La casa a Nord-Est

di | Editore: Marsilio
Voto medio di 129
| 40 contributi totali di cui 26 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Malacorda is...
Ha scritto il 15/04/16
Un romanzo alquanto sofisticato, più da premio Strega che Campiello. Ricco di contenuti, trama semplice-semplice: quarantaseienne che non regge più il proprio lavoro e l'ignoranza dei colleghi, né la città dove vive, né il proprio fallimento come scr...Continua
  • 17 mi piace
  • 6 commenti
Desdemona
Ha scritto il 21/05/15
noioserrimo

Comprato soprattutto perchè attratta da una storia ambientata nella mia terra, ho tovato questo libro oltremodo noioso, il personaggio principale un impiastro e la storia inconsistente.

Cattarino Andrea
Ha scritto il 23/09/14

una buona descrizione dei luoghi caratteristici della bassa friulana, ma in riferimento ai racconti e spiegazioni dello stile di vita friulano, l'autore fa troppi riferimenti stereotipati. tutto sommato un buon libro

cris56
Ha scritto il 20/05/14
Storia e personaggi che, per quanto evidentemente frutto del personale mondo interiore dell'autore, non sono mai definiti ne credibili. Fa sorridere anche l'autocompiacimento con il quale l'autore descrive la sua vita amorosa parallela.... Nel comple...Continua
Limpietta
Ha scritto il 23/11/13
Mi é piaciuto perché tra le sue pagine ho ritrovato la mia terra e la mia gente. La storia rimane però sospesa come la nebbia nella Bassa friulana. I personaggi non hanno consistenza umana, ma si aggirano tra le pagine come fantasmi di un'altra epoca...Continua

MammiMo
Ha scritto il Apr 26, 2010, 21:20
Marco lasciava le cose sospese: sapeva che la diplomazia interiore consiste in un differimento delle decisioni. Il tempo avrebbe sistemato tutto per lui.
Pag. 247
MammiMo
Ha scritto il Apr 26, 2010, 21:20
.. i prologhi vivono nella mente se un evento successivo, piu’ importante e fatidico, offre loro un rilievo particolare che non esisterebbe mai senza l’evento stesso.
Pag. 239
MammiMo
Ha scritto il Apr 26, 2010, 21:19
Marco riflette’ che una cosa banale detta con energia perdeva buona parte della sua banalita’. Era la tecnica dei politici.
Pag. 194
MammiMo
Ha scritto il Apr 26, 2010, 21:19
Non c’e’ nulla di piu’ avvilente, cara Melita, di chi non avendo nulla da dire, ci costruisce sopra una falsa rivoluzione
Pag. 100
  • 1 mi piace
arcobaleno
Ha scritto il Aug 12, 2009, 14:51
Il sipario si aprì e comparve Zucchiatti. Appariva stranamente disincantato. «Dicono che noi ingegneri non abbiamo anima. [...] La matematica, lo sapete, è una poesia superiore. Quali versi di Carducci o D'Annunzio potranno raggiungere mai...Continua
Pag. 221
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 21, 2016, 07:54
853.914 MAL 5245 LEtteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi