Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La camera chiusa

Romanzo su un crimine

Di ,

Editore: Sellerio (La memoria; 828)

3.9
(362)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Tedesco , Svedese , Francese , Olandese

Isbn-10: 8838924961 | Isbn-13: 9788838924965 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Renato Zatti ; Prefazione: Hakan Nesser

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La camera chiusa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È una giornata assolata a Stoccolma e in una banca del centro riesce una rapina solitaria. Autore, sembra, una donna giovane. Questa, in fuga con il ricco bottino, ha fulminato con un colpo di pistola il solito che cercava di fare l'eroe. "Bulldozer" Olsson, entusiasta ed accanito procuratore, è sicuro che il colpo sia parte di un elaborato piano criminoso. Dietro questa ipotesi sguinzaglia la squadra speciale. Lo stesso giorno, Martin Beck, appena uscito da una lunga convalescenza e moralmente a pezzi come il suo matrimonio, da solo, senza i suoi, inizia a indagare su uno strano fatto. Un cadavere è stato rinvenuto in un monolocale: un anziano indigente, una pallottola gli ha spaccato il cuore. La camera è internamente chiusa, e il caso si avvia ad essere frettolosamente archiviato come suicidio; ma allora, dov'è l'arma? Metodico, implacabile e triste, mentre gli altri elaborano trappole clamorose, Martin affronta l'enigma da camera chiusa. Nessuno crederebbe che la rapina e il cadavere misterioso siano le due facce dello stesso imbroglio. Solo lui e forse perché si sente anch'egli dentro una camera chiusa. Per chi volesse conoscere cosa sia davvero «il poliziesco procedurale» e perché Sjòwall e Wahlòò ne sono considerati il re e la regina, questo nuovo romanzo della serie è la lettura adatta. C'è il coro rumoroso dei poliziotti, con le loro capricciose personalità; c'è la galleria variegata dei personaggi; e c'è la razionalità di un'indagine dalla logica metodica.

Ordina per
  • 4

    "上鎖的房間裡的老人死亡之謎"
    謀殺專門店005

    這個故事很特別
    特別之處很多
    1.開頭的女性搶銀行很有開場震撼
    2.銀行搶案和密室兇殺案的雙軌敘述
    3.用社會寫實的方式陳述了戰後瑞典的社會氛圍
    4.荒謬但可能卻更接近現實生活的警察辦案和法庭審判描述
    5.上鎖的房間指的不只是殺人案件,也暗指警探的心房
    整體而言還蠻有可看性的,尤其是一些社會寫實的諷刺

    看時有感覺的地方:
    P13~15:四個銀行搶案的目擊證人,證詞卻完全不一致(哈~難以想像但卻可能現實便是 ...continua

    "上鎖的房間裡的老人死亡之謎"
    謀殺專門店005

    這個故事很特別
    特別之處很多
    1.開頭的女性搶銀行很有開場震撼
    2.銀行搶案和密室兇殺案的雙軌敘述
    3.用社會寫實的方式陳述了戰後瑞典的社會氛圍
    4.荒謬但可能卻更接近現實生活的警察辦案和法庭審判描述
    5.上鎖的房間指的不只是殺人案件,也暗指警探的心房
    整體而言還蠻有可看性的,尤其是一些社會寫實的諷刺

    看時有感覺的地方:
    P13~15:四個銀行搶案的目擊證人,證詞卻完全不一致(哈~難以想像但卻可能現實便是如此)
    P140:眾所周知的,好運和惡運總是此消彼長,所以當一個人走了楣運,一定有另外一個人在走好運;反過來說也是一樣的
    莫里森自認不論好運和惡運他都負擔不起,所以他很少去碰運氣
    P172~177:好笑的警察攻堅行動
    P233~250:神奇但很有魅力的女房東李.尼爾森(描述的很有特色)
    P275:莫妮塔開始不時地看求職欄的廣告,並且詢問工作情況.整個過程中她不斷醞釀一個主要的問題:她可以做什麼來換取一些金錢?她知道要從根本上改變目前的情形將會需要很多錢,她要賺到出國所有的費用.她越來越不甘心,並且開始憎恨這個社會,它不斷地誇耀少數特權階級的繁榮景象,而實際上大多數人的全力就只是在運轉的機器中重複單調的工作
    她腦子裡不斷地想著一些賺錢的方式.她發現這是個無解的問題,用正當的管道是完全不可能賺這麼多錢的;就算她有工作,扣掉所得稅.租金和食物的開銷後也所剩無幾
    她賭足球彩票贏的機會也是微乎其微,但是,每個星期她還是繼續買三十二張的聯票,只是要繼續保持希望(好寫實><)
    P421~422:莫里森反而因為沒做的銀行搶案被判無期徒刑,有做的上鎖房間殺人案卻被判不成立,真是荒謬的現實和判決,哈,但卻可能是現實的真相><

    ha scritto il 

  • 5

    L'amarognolo della critica sociale viene compensato dal dolce della satira.Il gusto è sempre ottimo, ma siamo al limite. Enigma, ironia e gioco divertono e appassionano.Ottimo.

    ha scritto il 

  • 4

    VIII Indagine di Martin Beck

    Ma la realtà va a rovescio?
    Il povero Martin rientra ancora psichicamente convalescente dalla sua più brutta disavventura (l'uomo sul tetto) e si vede affidare un caso alla Edgardo Allan Poe, la camera dove è stato assassinato un pensionato è chiusa dall'interno e non esiste via d'uscita. ...continua

    Ma la realtà va a rovescio?
    Il povero Martin rientra ancora psichicamente convalescente dalla sua più brutta disavventura (l'uomo sul tetto) e si vede affidare un caso alla Edgardo Allan Poe, la camera dove è stato assassinato un pensionato è chiusa dall'interno e non esiste via d'uscita.
    Mai come in questo libro, la polizia svedese è pasticciona: l'irruzione in casa dei banditi sembra uscita da un film di De Funes od orchestrata dall'ispettore Cluseau. Il procuratore della repubblica è una macchietta che ricorda il duo Dupont e Dupond di Tinta Tin.
    La critica alle istituzioni è così accanita da sembrare, oggi, fuori luogo e sconfinare anch'essa nel ridicolo. L'indagine però si sviluppa con la solita maestria del duo svedese e il libro si gusta tutto d'un fiato.

    ha scritto il 

  • 3

    ho impiegato diversi giorni a finirlo

    vuoi per una mia "crisi" di lettura, vuoi perché comunque è scritto in modo poco scorrevole, ma alla fine non mi sono arresa e l'ho terminato.......un po' "confusionato" ma carino

    ha scritto il 

  • 4

    Secondo incontro per me, con la coppia Sjowall & Wahloo, un bel libro ambientato negli anni '70 in una Svezia che veniva ritenuta un paese modello e che invece abbonda di suicidi, criminalità e tutto quello che ne consegue.
    "E se non si trattava di suicidio, ciò rendeva la cosa ancor più i ...continua

    Secondo incontro per me, con la coppia Sjowall & Wahloo, un bel libro ambientato negli anni '70 in una Svezia che veniva ritenuta un paese modello e che invece abbonda di suicidi, criminalità e tutto quello che ne consegue.
    "E se non si trattava di suicidio, ciò rendeva la cosa ancor più imbarazzante. La cosidetta società del benessere infatti abbonda di malati, indigenti e di persone sole che, nei casi migliori, vivono di cibo per cani e che vengono abbandonate a loro stesse finchè deperiscono e muoiono in quelle topaie delle loro case."
    Un bel personaggio il commissario di polizia Martin Beck, un po' in secondo piano in questo libro, un caso anomalo che risolverà con pazienza e acume.
    I luoghi e i personaggi sono ben descritti, anche se in alcune situazioni i colleghi del commissario mi hanno fatto ricordare il film "Scuola di Polizia", e ho trovato la cosa un po' esagerata, però è una bella storia, secondo me.

