La breve favolosa vita di Oscar Wao

Voto medio di 1872
| 435 contributi totali di cui 379 recensioni , 55 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ed. Dal 2009 al 2010 collana "Piccola Biblioteca Oscar" Pag. 346Ed. Dal 2013 collana "Contemporanea" Pag. 292Oscar è un "ghetto-nerd" dominicano obeso e goffo, ossessionato dalle ragazze - che naturalmente lo ignorano - dai giochi di ruolo e dai ...Continua
Ha scritto il 27/11/17
Non ho mai pensato che la storia fantasy del Signore degli Anelli potesse rappresentare così bene la realtà, fino a quando non ho letto quest’opera: per la prima volta il Bene ed il Male che occorrono alla famiglia Cabral sono descritti ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 30/10/17
Argomenti duri e dolorosi trattati con leggerezza ed ironia, un mix molto piacevole ed inaspettato. La prosa è molto scorrevole, la lettura è veloce ed appassionante, i personaggi sono adorabili e la storia della repubblica dominicana mi ha ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 20/07/17
Interessante soprattutto per la storia recente della Repubblica Dominicana e degli emigranti dominicani negli States. Non mi è chiaro cosa ci sia di favoloso nella vita di Oscar Wao, mi sembra invece piuttosto deprimente.
Ha scritto il 11/03/17
Questo libro avrà per me una sua particolare memorabilità perché si tratta del primo sudamericano che non mi spedisce nel regno di Morfeo nel giro di tre pagine!Che poi, “sudamericano”… più un centramericano cresciuto negli USA, perché ...Continua
  • 12 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 03/03/17
Ingredienti: un ghetto-nerd scrittore-sognatore rifiutato dalle donne, una trama che collega a più riprese Stati Uniti e Repubblica Dominicana, una famiglia condannata alla sofferenza da una maledizione latente, uno stile gioioso, magico, ispirato ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Mar 03, 2017, 16:52
"Il successo vuole testimoni, ma il fallimento non può esistere senza di essi."
Ha scritto il Apr 11, 2014, 19:36
Non capisco cos'ho che non va, disse al telefono a sua sorella. Credo che la parola giusta sia crisi, ma ogni volta che apro gli occhi vedo scritto catastrofe.
Pag. 270
Ha scritto il Apr 10, 2014, 09:58
Jacquelyn soffriva di un grave caso di fianchi-sedere-petto, una malattia che a metà degli anni Quaranta comportava conseguenze trau-jillo-matiche.
Pag. 230
Ha scritto il Apr 10, 2014, 09:58
Poi restammo lì a guardarci.In un mondo migliore l'avrei baciata sopra le vaschette del ghiaccio, e sarebbe stata la fine di tutti i nostri problemi. Ma sapete benissimo in che schifo di mondo viviamo. Non certo nella Terra di Mezzo. Mi limitai ad ...Continua
Pag. 199
  • 1 mi piace
Ha scritto il Apr 10, 2014, 09:58
Almeno Jeffrey poteva dare la colpa a un'effettiva menomazione fisica. A cosa poteva darla Oscar? A Sauron? L'amico pesava 140 chili, porca puttana! Parlava come un computer di Star Trek! Ma la vera tragedia era che non avevo mai conosciuto nessuno ...Continua
Pag. 179

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi