Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La bussola d'oro

Queste oscure materie

Di

Editore: TEA

4.1
(5323)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 354 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Chi tradizionale , Catalano , Tedesco , Giapponese , Portoghese , Svedese , Olandese , Ceco

Isbn-10: 8878186821 | Isbn-13: 9788878186828 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Marina Astrologo , Alfredo Tutino

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace La bussola d'oro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lyra vive al Jordan College di Oxford. Ma il mondo di Lyra è ben diverso dal nostro. Oltre l'Oceano c'è l'America, ma lo Stato più importante di quel continente si chiama Nuova Francia; giganteschi orsi corazzati regnano sull'Artico; lo studio della natura viene chiamato 'teologia sperimentale'. E soprattutto ogni essere umano ha il suo daimon: un compagno, una parte di sé di sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno deve temere la solitudine. Ma questo mondo sta per attraversare un periodo critico...
Ordina per
  • 1

    fatica!

    Mi farò odiare da tutti gli amanti di questo libro, ma grazie a dio non siamo tutti uguali e questa è la mia più sincera opinione.
    Questo è il secondo libro della trilogia e devo dire che mi ha un po deluso.
    Non è di facile lettura, un po macchinoso e spesso mi sono dovuta forzare, ta ...continua

    Mi farò odiare da tutti gli amanti di questo libro, ma grazie a dio non siamo tutti uguali e questa è la mia più sincera opinione.
    Questo è il secondo libro della trilogia e devo dire che mi ha un po deluso.
    Non è di facile lettura, un po macchinoso e spesso mi sono dovuta forzare, tanto che questo ha creato una sorta di resistenza inducendomi ad abbandonare il libro varie volte.
    Giunta alla fine non ho pensato "Wow che figata" bensì "Per fortuna che l'ho finito".
    La storia si svolge nel nostro mondo dove entra in scena Will, che sarà fondamentale quanto Lyra nella conclusione di questa storia.
    Balzeranno da un mondo all'altro per proteggersi dai "grandi" perché i pericoli per questi due vengono da tutte le parti.
    Verremo a conoscenza di altri personaggi interessanti, come per esempio la scienziata Malone che ho trovato molto carismatica e complessa allo stesso tempo.
    Però per quanto riguarda tutto il resto, spesso mi sono domandata dove cavolo voleva andare a parare.
    Non perché l'ho trovato banale ma perché era macchinoso, meno scorrevole del primo e sicuramente meno avvincente.
    Dov'è finito Yorek? Che fine ha fatto la ragazza combattente? Dove diavolo è finita tutta l'avventura meravigliosa che ho vissuto nel primo?
    Volatilizzata!
    Non so come mai, ma l'entrata degli angeli in questo libro mi è parsa anche un po troppo... banale!
    Non so se mi spiego.
    Ho capito caro Pullman a chi vuoi fare la critica si.
    Non ti preoccupare che anche senza gli Angeli era comprensibile.
    Piena di personaggi, pieno di vicende che si incastrano e si mescolano fra loro, è stato come guardare una foto di "Dov'è Waldo" , dove ognuno ha il suo ruolo ma tutto è un po confuso e devi trovare l'ago nel pagliaio.
    Un formicaio praticamente.
    Ma d'altro canto si capisce che è il preludio alla guerra, quindi sono come i lampi in lontananza che preparano il cielo alla tempesta.
    Spero vivamente che il terzo sia migliore altrimenti andrà a finire fra i Libri da scambiare al più presto!

    ha scritto il 

  • 0

    Un giudizio a due facce.

    ....sono troppo vecchio per impazzire per storie troppo per ragazzi. Protagonista perfetta, sempre con la risposta giusta e infallibile nelle sue imprese, storia molto lineare senza co-protagonisti autonomi, banalità a destra e a manca. si vede che è consigliato per ragazzi di circa 8 anni.
    ...continua

    ....sono troppo vecchio per impazzire per storie troppo per ragazzi. Protagonista perfetta, sempre con la risposta giusta e infallibile nelle sue imprese, storia molto lineare senza co-protagonisti autonomi, banalità a destra e a manca. si vede che è consigliato per ragazzi di circa 8 anni.
    Però.... c'è un però. Ed è pure grosso.
    di questo libro ho apprezzato la distopia e lo stravolgimento di fondo della realtà, una rivisitazione del mondo di metà secolo con diverse cose interessanti. Per esempio ho apprezzato molto la "decostruzione" della Chiesa e la sua critica che sottostà a molte parti del libro. Come d'altronde mi sono piaciuti tutti quei riferimenti diretti e a quei dialoghi sulla libertà di coscienza che spuntano come funghi.
    Altra cosa che mi è piaciuta: la costruzione di quel Daimon che mi pare una parodia dell'anima, del nostro destino o della nostra rappresentazione che noi abbiamo di noi stessi o che dimostriamo alle altre persone.
    Diversi elementi che non sono poi così da bambini ma che elevano il racconto su piani più alti e più intriganti.
    Leggerò il secondo? Forse...

