Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La caccia

Duds Hunt

Di

Editore: Mondadori

3.6
(85)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 152 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804578335 | Isbn-13: 9788804578338 | Data di pubblicazione: 

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace La caccia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Appena uscito dal riformatorio, il giovane Nakanishi si accorge presto di non essere il tipo adatto a un lavoro da impiegato. La vita inizia a diventare stressante e, per liberarsi dalle preoccupazioni, accetta la proposta di un misterioso anonimo che gli propone con una mail di partecipare a un gioco: Duds Hunt. Un telefonino, un localizzatore che permette di stanare gli altri giocatori (ma anche di essere stanato), un folle premio in denaro, una sola regola: non ci sono regole. Ogni colpo è consentito in questo feroce gioco a eliminazione, a metà tra Fight Club e Battle Royale, diabolicamente concepito con uno scopo ben preciso...
Ordina per
  • 4

    Una buona prima prova.

    Semplice, ma comunque efficace: violenza inconsulta e immotivata, violenza ironicamente piú motivata – e se il Giappone fosse davvero cosí, bisognerebbe starne ben bene alla larga... o forse, s’aggiungerebbe un motivo in piú, per andarci in pellegrinaggio!
    Comunque, come sempre ridicola, la ...continua

    Semplice, ma comunque efficace: violenza inconsulta e immotivata, violenza ironicamente piú motivata – e se il Giappone fosse davvero cosí, bisognerebbe starne ben bene alla larga... o forse, s’aggiungerebbe un motivo in piú, per andarci in pellegrinaggio!
    Comunque, come sempre ridicola, la frase (in copertina) che deve richiamare al noto e all’occidentale: qui Fight Club – l’unica patente che permette di poter giudicare bene qualcosa che viene da un paese lontano, e misterioso, e incomprensibile... e che noia!

    ha scritto il 

  • 3

    E la decima vittima?

    Sin dall'introduzione si citano riferimenti ad altre opere quali Fight Club (poco) e Battle Royale (abbastanza) ma in realtà non finisce qui poichè alcune strisce ricalcano scene di Arancia Meccanica mentre l'idea di fondo rimanda al mitico racconto di Sheckley La Decima Vittima.
    Dunque, be ...continua

    Sin dall'introduzione si citano riferimenti ad altre opere quali Fight Club (poco) e Battle Royale (abbastanza) ma in realtà non finisce qui poichè alcune strisce ricalcano scene di Arancia Meccanica mentre l'idea di fondo rimanda al mitico racconto di Sheckley La Decima Vittima.
    Dunque, ben poco appare originale in questo fumetto.
    Non essendo poi un esperto di manga, non sono stato in grado di cogliere un significativo tratto grafico che distingua l'autore dai canoni classici del fumetto nipponico.
    Insomma, una storia che si lascia leggere ma che sembra di conoscere già dalle prime pagine e procede verso un finale scontato in attesa di un coup de theatre che, però, non arriverà.

    ha scritto il 

  • 4

    Vendetta e violenza

    La caccia è una storia di vendetta e violenza, narrata ed illustrata con sapore cinematografico: inquadrature incalzanti, dialoghi scarni per lo più attraverso chat e sms, azione a ritmo sincopato come in un videogame. Non si tratta di una storia particolarmente complessa, e neppure di col ...continua

    La caccia è una storia di vendetta e violenza, narrata ed illustrata con sapore cinematografico: inquadrature incalzanti, dialoghi scarni per lo più attraverso chat e sms, azione a ritmo sincopato come in un videogame. Non si tratta di una storia particolarmente complessa, e neppure di colpi di scena strabilianti: fin dalle prime pagine ci accorgiamo che Nakanishi è un antieroe, un teppista senza ideali, e che la sua è una battaglia priva di valore, motivata soltanto dal desiderio di arricchirsi.
    Un manga che si legge tutto d'un fiato, assaporando ogni pugno e schizzo di sangue, fino all'atteso e irreparabile finale.

    La mia recensione completa su http://librisucculenti.blogspot.it/2012/03/la-caccia-anno-i-lettura-24.html

    ha scritto il 

  • 0

    La storia si sviluppa e cresce inesorabile, mentre i personaggi scoprono piano piano la vera durezza e spietatezza di un gioco che hanno scelto loro di giocare. Un piccolo romanzo grafico adrenalinico, concepito con una carica autoriale notevole e con una freschezza narrativa invidiabile.
    U ...continua

    La storia si sviluppa e cresce inesorabile, mentre i personaggi scoprono piano piano la vera durezza e spietatezza di un gioco che hanno scelto loro di giocare. Un piccolo romanzo grafico adrenalinico, concepito con una carica autoriale notevole e con una freschezza narrativa invidiabile.
    Un percorso che va dallo sfogo delle frustrazioni del protagonista al turbine di un gioco da cui non si torna indietro, fino a svelare coincidenze e colpi di scena incredbili...

    Continua su Flashfumetto:
    http://www.flashfumetto.it/approfondimenti/recensioni_pagina/pg-140

    ha scritto il 

  • 4

    una ragazza ha molte personalità ed un segreto.


    un'altra ha un padre che è stato pestato a sangue da sconosciuti.


    un ragazzo ha un temperamento violento e il bisogno di sfogarlo.


    duds hunt è un gioco di caccia, in cui devi privare i tuoi concorrenti dei loro cellulari, che ra ...continua

    una ragazza ha molte personalità ed un segreto.

    un'altra ha un padre che è stato pestato a sangue da sconosciuti.

    un ragazzo ha un temperamento violento e il bisogno di sfogarlo.

    duds hunt è un gioco di caccia, in cui devi privare i tuoi concorrenti dei loro cellulari, che rappresentano un trofeo, metaforico ed economico.

    sarà anche breve, ma vale tutta la pena di leggerlo. la 'regia' è curatissima, il taglio delle scene eccezionale, la trama mirabile.
    sarà anche violento, ma in misura nemmeno lontanamente paragonabile alla realtà.

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro sicuramente inconsueto, strutturato anche tipograficamente come un manga giapponese: si sfoglia da destra verso sinistra, essendo impaginato al contrario, così come da in alto a destra verso sinistra e poi in basso si seguono le vignette dei fumetti.
    E’ stata la mia prima esperienz ...continua

    Un libro sicuramente inconsueto, strutturato anche tipograficamente come un manga giapponese: si sfoglia da destra verso sinistra, essendo impaginato al contrario, così come da in alto a destra verso sinistra e poi in basso si seguono le vignette dei fumetti.
    E’ stata la mia prima esperienza con i manga; strutturalmente ben concepita la storia, certamente abbastanza violenta ma mai disgustosa o splatter. I disegni sono dinamici e ben fatti, con tagli interessanti e inquadrature quasi filmiche. La storia ruota attorno alla spietata vendetta personale e a un gioco, una caccia tecnologica all’ultimo sangue, forse un’idea non del tutto nuova ma qui sviluppata in modo sicuramente apprezzabile. Il finale sembra lasciare uno spiraglio per un’eventuale evoluzione della storia, una storia da cui si potrebbe anche trarre una sceneggiatura cinematografica, se opportunamente sviluppati e ampliati certi temi interessanti (in fondo l’arco delle vicende narrate attraversa diversi anni).

    ha scritto il