Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La breve vita felice di Francis Macomber - The short happy life of Francis Macomber

Short Stories 2008 n°1 - Testo inglese a fronte

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

3.8
(102)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 95 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000127122 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Vincenzo Mantovani

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La breve vita felice di Francis Macomber - The short happy life of Francis Macomber?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
;
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Un breve Hemingway

    Safari e tradimenti, tra leoni e bufali, parole che fanno male come pallottole e che finiscono col ferire mortalmente.

    ha scritto il 

  • 4

    Si può pensare quel che si vuole sulla caccia, sulla "virilità" alla Hemingway, ma è giusto e molto bello poter avere opinioni diverse e capire i punti di vista altrui, finale a sorpresa.

    ha scritto il 

  • 3

    And the short again… - 08 mar 09

    Un racconto che è un racconto. Questo era il primo degli ormai più di venti libricini dell’Espresso. E ripeto, i primi, e questo in particolare, sembrano avere il senso duplice: un racconto ed una prova di inglese (o americano). Questo ne è un esemplare maestro. Pur non avendo sempre una propensi ...continua

    Un racconto che è un racconto. Questo era il primo degli ormai più di venti libricini dell’Espresso. E ripeto, i primi, e questo in particolare, sembrano avere il senso duplice: un racconto ed una prova di inglese (o americano). Questo ne è un esemplare maestro. Pur non avendo sempre una propensione per Hemingway, ho sempre trovato piacevole il suo modo di scrivere, di svolgere le frasi, di avere un’idea in testa e di percorrerla sino in fondo. Come questa della caccia in Africa, del venir fuori la paura nei confronti della belva feroce, paura che fa scappare Macomber davanti al pericolo. Sono questi i momenti in cui, buttando tutto al di là, viene fuori la natura di sé stessi. Come dice Wilson poi, magari la paura si supera, e forse viene l’esaltazione di averla vinta. Si diventa imprudenti. Ci deve essere da qualche parte un giusto crinale tra paura e temerarietà. Poi la storia si evolve, si approfondiscono (in poche righe, in poche pagine) i caratteri dei tre protagonisti: l’americano pauroso-temerario, la moglie che dipende da lui, il cacciatore esperto. Arriveremo poi all’epilogo, alla caccia i bufali, e lì si vedranno uscire i sentimenti profondi: la paura di essere abbandonati, la coscienza che il pericolo, in una regione altra come l’Africa, è sempre dietro la porta. Ripeto, pur non trovando sempre eccezionale Hemingway, qui porta le due tre strade che intraprende all’inizio, le porta sino alla fine, con coerenza, tenendoci lì a rimuginare sulla natura umana. Inoltre, l’americano è bello, scorrevole, senza sussulti, ma si vede che è opera di chi di penna e di lingua sa. Bello, da sorbettare con un karkadè gelato in mano.
    “no pleasure in anything if you mouth it up too much”
    Non sarei capace di rendere meglio la sua vita ed opera, quindi vi invio a http://it.wikipedia.org/wiki/Ernest_Hemingway

    ha scritto il 

  • 1

    Mi è piaciuta molto l'idea di pubblicare il testo in inglese a fronte ma ho trovato il racconto di una noia spaventosa. Sarà che il tema della caccia non esercita su di me alcun fascino, anzi è una di quelle attività che disapprovo totalmente, ma arrivare alla fine di questo libricino è stato dav ...continua

    Mi è piaciuta molto l'idea di pubblicare il testo in inglese a fronte ma ho trovato il racconto di una noia spaventosa. Sarà che il tema della caccia non esercita su di me alcun fascino, anzi è una di quelle attività che disapprovo totalmente, ma arrivare alla fine di questo libricino è stato davvero faticoso.

    ha scritto il 

  • 5

    Sarò scontato, l'idea della pubblicazione col testo a fronte mi piace moltissimo, e leggere un testo in lingua originale è un'altra cosa, meglio se poi quando non capisci qualcosa (dopo averci provato però!) puoi ricorrere alla traduzione. Hemingway non ha certo bisogno dei miei elogi, e tanto me ...continua

    Sarò scontato, l'idea della pubblicazione col testo a fronte mi piace moltissimo, e leggere un testo in lingua originale è un'altra cosa, meglio se poi quando non capisci qualcosa (dopo averci provato però!) puoi ricorrere alla traduzione. Hemingway non ha certo bisogno dei miei elogi, e tanto meno questo racconto famosissimo!

    ha scritto il