paolo
Ha scritto il 04/01/19
SPOILER ALERT
Letto anche questo dopo lo stimolo cinematrografico,il bel film omonimo di Terence Davies, è un ottimo ritratto dell'ipocrita e spietata alta società newyorkese di inizio novecento. Qui la protagonista , la cui unica dote è una (s)fiorente bellezza,...Continua
La verde Monica
Ha scritto il 25/12/18
Poca gioia, tanta ipocrisia, i nuovi ricchi che venderebbero l'anima al diavolo pur di entrare a far parte di ambienti esclusivi. Insomma la solita storia, nel senso che passano gli anni, i secoli, ma l'essere umano, rimane sempre poca cosa. Così va...Continua
mulaky
Ha scritto il 17/11/18
Bello e amarissimo
E' la storia di Lily Bart che sogna da sempre di far parte della buona società, ma per vivere nel lusso deve trovare un uomo ricco da sposare. Bella e intelligente, dovrà fare i conti con la dubbia moralità della buona società, con il proprio deside...Continua
Chris72
Ha scritto il 30/05/18
I soldi fanno la felicità....sì, degli altri..
Storia drammatica e impietosa di una arrampicatrice sociale, che nasconde dietro un fascino misterioso una totale inettitudine sia a vivere in mezzo ai nullafacenti quanto fra chi deve guadagnarsi da vivere. Un disastro di ragazza, figlia mia, non ne...Continua
Daphne
Ha scritto il 04/01/18
The impalpable barrier between us
Credo che mai titolo fu più ironico di questo... la "déchéance" di cui parlava Zola nei Rougon-Macquart viene qui presentata dalla Wharton in modo lucido e implacabile. Avendo letto il libro in un book club ho avuto la possibilità di confrontarmi con...Continua

pulcra
Ha scritto il Jul 28, 2017, 08:33
Aveva sempre odiato la camera di Mr Peniston, la sua impersonaltà deprimente, il fatto che nulla fosse suo là dentro, e, per un essere che vive perpetuamente nella più fiera solitudine, una camera assume un aspetto quasi umano, i suoi quattro muri ha...Continua
Pag. 177
Dafne
Ha scritto il Dec 02, 2013, 18:07
Non c'era mai stato più che una barriera impalpabile tra di loro, eppure era riuscita a tenerli separati! E ora, ora che sembrava quanto mai sottile e fragile, si era improvvisamente mutata in una lastra di diamante e avrebbe potuto consumare invano...Continua
Pag. 362
Dafne
Ha scritto il Dec 02, 2013, 18:07
Appoggiò l'altra mano su quella di lui e si guardarono con solennità come in presenza della morte. In verità c'era un morto tra di loro: l'amore che lei aveva ucciso in lui e che non riusciva a richiamare alla vita. Ma c'era qualcosa che viveva, anch...Continua
Pag. 345
Dafne
Ha scritto il Dec 02, 2013, 18:06
Due anni prima, era un giorno di prigione, camminava con Selden per quella strada, ecco la porta da cui erano entrati insieme. Il ricordo liberò una folla di sensazioni represse, desideri, rammarichi, sogni: la covata palpitante della sola primavera...Continua
Pag. 338
Dafne
Ha scritto il Dec 02, 2013, 18:06
[…] anche nelle circostanze più sfavorevoli quel piacere si faceva sempre sentire: poteva arrivare ad odiarlo senza avere alcun desiderio che se ne andasse; non era lontana dal detestarlo in quel momento, eppure il modo in cui la luce cadeva sui suoi...Continua
Pag. 311

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi