Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La casa dell'incesto

Testo originale a fronte

Di

Editore: Feltrinelli

3.9
(211)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 88 | Formato: Altri

Isbn-10: 8807812037 | Isbn-13: 9788807812033 | Data di pubblicazione:  | Edizione 5

Traduttore: M. Caronia

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La casa dell'incesto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    "Nel mondo della passione l'amante crea l'essere che ama, l'amato è la creazione e la proiezione dell'amante, un fantasma nato nella sua immaginazione: egli ama qualcosa che è parte di sé, si identifica con l'amato e, in tal senso, l'amore per una immagine irreale è un atto incestuoso."
    Stuart Gi ...continua

    "Nel mondo della passione l'amante crea l'essere che ama, l'amato è la creazione e la proiezione dell'amante, un fantasma nato nella sua immaginazione: egli ama qualcosa che è parte di sé, si identifica con l'amato e, in tal senso, l'amore per una immagine irreale è un atto incestuoso." Stuart Gilbert

    ha scritto il 

  • 5

    QUESTO E' IL LIBRO CHE TU HAI SCRITTO E TU SEI LA DONNA CHE IO SONO

    I nostri volti soltanto devono risplendere doppiamente - come il giorno e la notte - separati in eterno dallo spazio e dalle evoluzioni del tempo.

    Onirico. Profondo. Violento. Non per tutti.

    ha scritto il 

  • 5

    "Le parole non urlate, le lacrime non versate, le imprecazioni inghiottite, le frasi mozzate, l'amore che abbiamo ucciso, si trasformano in minerale ferroso magnetico, in agata, in sangue rappreso in cinabro, sangue calcinato, impiombato nella galena, ossidato, alluminizzato, solfato, calcinato, ...continua

    "Le parole non urlate, le lacrime non versate, le imprecazioni inghiottite, le frasi mozzate, l'amore che abbiamo ucciso, si trasformano in minerale ferroso magnetico, in agata, in sangue rappreso in cinabro, sangue calcinato, impiombato nella galena, ossidato, alluminizzato, solfato, calcinato, lo splendore minerale di meteore morte e soli esausti nelle foreste degli alberi morti e dei morti desideri."

    " non amo nessuno; non amo nessuno, nemmeno mio fratello. Amo soltanto quest'assenza di dolore, questa fredda neutra assenza di dolore."

    Sono decisamente esterrefatta. Come può la mia piccola anima, forgiata dalla mia semplice vita, rispecchiarsi in ogni rigo di questo monologo interiore, nella mente e nei sogni di una donna come Anais Nin? E' come se, stesa pigramente sull'ovatta, potessi usufruire dei frutti dell'esperienze e del sangue di chi invece ha vissuto veramente. Di chi ha avuto il coraggio di buttarsi nel baratro con tutta l'anima e carne al seguito. Non so da dove arrivi questo privilegio ma come tale lo riconosco. Come quei doni dati in sorte, senza che si possa o debba capire se li si è meritati o meno.

    ha scritto il 

  • 1

    una delusione. Preso sull'onda di non ricordo che film (Jules&Jim?), non mi ha lasciato nulla. Troppo lontano dai miei canoni realistici (fosse pure il realismo magico stile sudamericano), cammina sul confine tra prosa e poesia, dove la parola trasfigura ma non (mi) appassiona

    ha scritto il 

Ordina per