì controllano l'Unione Sovietica, a Reykjavik ci troviamo Ugla una giovane che viene dal nord, che incarna il fascino e la freschezza del prodotto naturale e vuole cercare la sua indipendenza, la sua...Continua
Alewoolf
Ha scritto il 13/09/17
Un romanzo politicamente impegnato, dove la polemica si fonde con l'epica, in cui Laxness indica la via della salvezza: il ritorno alle radici, all'autenticità del mondo rurale in barba al diffondersi del capitalismo. Indipendenza, emancipazione, ma...Continua
Pipaluk63
Ha scritto il 16/10/16
Ugla scende dal Nord, dalle campagne dove i cavalli sono le uniche divinità, come ideale discendente di Bjartur, in Gente indipendente. Arriva a Reykjavik ancora respirando a pieni polmoni le Saghe e quelle storie intrise di un senso profondo della t...Continua
ombraluce
Ha scritto il 29/03/16
Ugla è una Candide islandese, una ragazza cresciuta a saghe e buon senso in una società che viene considerata arcaica ma è più aperta, nei costumi e nel pensiero, di quella ufficiale. Nell'Islanda del secondo dopoguerra, fiera della propria indipende...Continua

Sidner
Ha scritto il Aug 17, 2014, 07:41
Esistono donne con un aspetto tale che un uomo, non appena le vede, dimentica tutto il suo passato come se fosse un'inezia ed è disposto a rescindere ogni vincolo che lo lega al mondo circostante, a voltarsi e seguirle fino in capo al mondo.
Pag. 180
Sidner
Ha scritto il Aug 17, 2014, 07:39
I dobuani dell'isola di Dobu hanno una sola norma etica, cioè quella di odiarsi; odiarsi allo stesso modo degli europei prima che il concetto di nazionalità venisse annientato per essere sostituito da quello di Est e Ovest: presso di loro, ogni indiv...Continua
Pag. 137
Sidner
Ha scritto il Aug 16, 2014, 08:24
Non esiste altra perversione sessuale che il celibato.
Pag. 34
Sidner
Ha scritto il Aug 16, 2014, 08:23
Le donne promiscue non esistono. Sono una superstizione. Esistono donne che vanno a letto trenta volte con lo stesso uomo, e donne che vanno a letto una volta sola con trenta uomini.
Pag. 33
Sidner
Ha scritto il Aug 16, 2014, 08:22
Il nostro tempo, la nostra vita; è questa la nostra bellezza.
Pag. 30

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi