Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La carretera

Per

Editor: Edicions 62

4.3
(9465)

Language:Català | Number of Pàgines: 236 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , German , Italian , Spanish , Portuguese , Dutch , French , Japanese , Chi traditional , Swedish , Slovenian , Chi simplified , Croatian , Galego , Czech , Polish , Hungarian , Korean

Isbn-10: 8429760083 | Isbn-13: 9788429760088 | Data publicació: 

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Do you like La carretera ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
La carretera és la història profundament commovedora del viatge d'un pare i un fill. Tots dos caminen sols per un paisatge apocalíptic on res no es mou, llevat de les cendres arrossegades pel vent. El cel és fosc i el fred és tan terrible que és capaç de trencar les pedres. No tenen res: només una pistola per defensar-se de les bandes violentes que sotgen el camí, la roba que duen posada, un carretó amb menjar recollit de les escombraries... I l'un a l'altre.
Mereixedora del Premi Pulitzer 2007, aquesta magistral novel·la planteja sense embuts un futur on no hi ha esperança, però on un pare i el seu fill, "l'un per l'altre el món sencer", resisteixen per amor. Imponent pel que fa a la profunditat visionària, La carretera és una lúcida meditació sobre el pitjor i el millor de què som capaços: destrucció extrema, tenacitat desesperada i la tendresa que manté dues persones vives enmig de la devastació total.
Sorting by
  • 4

    Il Bene e il Male, il Nulla

    In questo romanzo, che diventa, in maniera inversamente proporzionale, scorrevole man mano che il cammino dei protagonisti si fa più arduo, campeggiano tre nuclei: un mondo disfatto, grigio, incenerit ...continua

    In questo romanzo, che diventa, in maniera inversamente proporzionale, scorrevole man mano che il cammino dei protagonisti si fa più arduo, campeggiano tre nuclei: un mondo disfatto, grigio, incenerito, morto, quasi un'unica lunghissima strada verso il nulla eterno, illuminata a notte e sferzata dalle intemperie; i cattivi, compatta, continua e indistruttibile minaccia declinata in varie sfaccettature, dal brigantaggio squadrista all'orrore del cannibalismo; infine, i buoni, i novelli prometei, che portano con loro il fuoco in una marcia strenua attraverso le avversità, da veri tedofori della speranza (o anche -direi- da atleti paolini, visto il frequente riferimento a Dio con tanto di D maiuscola). Lo stile iconico permette alle immagini di saldarsi con forza nella memoria, creando un sistema di simboli molto efficace.

    dit a 

  • 4

    un libro che lascia disorientati. Per tutto il tempo aspetti che succeda qualcosa, e invece non succede nulla. Come è giusto che sia visto il mondo in cui vivono padre e figlio.
    Fino al finale. Splend ...continua

    un libro che lascia disorientati. Per tutto il tempo aspetti che succeda qualcosa, e invece non succede nulla. Come è giusto che sia visto il mondo in cui vivono padre e figlio.
    Fino al finale. Splendido, magistrale, intenso, breve, commovente... direi perfetto.
    Un rapporto padre-figlio che rispecchia quello di chiunque, anche se non viviamo in un mondo postapocalittico. Due generazioni diverse che vivono assieme senza mai perfettamente capirsi ma entrambi legati da un filo di amore reciproco che non può sciogliersi.

    dit a 

  • 4

    In un mondo post-apocalittico si snoda la strada, unica ragione di vita. Un libro che scava nel senso più profondo del nostro essere al mondo, che ci pone davanti alla caducità ed a volte all'insensat ...continua

    In un mondo post-apocalittico si snoda la strada, unica ragione di vita. Un libro che scava nel senso più profondo del nostro essere al mondo, che ci pone davanti alla caducità ed a volte all'insensatezza dei nostri obiettivi, alla fragilità della struttura sociale e delle nostre idee di umanità. Pur tratteggiando barlumi di speranza qua e là, piccole scintille di vita e di senso del nostro percorso umano, ci lascia imprigionati in un senso di angoscia ineluttabile ed ineludibile. Gran bel libro in definitiva.

    dit a 

  • 5

    Quante volte il senso di una serie di dolorosi avvenimenti ci è chiaro soltanto alla fine, quando tutto è già passato? Non l’improvvisa epifania di un nuovo orizzonte, né una comoda catarsi che rimarg ...continua

    Quante volte il senso di una serie di dolorosi avvenimenti ci è chiaro soltanto alla fine, quando tutto è già passato? Non l’improvvisa epifania di un nuovo orizzonte, né una comoda catarsi che rimargina quanto c’è stato: un incontro, o una semplice parola, bastano alle volte a inclinare la prospettiva quel tanto che basta per scorgere finalmente un senso che emerge dal caos.

    "La strada" di Cormac McCarthy è forse la storia più cupa e priva di speranza che abbia mai letto, eppure rappresenta al contempo un inno struggente al mistero della vita, a quella che passa di uomo in uomo e che collega tutti al creato.

    "Ogni tanto la donna gli parlava di Dio. Lui ci provava a parlare con Dio, ma la cosa migliore era parlare con il padre, e infatti ci parlava e non lo dimenticava mai. La donna diceva che andava bene così. Diceva che il respiro di Dio è sempre il respiro di Dio, anche se passa da un uomo all’altro in eterno."

    dit a 

  • 4

    Al secondo tentativo, McCarthy convince di più. Il trucco è leggerlo cercando di non interromperlo, e allora la monotonia di fondo si trasforma in immersione totale. Continuo a non apprezzare particol ...continua

    Al secondo tentativo, McCarthy convince di più. Il trucco è leggerlo cercando di non interromperlo, e allora la monotonia di fondo si trasforma in immersione totale. Continuo a non apprezzare particolarmente lo stile di scrittura di Cormac, ma questa è comunque una storia che ti resta.

    dit a 

  • 2

    Monotono,Monocromatico,Monossido,....

    Bah, dalle recensioni che avevo sentito su youtube mi aspettavo di più, ma forse sono io che ho dei gusti differenti, e preferisco storie più divertenti e meno tristemente buie e senza speranza e depr ...continua

    Bah, dalle recensioni che avevo sentito su youtube mi aspettavo di più, ma forse sono io che ho dei gusti differenti, e preferisco storie più divertenti e meno tristemente buie e senza speranza e deprimenti.

    dit a 

  • 4

    Interessante la continua costruzione per tutto il romanzo di situazioni negative: l'aridità e l'abbrutimento dell'ambiente, dell'umanità e delle vicissitudini ...e comunque il coraggio di gettarci un ...continua

    Interessante la continua costruzione per tutto il romanzo di situazioni negative: l'aridità e l'abbrutimento dell'ambiente, dell'umanità e delle vicissitudini ...e comunque il coraggio di gettarci un seme.
    Lettura faticosa, ma ne è valsa la pena.

    dit a 

  • 4

    Una scrittura minimalista, ma estremamente efficace nell'assorbire il lettore nell'atmosfera apocalittica del romanzo, tanto che in certi passaggi sentivo il bisogno di sospendere la lettura e cercare ...continua

    Una scrittura minimalista, ma estremamente efficace nell'assorbire il lettore nell'atmosfera apocalittica del romanzo, tanto che in certi passaggi sentivo il bisogno di sospendere la lettura e cercare un momento di sollievo. Ma la bellezza che riconosco al romanzo scaturisce soprattutto dai dialoghi, perfetti.
    Oggi ascoltavo Ghosttown alla radio e non ho potuto non pensare che Madonna si sia ispirata a La strada.

    dit a 

  • 5

    Una novela atractiva aunque bastante corta. No es una historia dulce y tierna, es más una historia dura con bastante carga reflexiva. Una interesante narración post-apocalíptica de un hombre y su hijo ...continua

    Una novela atractiva aunque bastante corta. No es una historia dulce y tierna, es más una historia dura con bastante carga reflexiva. Una interesante narración post-apocalíptica de un hombre y su hijo en su afán de sobrevivir.
    Lo que más me impactó de esta novela no fueron sus diálogos que son bastante elementales, sino lo que transmite la historia en sí. Te hace pensar, reflexionar sobre la humanidad. ¿Cuáles son los límites en situaciones extremas? ¿Qué haría uno en un caso similar?. Me pareció una novela excelente. El personaje principal y su lucha por seguir conservando su humanidad. Cruda y dura, pero muy real.

    dit a 

Sorting by
Sorting by