La broma infinita

By

Publisher: Debolsillo

4.4
(2170)

Language: Español | Number of Pages: 1213 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , German

Isbn-10: 8499892477 | Isbn-13: 9788499892474 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover , Others

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like La broma infinita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Minchia, una mazzata.
    Angoscioso in modo angosciante, crudo, spietato, ironico, complicato, pesante, geniale, a tratti divertente.
    Lo consiglio caldamente a chi ha una personalità eclettica e fuori da ...continue

    Minchia, una mazzata.
    Angoscioso in modo angosciante, crudo, spietato, ironico, complicato, pesante, geniale, a tratti divertente.
    Lo consiglio caldamente a chi ha una personalità eclettica e fuori dal coro, o a chi ha seri problemi mentali.
    Per anime temprate.

    said on 

  • 4

    Un libro pieno di compassione (con poca compassione per il lettore)

    Quasi un mese, portandomelo dietro in trasferte e weekend fuori città, a volte tentando di leggerlo persino in autobus e in metropolitana, tanto quel cumulo di parole sembrava non voler finire mai.
    Og ...continue

    Quasi un mese, portandomelo dietro in trasferte e weekend fuori città, a volte tentando di leggerlo persino in autobus e in metropolitana, tanto quel cumulo di parole sembrava non voler finire mai.
    Oggi ce l'ho fatta. 1280 pagine (note comprese).
    E alla fine mi rimane l'impressione che, parlando di miliardi di cose, questo libro affronti soprattutto il tema della compassione. Per la nostra fragilità, imperfezione e vulnerabilità. Perché nell'era della comunicazione siamo sempre meno capaci di comunicare. Perché siamo tutti più o meno dipendenti e più o meno in lotta col Disagio.
    Un libro che si fa fatica a leggere (e lo dico da divoratrice di libri seriale) e che lascia centinaia di punti interrogativi, ma per il quale vale la pena spendere il proprio tempo.

    said on 

  • 0

    Ogni pagina è fine a se stessa

    ogni parte del racconto si sorregge da sola e non c’è bisogno di ricordare nulla per continuare a leggere con piacere questa bella prosa evocatrice di Phyncion e della beat generation. Lo ho tranquill ...continue

    ogni parte del racconto si sorregge da sola e non c’è bisogno di ricordare nulla per continuare a leggere con piacere questa bella prosa evocatrice di Phyncion e della beat generation. Lo ho tranquillamente abbandonato a pagina 137… prima o poi, quando avrò tempo da perdere, magari lo riprendo in mano:)

    said on 

  • 5

    Stupore! Sono colto da profondo stupore che una persona, un essere umano come me, con braccia e gambe come me, ma a differenza di me con un intelletto fuori dal comune, sia riuscito a scrivere una cos ...continue

    Stupore! Sono colto da profondo stupore che una persona, un essere umano come me, con braccia e gambe come me, ma a differenza di me con un intelletto fuori dal comune, sia riuscito a scrivere una cosa così immaginifica, sorprendente, con intrecci al limite della più complessa equazione matematica, un'infinità di personaggi definiti nei dettagli più profondi, che una persona così sia riuscita a creare un universo letterario immaginario ma non completamente inverosimile. Non so che altro dire. Stupore!

    said on 

  • 1

    ke fatica.... 5 mesi ed una settimana. Il problema non sono le 1.200 pagine, non è la prima volta che mi avventuro in queste esperienze... non è mai scattata la scintilla. Per principio se comincio un ...continue

    ke fatica.... 5 mesi ed una settimana. Il problema non sono le 1.200 pagine, non è la prima volta che mi avventuro in queste esperienze... non è mai scattata la scintilla. Per principio se comincio una lettura la porto a termine ma, la lettura è stata da subito faticosa. La trama, il linguaggio, lo stile non mi hanno mai coinvolto ed il tutto si è ridotto alla volontà. Volontà di arrivare alla fine ed esserci arrivato è l'unica soddisfazione che mi ha lasciato. Poi posso dire che alcuni capitoli sono stati carini, che sicuramente descrive in modo superrealistico ed interessante alcuni spaccati sociali (estremi) ma.... come alla fine di una tapasciata, soddisfatto di essere arrivato al traguardo....

    said on 

  • 4

    c'ho messo più di un mese.

    comunque mentre lo leggevo pensavo che sto libro è un po' come avere una ragazza che fa l'amore come nessun'altra, che è simpaticissima e intelligentissima, però ha il vizio ...continue

    c'ho messo più di un mese.

    comunque mentre lo leggevo pensavo che sto libro è un po' come avere una ragazza che fa l'amore come nessun'altra, che è simpaticissima e intelligentissima, però ha il vizio non trascurabile di cacare dappertutto. scoreggia e caca per terra e non pulisce mai e ti fa pulire tutto e tu sopporti tutto questo e la puzza atroce che c'è a casa tua perché davvero quando non caca lei è una di quelle che ne vale la pena, però prima o poi bisogna lasciarla per la sua strada. tipo che se tu devi uscire di fretta e lei caca in salotto e tu non hai il tempo per pulire allora apri la finestra per far cambiare un po' l'aria e poi esci a lavorare e torni la sera che casa tua è piena di mosche.

    le note le ho trovate davvero insopportabili, però come vedete le cose buone ci sono ma c'è anche della merda.
    http://i.imgur.com/psBoXIb.jpg

    eppure mi rivedo tra vent'anni quando ne avrò 45 a riprendere questo stesso volume di IJ e rileggere ogni singola frase evidenziata segnapagina dopo segnapagina e ridere e rimetterlo al suo posto e pensare: "ma va cagare và".

    [in realtà sarebbero quattro stelle perché davvero ci sono passaggi bellissimi e a ripensarci davvero vale la pena leggere tutto il libro per la parte centrale che è straordinaria. però poi subito dopo penso che sono solo un centinaio di pesci in mezzo all'oceano che è vastissimo e allora cento cose diventano poche]

    (edit del giorno dopo: no ok, metto quattro stelle davvero. ci sto ripensando in continuazione e boh ho la sensazione che davvero sarà considerato uno dei libri più importanti di sempre. è semplicemente così vero, descrive perfettamente i giorni nostri da quando siamo tutti collegati no? si studierà a scuola sicuramente sta roba.
    e poi ora che ci penso pemulis e suo padre...
    sì dai, quattro stelle, ma non di più)

    said on 

  • 5

    Libro della vita e della Vita.

    Tutto il resto è detto nelle precedenti recensioni a 5 stelle. Aggiungo (ma forse è stato già detto): crea dipendenza emotiva, affettiva e intellettiva: non parlerei d'altro, non farei altro che rileg ...continue

    Tutto il resto è detto nelle precedenti recensioni a 5 stelle. Aggiungo (ma forse è stato già detto): crea dipendenza emotiva, affettiva e intellettiva: non parlerei d'altro, non farei altro che rileggerlo.

    said on 

  • 5

    Ci sono voluti 6 mesi: 3 di adattamento e poi finalmente 3 di affezione.
    Perchè leggere Infinite Jest? Perchè inoltrarsi in un rovo letterario di quasi 1200 pagine più altre 100 di note? Un libro che ...continue

    Ci sono voluti 6 mesi: 3 di adattamento e poi finalmente 3 di affezione.
    Perchè leggere Infinite Jest? Perchè inoltrarsi in un rovo letterario di quasi 1200 pagine più altre 100 di note? Un libro che per leggerlo/reggerlo servono 2 mani.
    È bellissimo. Non puoi confonderlo con un passatempo. Non è un libro da sfruttare cagando. Fai fatica. Ci devi mettere passione e impegno. Non finisce all'ultima pagina, ma te lo porti dentro e ne senti il peso. Ti ritrovi con il fiatone e non hai capito quando è iniziato. Non devi arrenderti se alla 300esima pagina non sai ancora di cosa sta parlando. La storia c'è ma bisogna viverla come un'atmosfera. Devi
    entrare nel suo mondo; farsi rapire dal genio e cogliere l'ordine nella follia.
    Ti stupisce con la sua reale ironia, con il suo grottesco 21° secolo, distopico tra virgolette.
    Un (anzi il) colosso sull'intrattenimento in ogni forma reale e immortale. Passato alla storia appena edito perchè non esiste nient'altro come questo.
    Leggetelo.

    said on 

  • 0

    Non è che non scriva bene ma è... logorroico. La parola non gli basta mai, le descrizioni non sono mai abbastanza dettagliate. Ci vuole mettere dentro tutto ma non sembra essere mai convinto di aver s ...continue

    Non è che non scriva bene ma è... logorroico. La parola non gli basta mai, le descrizioni non sono mai abbastanza dettagliate. Ci vuole mettere dentro tutto ma non sembra essere mai convinto di aver scritto abbastanza. Sembra scrivere per sè, per spiegarsi quello che gli erutta in testa.
    La mia curiosità ha ceduto dopo il primo centinaio di pagine di personaggi al solito presi fra droga e disagio sociale. E una prospettiva di altre 300 pagine prima che qualche filo si annodasse.

    Consiglio il suo discorso ai laureati del 2008 ma l'infinite jest del titolo, se c'è, dev'essere una risata amara e prettamente americana.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by
Sorting by