La bottega oscura

124 sogni

Voto medio di 29
| 11 contributi totali di cui 4 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La bottega oscura è la prima traduzione in italiano di questo libro dei sogni di Georges Perec, uscito in Francia nel 1973. Perec vi ha trascritto 124 sogni, dal maggio 1968 all’agosto 1972.Vi si ritrovano continui rimandi autobiografici, a ... Continua
Ha scritto il 11/08/12
Acqua in bocca
Niente di che sto libro. Basta così. Passo ad altro


Suggestioni di rovine nella giungla, vecchi templi semidistrutti, frutta strana, la luna bussò...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/02/12
mi introduco nel cortile di un immobile di cui stanno restaurando la facciata....tutto è molto bianco e polveroso
le coincidenze della vita, alcuni giorni fa ho fatto un sogno orrendo, quelli veramente orrendi, quelli che poi ricordi per sempre. Alla mattina esco, vado in libreria e trovo questo libro di Perec che non conoscevo e che riporta come sottotitolo ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 08/12/11
Perec e la fabbrica dei sogni
Un libro strano e personalissimo. Perec vi annota dei sogni, rielaborati ma non troppo. Tutti gli elementi di molti suoi libri.
  • Rispondi

Ha scritto il Apr 22, 2011, 16:06
Vista da fuori, la casa assomiglia a una proprietà cinta da alti muri, le cui prospettive siano state tracciate in modo che nessuno possa invero immaginare che uno spazio infinito sia racchiuso lì dentro.
Pag. 200
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 22, 2011, 16:01
Faccio l'amore con Z. In fin dei conti, sto bene solo dentro di lei.
Pag. 180
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 22, 2011, 16:00
Telefonavo da una cabina ...
Quando vi rientro per riagganciare, trovo un vecchio dall'aspetto benevolo che mi mostra come avrei potuto telefonare senza pagare: basta scoprire i fili e applicarli sui morsetti stringendoli tra pollice e indice.
Pag. 163
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 22, 2011, 15:59
In fondo all'autobus (posso vederlo solo volgendomi indietro) c'è una sorta di espositore che trovo allo stesso tempo elegante, pratico e banale; con banale intendo che sarebbe stato opportuno inventarlo da molto tempo.
Pag. 143
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 22, 2011, 15:57
J. L. mi prende da parte e mi dà alcuni consigli: devo smettere di lavorare al laboratorio; dovrei alzarmi a mezzogiorno, andare al cinema tutti i giorni dalle 14 alle 16 e dopo preparare schemi di parole crociate.
Pag. 137
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi