La camera d'ambra

Di

Editore: Rizzoli (Bur best sellers)

3.4
(882)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Francese , Catalano

Isbn-10: 8817044148 | Isbn-13: 9788817044141 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace La camera d'ambra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La Torre, l'Alfiere, la Donna, il Cavallo, il Pedone, il Re: sono sei, sono ladri e falsari d'opere d'arte e si fanno chiamare il Gruppo degli Scacchi. Dopo aver messo a segno un grosso colpo in un castello sul lago di Costanza, scoprono che sotto il quadro appena rubato si cela un'altra tela, recante un messaggio cifrato. Una volta interpretato il codice, gli indizi li portano sulle tracce di uno dei più famosi tesori scomparsi della storia: la Camera d'Ambra, il gioiello architettonico costruito con la luminosa resina del Baltico per Federico I di Prussia e visto per l'ultima volta nel 1944 nel castello di Konisberg. In una travolgente girandola di inganni e false rivelazioni, sarà il Pedone, l'infallibile ladra Ana Marìa, ad avvicinarsi di più alla verità nel corso di una caccia al tesoro senza regole e senza scrupoli.
Ordina per
  • 4

    Negli abissi dell’arte.

    Un titolo che fa sognare e l’autrice non delude le aspettative del lettore.
    Questo libro vanta una trama interessante ed è sviluppato con passione e sapienza, in stile -permettetemi di dirlo- Dan Brow ...continua

    Un titolo che fa sognare e l’autrice non delude le aspettative del lettore.
    Questo libro vanta una trama interessante ed è sviluppato con passione e sapienza, in stile -permettetemi di dirlo- Dan Brown.
    Arte e mistero si fondono durante tutta la storia, riuscendo a creare un filone di curiosità che non è possibile spegnere. Il Gruppo degli Scacchi, è il caso di dirlo con un gioco di parole, tiene in scacco il lettore portandolo con sé lungo le vie delle stanze ove trafugare opere, o nel labirinto che conduce direttamente alla storia del periodo bellico. Ogni personaggio ha una particolarità che permette di ricordarlo come se l’avessimo conosciuto il giorno prima e la protagonista sa farsi amare senza troppe remore. Il finale raccoglie la sfida della sorpresa, anche se potrebbe essere -come nel mio caso- facilmente immaginabile.
    È stata una lettura gradevole, una trama che secondo me non si discosta troppo da ipotetiche vicissitudini reali. L’autrice è riuscita anche ad aggiungere piccole lezioni storiche che hanno arricchito il racconto e quindi il libro stesso. Una bella miscela tra avvenimenti reali e inventiva, che a mio parere è il potenziale de “La camera d’ambra”.
    Amo molto i libri che riescono a rammentare fatti accaduti e, in seguito, ricamano sopra di essi un nuovo disegno. È come se un pittore riuscisse a dare colore e nuova vita a un famoso dipinto, senza però deturpare l’opera. E proprio come un bel quadro, questo volume l’ho collocato in bella vista nella mia preziosa libreria.

    ha scritto il 

  • 3

    El salón de ámbar entretiene lo suyo y se devora sin ningún esfuerzo. Sin embargo, pide a gritos más desarrollo, lo que empaña la diversión que sabe proporcionar esta autora. Ya en esta primera entre ...continua

    El salón de ámbar entretiene lo suyo y se devora sin ningún esfuerzo. Sin embargo, pide a gritos más desarrollo, lo que empaña la diversión que sabe proporcionar esta autora. Ya en esta primera entrega, se puede apreciar de todo lo que es capaz, pero se nota la inexperiencia y la falta de profundidad que será solventada en libros posteriores. Sirve para pasar un rato sin más pretensiones. Lo peor, la sensación de que podía dar mucho más de sí.

    Si queréis más datos, la reseña completa aquí ^^:
    http://meitnerio.blogspot.co.uk/2016/05/el-salon-de-ambar-matilde-asensi.html

    ha scritto il 

  • 2

    Da ombrellone

    ... ma io non sono al mare... E forse è per questo che non ho apprezzato la troppa scorrevolezza, la faciloneria, le spiegazioni saccenti, I diaologhi forzati... Decisamente il peggior libro della (fo ...continua

    ... ma io non sono al mare... E forse è per questo che non ho apprezzato la troppa scorrevolezza, la faciloneria, le spiegazioni saccenti, I diaologhi forzati... Decisamente il peggior libro della (forse all'epoca troppo giovane) Asensi.

    ha scritto il 

  • 3

    Lettura leggera e veloce. Si intravedono la mano e la mente che hanno partorito il successivo "L'ultimo Catone", il vero capolavoro della Asensi.
    Questo racconto lungo offre buoni spunti e sicuramente ...continua

    Lettura leggera e veloce. Si intravedono la mano e la mente che hanno partorito il successivo "L'ultimo Catone", il vero capolavoro della Asensi.
    Questo racconto lungo offre buoni spunti e sicuramente avrebbe potuto essere sviluppato in un romanzo corposo e di ampio respiro.

    ha scritto il 

Ordina per