Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La biblioteca dell'alchimista

Di

Editore: Rizzoli (La scala)

2.6
(203)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 449 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: 8817006661 | Isbn-13: 9788817006668 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Roberta Zuppet

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace La biblioteca dell'alchimista?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un anziano universitario viene trovato morto nel suo appartamento a Lincoln, nel Connecticut. È Jaan Pühapäev, immigrato dall'Estonia nel 1991 e professore di storia alla Wickenden University. Paul Tomm, giovane cronista del settimanale locale, comincia a raccogliere informazioni. Scopre che dietro la vita apparentemente tranquilla del professore si celano ombre inquietanti, come il sospetto di legami con la mafia russa per il contrabbando di opere d'arte. Intanto, il medico legale responsabile dell'autopsia su Pühapäev muore investito da un'auto pirata e Paul riceve minacciosi avvertimenti.
Ordina per
  • 1

    C'è stato un periodo, che spero sia definitivamente tramontato, in cui andava di moda scrivere libri tra passato e presente. Voglio dire, non libri in cui un mistero del passato influenza il presente, ma che sono scritti tutti nel presente, e nemmeno libri storici, ma proprio libri che hano capit ...continua

    C'è stato un periodo, che spero sia definitivamente tramontato, in cui andava di moda scrivere libri tra passato e presente. Voglio dire, non libri in cui un mistero del passato influenza il presente, ma che sono scritti tutti nel presente, e nemmeno libri storici, ma proprio libri che hano capitolo nel presente, capitoli nel passato, storie che si intrecciano e personaggi che si influenzano anche se apparentemente non hanno nulla a che vedere l'uno con l'altro.
    Detta così sembrerebbe una figata, se non che nella gran parte dei casi ne sono usciti fuori pasticci innominabili.
    La biblioteca dell'alchimista è esattamente uno di questi libri, che svariona via tra arabi in visita ai re danesi, il KGB e un giornalista americano che non si capisce bene che cosa vuole dalla vita.
    Micidiale.

    ha scritto il 

  • 4

    Un anziano universitario viene trovato morto nel suo appartamento a Lincoln, nel Connecticut. È Jaan Pühapäev, immigrato dall'Estonia nel 1991 e professore di storia alla Wickenden University. Paul Tomm, giovane cronista del settimanale locale, comincia a raccogliere informazioni. Scopre che diet ...continua

    Un anziano universitario viene trovato morto nel suo appartamento a Lincoln, nel Connecticut. È Jaan Pühapäev, immigrato dall'Estonia nel 1991 e professore di storia alla Wickenden University. Paul Tomm, giovane cronista del settimanale locale, comincia a raccogliere informazioni. Scopre che dietro la vita apparentemente tranquilla del professore si celano ombre inquietanti, come il sospetto di legami con la mafia russa per il contrabbando di opere d'arte. Intanto, il medico legale responsabile dell'autopsia su Pühapäev muore investito da un'auto pirata e Paul riceve minacciosi avvertimenti.

    ha scritto il 

  • 1

    Che fatica arrivare alla fine!!!!!!

    Ogni volta che il racconto prendeva un abbrivio, arrivava uno di quei racconti inutili ai fini della trama, a fermarlo.

    Il finale poi è una totale delusione.

    ha scritto il 

  • 3

    Sinceramente pensavo meglio...

    Poteva uscirne fuori un discreto thriller se l'autore non avesse inserito tutti quei capitoli ambientati nel passato intervallandoli a quelli ambientati nel presente... creano confusione e dettagli superflui che non portano a nulla. Il finale, poi, davvero deludente.

    ha scritto il 

  • 3

    Grande penna, piccola trama

    "La Biblioteca dell'Alchimista" è un romanzo scritto con uno stile eccellente, arguto e puntuale, arricchito da un'ironia ben dosata e da un'alternanza di registri narrativi ottima per mantenere desto l'interesse del lettore. Purtroppo la trama, intrigante nella prima metà del libro, successivame ...continua

    "La Biblioteca dell'Alchimista" è un romanzo scritto con uno stile eccellente, arguto e puntuale, arricchito da un'ironia ben dosata e da un'alternanza di registri narrativi ottima per mantenere desto l'interesse del lettore. Purtroppo la trama, intrigante nella prima metà del libro, successivamente si dipana in modo piuttosto frettoloso e prevedibile, lasciando in sospeso le questioni più interessanti e troncando la vicenda con un fin troppo evidente deus ex machina.
    Da leggere per apprezzarne lo stile, ma lascia un po' d'amaro in bocca.

    ha scritto il 

  • 1

    WTF?

    Ma io francamente non ho capito cosa volesse dire il libro.
    Ammazzano questo professore, il giornalist indaga e come al solito si fa la vicina di casa (evviva l'originalità) e poi ci sono storie astruse di quindici oggetti provenienti dai posti e dalle epoche più disparate. Il finale è con ...continua

    Ma io francamente non ho capito cosa volesse dire il libro.
    Ammazzano questo professore, il giornalist indaga e come al solito si fa la vicina di casa (evviva l'originalità) e poi ci sono storie astruse di quindici oggetti provenienti dai posti e dalle epoche più disparate. Il finale è confuso e non si capisce chi abbia ucciso chi e soprattutto per che cosa. Ma cosa pubblicano gli editori?

    ha scritto il