    ha scritto il 

  • 4

    Dedico questa piccola nota a chi pensa che i gialli della coppia Sjowall-Wahloo siano noiosi e tristi: basterebbero solamente le pagine dedicate all'irruzione della polizia in un covo di malviventi (tra le più divertenti che abbia mai letto in un giallo) ed il maldestro agire del procuratore Bull ...continua

    Dedico questa piccola nota a chi pensa che i gialli della coppia Sjowall-Wahloo siano noiosi e tristi: basterebbero solamente le pagine dedicate all'irruzione della polizia in un covo di malviventi (tra le più divertenti che abbia mai letto in un giallo) ed il maldestro agire del procuratore Bulldozer, perennemente entusiasta e attivo, ma completamente inetto, con una incompetenza quasi assoluta.
    Ironia graffiante, un affresco a tutto tondo della società svedese realizzato tramite un meccanismo narrativo perfetto, dove la fa da padrone una giustizia implacabile e infallibile nella sua assoluta imprecisione e casualità: una piccola gemma, da non perdere.

    ha scritto il 

  • 4

    Un mio vecchio compagno di scuola, che frequentava la Scandinavia per lavoro mi raccontava, molti anni fa, che in quei paesi non trovava gente felice. Anzi, secondo lui, c'erano molta più tristezza e depressione che da noi. Molta droga, alcol, delinquenza. Erano gli anni '90. Io facevo il pendola ...continua

    Un mio vecchio compagno di scuola, che frequentava la Scandinavia per lavoro mi raccontava, molti anni fa, che in quei paesi non trovava gente felice. Anzi, secondo lui, c'erano molta più tristezza e depressione che da noi. Molta droga, alcol, delinquenza. Erano gli anni '90. Io facevo il pendolare, viaggiavo in treni arrugginiti, lenti e sporchi e, per quanto riguarda il lavoro, ancora non sapevo che il peggio doveva arrivare. Questo romanzo-poliziesco, o giallo, se preferite, si svolge in Svezia nei primi anni '70. E' un libro abbastanza particolare dove prevale la denuncia sociale degli autori. Sembra che la Svezia, anziche' un'oasi felice (come spesso è stata descritta) fosse un paese allo sbando, vicino ad una deriva autoritaria e dove la maggior parte delle persone fosse, come sosteneva il mio amico, triste, povera, sconfitta ...dalla vita.
    La polizia sembra formata da un insieme di incompetenti, tanti Mr.Bean perfettamente inseriti in una grigia e orribile società capitalista. Il commissario, ovviamente, è diverso: triste e depresso, ma diverso. Comunque, alla fine, giustizia è fatta, più per caso che per le capacità degli investigatori. In questo libro ci sono alcune pagine memorabili. Altre abbastanza noiose. Ma, complessivamente, mi ha lasciato la voglia di leggere altre storie del commissario Beck, forse perchè è un solitario, forse perchè è capace di addormentarsi, anche con una donna nuda e calda, che magari non aveva sonno.
    http://youtu.be/92cwKCU8Z5c

    ha scritto il 

  • 5

    Sicuramente è il romanzo migliore degli autori svedesi, con un plot narrativo decisamente più brillante degli altri, e con critiche sempre più feroci all’autorità e alla gestione dello Stato, da cui emergono inquietanti paragoni tra la società e condizioni economiche svedesi dei primi anni ’70 e ...continua

    Sicuramente è il romanzo migliore degli autori svedesi, con un plot narrativo decisamente più brillante degli altri, e con critiche sempre più feroci all’autorità e alla gestione dello Stato, da cui emergono inquietanti paragoni tra la società e condizioni economiche svedesi dei primi anni ’70 e la crisi mondiale che ci ha recentemente colpito.
    A tale critica si accoppiano descrizioni esilaranti, quale quella dell’irruzione della polizia in un covo di malviventi ed il maldestro agire del procuratore Bulldozer, perennamente entusiasta ma inetto, con una incompetenza quasi assoluta.
    E per questo motivo, unitamente al caso che si diverte ad intervenire, nulla funziona negli avvenimenti descritti in questo libro, nemmeno il finale, dove si fa, sì, giustizia, ma in maniera decisamente obliqua…

    ha scritto il 

Ordina per