La casa bianca

Voto medio di 36
| 29 contributi totali di cui 13 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La Casa bianca che dà il titolo al romanzo è la grande canonica di Asserballe, nella fertile campagna dell’isola di Als, Jutland meridionale, dove Bang, figlio di un pastore protestante, trascorse l’infanzia, prima di trasferirsi adolescente ...Continua
Ha scritto il 05/03/17
Questo lavoro di Bang non è semplicemente un libro da leggere, è anche un quadro da ammirare, è musica, è poesia. L'autore, come in una tela dipinta, ci regala bellissime descrizioni del paesaggio che fa da sfondo alla residenza nel corso delle ...Continua
  • 3 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 19/01/17
Una madre
Herman Bang, una vera celebrità nella letteratura della Danimarca, è considerato, insieme a Oscar Wilde, il più grande scrittore dell'Estetismo nordico.A differenza degli altri grandi del Decadentismo, quali G. D'Annunzio, Huysmans e lo stesso ...Continua
  • 37 mi piace
  • 21 commenti
Ha scritto il 20/03/15
Tell me the tales, that to me were so dear, long long ago, long long ago.
Pagine che vibrano di delicate, poetiche verità, nascoste nelle zone grigie di pensieri non detti, desideri rimossi. Sullo sfondo, tragiche figure che soffrono in silenzio, destinate alla sconfitta. Malinconici sognatori insidiati da un senso di ...Continua
  • 15 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 25/05/14
Dove corrono dolcissime le mie malinconie
Herman Bang andò incontro a plurimi scandali nella natia Danimarca, e per il suo stile provocatorio ed estroso fu paragonato ad Oscar Wilde; questo romanzo fortemente autobiografico, in cui rievoca l’ambiente ovattato della casa paterna ...Continua
  • 6 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 04/05/14
Giorni d'infanzia, vi voglio richiamare...
Una storia danese, una narrazione dalle suggestioni bergmaniane intrisa di nostalgia e atmosfere tutte nordiche, in cui eventi, canzoni e stagioni si rincorrono con un ritmo semplice e ovattato e riportano, nel loro evolversi anche spietato, alla ...Continua
  • 15 mi piace
  • 10 commenti

Ha scritto il Nov 03, 2012, 17:12
Dopo un po' riprese:"Tine, le voglio dire una verità: se si potesse penetrare con lo sguardo nella mia anima come in una casa attraverso i vetri delle finestre, non si scorgerebbe, tra tutti i mobili, un solo desiderio, né la più piccola ...Continua
Pag. 109
Ha scritto il Nov 03, 2012, 17:08
"Sa, Tine, cosa vorrei tanto fare? Vorrei poter scrivere un canto triste come la vita". Taceva di nuovo, mentre le bianche mani risplendevano sui tasti. "Ma è ben pensato che la felicità non abbia alcun plurale". "Già, è strano". La madre posava ...Continua
Pag. 87
Ha scritto il Nov 03, 2012, 17:03
Leggeva come un'alcolizzata che beve e beve e, prolungando lo stato di ebbrezza, non si vuol destare.
Pag. 80
Ha scritto il Oct 18, 2012, 17:33
I passi leggeri di mia madre risuoneranno per le stanze luminose e coloro che ora sopportano mesti il fardello della vita sorrideranno come chi non è consapevole della propria sorte. Che parlino di nuovo con voci soavi quelli che sono morti, e ...Continua
Pag. 13
Ha scritto il Jun 07, 2012, 16:56
La madre rimaneva a lungo a contemplare la vite spoglia.Il suo viso era come cambiato. "Adesso è finito", mormorava. Rientrava, senza curarsi dei grappoli, e rimaneva a lungo sprofondata nella sua poltrona accanto alla finestra, le mani in grembo, ...Continua
Pag. 128

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi