Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La battaglia della vita

Di

Editore: Newton & Compton

3.4
(159)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 100 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8879832832 | Isbn-13: 9788879832830 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Emanuele Grazzi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature , Teens

Ti piace La battaglia della vita?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    War, what is good for?

    Anche in una seconda rilettura, Dickens non fa per me.
    Più che letteratura, sembra un testo di teatro: personaggi che si muovono (non senza la sferzante ironia dell'autore), su un campo di battaglia, dove il nemico è invitto e invincibile, il Tempo.
    Alla fine tutto viene distrutto, persino la rea ...continua

    Anche in una seconda rilettura, Dickens non fa per me. Più che letteratura, sembra un testo di teatro: personaggi che si muovono (non senza la sferzante ironia dell'autore), su un campo di battaglia, dove il nemico è invitto e invincibile, il Tempo. Alla fine tutto viene distrutto, persino la realtà, nei ricordi, a volte viene fatta a pezzi, cambiata nelle sue forme, mutata, come se ciò che è stato, in fondo, è alla mercé del Tempo.

    ha scritto il 

  • 2

    Quotes:


    "Se al mondo non vi fosse il desiderio di apparire, io credo che le cose andrebbero molto meglio di adesso e si starebbe in una compagnia molto più allegra." [C.Dickens pag.18]


    "Io penso che nella vita ci siano anche lotte e vittorie tranquille, grandi sacrifici e nob ...continua

    Quotes:

    "Se al mondo non vi fosse il desiderio di apparire, io credo che le cose andrebbero molto meglio di adesso e si starebbe in una compagnia molto più allegra." [C.Dickens pag.18]

    "Io penso che nella vita ci siano anche lotte e vittorie tranquille, grandi sacrifici e nobili eroismi anche nell'appartenente leggerezza o tra contraddizioni stridenti... Azioni tanto più difficili e meritevoli dal momento che non vengono compiute davanti agli occhi di tutti e non sono innalzate agli onori della cronaca." [Alfred pag.32]

    "E' vero. Questo mondo è pieno di cuori nobili. E' un mondo serio, a dispetto di tutte le sue follie." [Dottor Jeddler pag.107]

    ha scritto il 

  • 4

    Gara di bontà fra due affezionatissime sorelle, Grace e Marion Jeddler, ed intorno a loro vari personaggi con varie vicende a lieto fine.
    Forse il buon vecchio Dickens eccede un po' in buonismo e inverosomiglianza, ma in fondo è pur sempre un Racconto di Natale per tirarsi su in vista delle fest ...continua

    Gara di bontà fra due affezionatissime sorelle, Grace e Marion Jeddler, ed intorno a loro vari personaggi con varie vicende a lieto fine. Forse il buon vecchio Dickens eccede un po' in buonismo e inverosomiglianza, ma in fondo è pur sempre un Racconto di Natale per tirarsi su in vista delle feste. Le descrizioni sono meravigliose.

    ha scritto il 

  • 5

    una piacevole scoperta di un cavallo sicuro

    pag 86 com'è facile in, in qualunque contesto sociale, sottovalutare le persone modeste che non rivendicano a gran voce i proprio meriti e restare invece a bocca aperta di fronte a millantatori spudorati!

    ha scritto il 

  • 4

    Semplice ma forte

    Storie di amore, di tanti tipi, tra sorelle e tra uomo e donna, tanto forte da scardinare tutti i progetti razionali e calcolati.
    Dickens e' Dickens. Non mi riesce criticarlo perche' lo amo e mi rendo conto di non essere obiettiva. E' un po' come con Mina, che puo' cantare un po' quello che vuole ...continua

    Storie di amore, di tanti tipi, tra sorelle e tra uomo e donna, tanto forte da scardinare tutti i progetti razionali e calcolati. Dickens e' Dickens. Non mi riesce criticarlo perche' lo amo e mi rendo conto di non essere obiettiva. E' un po' come con Mina, che puo' cantare un po' quello che vuole. Nel settore letterario, mi sta succedendo anche con Zola.

    ha scritto il