La bella estate

Voto medio di 2574
| 205 contributi totali di cui 184 recensioni , 18 citazioni , 1 immagine , 2 note , 0 video
Scritto nel 1940, questo racconto, ora riproposto da solo, venne pubblicato solo nel 1949, nel volume dal titolo omonimo che comprendeva "Il diavolo sulle colline" e "Tra donne sole". È la storia di Ginia e, più in generale, della scoperta della vita ...Continua
Catcarlo
Ha scritto il 03/03/18
La bella estate Se fosse solo per la lunghezza, sarebbe arduo definire romanzo questo lungo racconto scritto appena prima della seconda guerra mondiale, ma la storia che contiene è così ben conclusa in se stessa e ricca di sfaccettature nei personagg...Continua
Trenette65
Ha scritto il 27/11/17

D una noia infinita

Trenette65
Ha scritto il 27/11/17

Noioso oltre ogni aspettativa

Solventi
Ha scritto il 27/08/17
Come La luna e i falò - l'unico altro di Pavese che ho letto - m'incanta il frangente storico in cui si inseriscono le tre storie contenute in questo La bella estate. L'immediato dopoguerra è una premessa sorda, immanente ma come tacita, quasi a vole...Continua
Tiziana
Ha scritto il 20/06/17
C'è qualcosa di indefinibile e di evanescente ma che respiri ed assorbi in questo libro, fin dalla prima pagina: "A quei tempi era sempre festa. Bastava uscire di casa e traversare la strada, per diventare come matte, e tutto era così bello, special...Continua

Postcards from...
Ha scritto il Oct 30, 2015, 20:07
Non sai che quello che ti tocca una volta si ripete? Che come si è reagito una volta, si reagisce sempre? Non è mica per caso che ti metti sempre nei guai. Poi ci ricaschi. Si chiama il destino.
Pag. 143
Postcards from...
Ha scritto il Oct 30, 2015, 13:18
"Ma questa innocenza io la cerco," disse Poli balbettando testardo "più la conosco quanto più mi convinco di esser vile e di esser uomo. Sei o no persuaso che lo stato dell'uomo è debolezza? Come puoi sollevarti se prima non precipiti?"
Pag. 117
Postcards from...
Ha scritto il Oct 28, 2015, 00:11
Intanto Amelia le spiegava che, chi fa niente tutto il giorno, ha diritto perlomeno di svagarsi di sera, ma viene un momento, certe volte, che una ha paura del tempo che passa, e non sa più se val la pena di correre tanto.
Pag. 11
La Nebbia
Ha scritto il Aug 05, 2015, 14:36
Avevo riso e fatto ridere tre mesi il mio Guido: era servito a qualcosa? Nemmeno di piantarmi lui era stato capace. Non si può amare un altro più di se stessi. Chi non si salva da sé, non lo salva nessuno.
Pag. 235
La Nebbia
Ha scritto il Aug 05, 2015, 14:34
La sera del giovedì grasso, quando papà s'era aggravato, per poi morire, io piansi di rabbia e l'odiai pensando alla festa che perdevo. Soltanto la mamma mi capì quella sera, e mi prese in giro e mi disse di levarmi dai piedi, di andare a piangere in...Continua
Pag. 220

Antonello52
Ha scritto il Jan 15, 2015, 18:54
La bella estate
La bella estate

Biblioteche...
Ha scritto il Nov 10, 2016, 10:36
853.914 PAV 544 Letteratura Italiana
Biblioteche...
Ha scritto il Aug 24, 2016, 11:05
853.914 PAV 30 Donazione D'Alessandro, Fondo Di Tursi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi