Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La buona società

Di

Editore: Neri Pozza

3.8
(93)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 399 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8854504467 | Isbn-13: 9788854504462 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Massimiliano Morini

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La buona società?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    "I vecchi tempi, come diceva sempre mio padre: se non stai attento, ti sventrano come un pesce."

    Molti accusano Towles di aver creato una protagonista, Katey, che pensa ed agisce come un uomo. Una donna nella New York degli anni ’30 non poteva essere così indipendente ed emancipata.
    Non mi sento di condividere questa critica. La bellezza di questo romanzo, più che nella caratterizzazio ...continua

    Molti accusano Towles di aver creato una protagonista, Katey, che pensa ed agisce come un uomo. Una donna nella New York degli anni ’30 non poteva essere così indipendente ed emancipata.
    Non mi sento di condividere questa critica. La bellezza di questo romanzo, più che nella caratterizzazione dei personaggi, sta nell’ambientazione storica e geografica. New York è descritta come una brillante stella nascente, ricca di possibilità e di stimoli ma anche piena di contraddizioni e di incoerenze. Una città nel fiore della sua espansione e che sprigiona al massimo il sogno americano. Katey, per quanto appunto intraprendente e audace, è vittima del destino e dei suoi infiniti giri. Questo è un altro punto forte del romanzo: pur avendo conosciuto Tinker, giovane ambizioso e di successo, le loro strade sono destinate a correre parallele senza incontrarsi. Katey è padrona della sua vita, indubbiamente ha un carattere molto forte, ma ci sono cose che neppure lei può modificare.
    Davvero un bel romanzo, un esordio affascinante.
    Curiosità: il libro si apre con il racconto di una mostra fotografica di Walker Evans avvenuta nel 1966. La mostra è un evento realmente accaduto e le foto che aprono ogni capitolo, appartengono appunto a questa collezione.

    ha scritto il 

  • 2

    Un racconto dettagliato e preciso dei ruggenti anni venti americani che purtroppo si perde.
    In alcuni momenti sembra solo un romanzo storico se non avesse la pretesa di essere anche introspettivo e dalle note romantiche.
    Un po' una delusione, almeno per me.

    ha scritto il 

  • 3

    romanzo gradevole, che peró talvolta assomiglia fin troppo a un esercizio di stile di tipo filologico, mirato a ricostruire con precisione e dovizia di particolari la New York dei tardi anni trenta. l'ambientazione funziona, la lingua é adeguata e ricalcata sui migliori modelli d'epoca, ci sono ...continua

    romanzo gradevole, che peró talvolta assomiglia fin troppo a un esercizio di stile di tipo filologico, mirato a ricostruire con precisione e dovizia di particolari la New York dei tardi anni trenta. l'ambientazione funziona, la lingua é adeguata e ricalcata sui migliori modelli d'epoca, ci sono un paio di personaggi potenti, ma manca a mio modo di vedere un pó di passione e di urgenza, inoltre la voce narrante é quella di un personaggio femminile ma difficilmente ci si libera dal sospetto che sia l'autore - maschio - a invaderne pensieri e comportamenti (a meno che le ragazze a NY in quegli anni fossero davvero cosí emancipate...), cosa che a volte toglie ulteriore "veritá" al tutto

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro estremamente interessante. Per l' ambientazione: la New York degli anni'30, già affamata dalla depressione ma estremamente vibrante e vitale nel suo contrasto tra ricchi wasp e poveri ma belli decisi, o meglio decise, a farsi strada. Per i personaggi: brillanti, belli, interessanti, tale ...continua

    Un libro estremamente interessante. Per l' ambientazione: la New York degli anni'30, già affamata dalla depressione ma estremamente vibrante e vitale nel suo contrasto tra ricchi wasp e poveri ma belli decisi, o meglio decise, a farsi strada. Per i personaggi: brillanti, belli, interessanti, talentuosi, sfaccettati, ... gli incontri con un gruppo di persone decisamente speciali dà un senso e una direzione alla vita della protagonista ma il bello è che ti piacerebbe tanto incontrarli, farci quattro chiacchiere, entrare nella loro vita. Per la protagonista: è raro che la mano di un uomo sappia tratteggiare così bene una psicologia di donna, piena di realismo e senza luoghi comuni ed è segno di un'abilità non comune. Tutti ottimi motivi per leggere questo libro.

    ha scritto il 

  • 5

    La mia recensione --> http://lafedelibrovora.blogspot.it/2013/05/recensione-l…

    La notte di capodanno tra il 1937 e il 1938 due amiche del cuore, Katey, la nostra narratrice, e la frizzante Eve incontrano in un bar un uomo affascinante, educato e molto generoso ...continua

    La mia recensione --> http://lafedelibrovora.blogspot.it/2013/05/recensione-la-buona-societa-di-amor.html

    La notte di capodanno tra il 1937 e il 1938 due amiche del cuore, Katey, la nostra narratrice, e la frizzante Eve incontrano in un bar un uomo affascinante, educato e molto generoso, Tinker. Il 1938 si prospetta come un anno splendido che le due donne trascorreranno in perenne "lotta" per cercare di accaparrarsi le attenzioni di questo giovane così appetibile. Tuttavia il destino ci mette lo zampino e Katey, senza che le venga chiesto esplicitamente, capirà di non poter più avanzare nessuna pretesa su quell'uomo, pur essendone innamorata.
    Inizia così per la nostra protagonista un anno di rivoluzione per la sua vita: si troverà spesso di fronte ad un bivio, con la consapevolezza che qualsiasi strada sceglierà, l'altra le sarà preclusa per sempre.
    Ma Katey vive a New York, una città ricca di possibilità, soprattutto alla fine degli anni '30.
    L'ambientazione è davvero straordinaria, la protagonista si muove tra ristoranti alla moda, jazz club, negozi dalle vetrine luccicanti e sfarzose. Vengono descritti in maniera vivida palazzi, case, parchi e chiese i cui nomi sono noti a tutti e che sono ormai entrati nel mito, ma per la nostra protagonista sono realtà quotidiana perchè lei vive New York al culmine del suo splendore, quando la leggenda nasce.
    La protagonista è molto arguta e spiritosa, le sue osservazioni spesso strappano un sorriso.
    Il romanzo vuole raccontare un anno della sua vita ma in realtà, attraverso i tanti incontri di Katey, vuole anche essere una panoramica di tutti i "tipi" che popolavano New York in quel periodo storico: ci sono l'arrampicatrice sociale, l'artista incompreso, la riccona che dispensa favori, l'editore ambizioso ed eccentrico, il "figlio di papà" che pensa solo a divertirsi, l'uomo per bene e che tutte le donne desidererebbero.
    L'autore gioca molto con gli stereotipi perchè tutti questi personaggi, nel corso del libro, svelano lati insospettabili del loro carattere.
    Il mix tra la storia appassionante della protagonista e l'atmosfera irresistibile che trasuda da queste pagine, rende "La buona società" una lettura imperdibile per gli amanti della Grande Mela, non posso che consigliarlo a tutti!!

    ha scritto il 

  • 3

    non memorabile, ma dignitoso e godibile; avevo voglia di leggere qualcosa di leggero ma che non fosse troppo superficiale e mi è andata bene. Eppoi la New York che fa da sfondo è davvero fascinosa.

    ha scritto il 

  • 5

    Un vero capolavoro...leggi di una new york degli anni trenta che ti ammalia con i suoi amori, le sue luci, i suoi riti e la sua cafè society...
    vale la pena di leggerlo

    ha scritto il 

  • 0

    Questa storia, ambientata a New York nei ruggenti anni ’30, in una bolla temporale pre-Grande Depressione, racconta la scalata al mondo della buona e ricca società newyorkese di Evelyn Ross e Katey Kontent, due ragazze di modeste origini affrancate da un’avvenenza indiscutibile che nella notte di ...continua

    Questa storia, ambientata a New York nei ruggenti anni ’30, in una bolla temporale pre-Grande Depressione, racconta la scalata al mondo della buona e ricca società newyorkese di Evelyn Ross e Katey Kontent, due ragazze di modeste origini affrancate da un’avvenenza indiscutibile che nella notte di Capodanno, in un mediocre locale del Greenwich Village, incontrano il principe azzurro bello, affascinante, elegante e ricco che ogni ragazza sogna di incontrare.

    ha scritto il