    ha scritto il 

  • 4

    Prima prova superata per "Queste oscure materie"

    E' da un po' che mi diletto nella lettura di libri per ragazzi, vuoi per recuperare quello che mi sono perso in età più giovane, vuoi perché trovo che alcuni di questi libri nascondano significati molto profondi. Devo dire che dopo la saga di Harry Potter il pensiero di non poter trovare fancilme ...continua

    E' da un po' che mi diletto nella lettura di libri per ragazzi, vuoi per recuperare quello che mi sono perso in età più giovane, vuoi perché trovo che alcuni di questi libri nascondano significati molto profondi. Devo dire che dopo la saga di Harry Potter il pensiero di non poter trovare fancilmente qualcosa allo stesso livello mi ha un po' depresso. Però ho deciso di non cambiare genere e ho iniziato la trilogia "Queste oscure materie". L'ho abbastanza divorato e apprezzato sin dall'inizio ma penso che solo nell'ultima parte mi abbia conquistato perché da risposte ma allo stesso tempo apre le porte ad interrogativi che fanno venir voglia di continuare a leggere anche i successivi capitoli.
    Il punto di forza de La bussola d'oro è che crea un mondo completamente inedito ma quasi speculare rispetto a quello reale. Questo da vita a idee geniali come quelle del daimon e della critica alla Chiesa, ma potrebbe anche essere un punto di debolezza nel momento in cui questa storia di un mondo parallelo rimanga fine a se stessa e non mi dia un riscostro reale, cosa che, secondo me, anche i libri più fantascientifici del mondo devono fare.
    Diciamo che non sono ancora un fan sfegatato di quest'altra saga, ma sicuramente l'approccio è stato positivo e continuerò a leggerla.

    ha scritto il 

  • 3

    El mundo de ciencia ficción creado por Phillip Pullman no me ha terminado de llegar, salvando el aletiómetro y la existencia de los daimonions, parece un mundo creado a base de corta y pega; ahora meto unas brujas, un hombre con un globo aerostático, los "giptanos", un reino de osos, unos tártar ...continua

    El mundo de ciencia ficción creado por Phillip Pullman no me ha terminado de llegar, salvando el aletiómetro y la existencia de los daimonions, parece un mundo creado a base de corta y pega; ahora meto unas brujas, un hombre con un globo aerostático, los "giptanos", un reino de osos, unos tártaros...etc. No me parece sólido.
    Quizás lo más contundente es la crítica a la iglesia y el poder que ejerce detrás de toda la historia.

    ha scritto il 

  • 5

    Avventuroso ed entusiasmante!

    Dopo anni di resistenza, finalmente compro e leggo questo romanzo e ne resto entusiasta. E' scritto molto bene, ma soprattutto contiene una varietà di personaggi bellissimi, dipinti con le pennellate di un impressionista, che rendono la storia ancora più interessante.
    Il mondo parallelo di ...continua

    Dopo anni di resistenza, finalmente compro e leggo questo romanzo e ne resto entusiasta. E' scritto molto bene, ma soprattutto contiene una varietà di personaggi bellissimi, dipinti con le pennellate di un impressionista, che rendono la storia ancora più interessante.
    Il mondo parallelo di Lyra è curioso, come le streghe e i voli sullo Zeppelin.
    Mi è piaciuto così tanto che sto già leggendo il seguito, "La lama sottile".

    ha scritto il 

  • 3

    Ok, continuerò la saga!

    Diciamo che ci sono alcune cose che non mi hanno convinto di questo libro. La storia mi è piaciuta, alcune descrizioni però no e mi hanno fatto perdere il ritmo. In alcuni casi non sono riuscito ad immaginarmi bene le scene, cosa molto importante per me. Tuttavia mi sono affezionato a Lyra ed al ...continua

    Diciamo che ci sono alcune cose che non mi hanno convinto di questo libro. La storia mi è piaciuta, alcune descrizioni però no e mi hanno fatto perdere il ritmo. In alcuni casi non sono riuscito ad immaginarmi bene le scene, cosa molto importante per me. Tuttavia mi sono affezionato a Lyra ed al suo diamon, sono curioso di vedere come prosegue la storia.

    ha scritto il 

Ordina per