Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La casa della strega

Il Fantastico Economico Classico 12

Di

Editore: Newton & Compton (Il Fantastico Economico Classico 12)

3.4
(83)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 98 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879834517 | Isbn-13: 9788879834513 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Gianni Pilo

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La casa della strega?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Oggi, a oltre a cento anni dalla sua nascita, la figura dell' è più viva che mai, grazie alle numerose trasposizioni cinematografiche e alle opere di molti scrittori. Jules de Grandin, ideato da Seabury Quinn, non è soltanto il più noto tra i detective (è protagonista di ben 93 avventure), ma anche quello che si imbatte nella più ampia casistica di manifestazioni soprannaturali: dalle mummie redivive ai vampiri, dai licantropi ai morti viventi, dagli spettri tradizionali alle strigi, alle lamie, alle gorgoni, ai ghoul e a quant'altro offre la letteratura fantastica. Vengono qui proposte quattro delle sue più avvincenti avventure.
Ordina per
  • 2

    Vecchi orrori

    Non le cose migliori di Quinn, forse perché non hanno lo stesso mordente di quelle scritte dai suoi contemporanei o forse semplicemente perché le storie sono un po' datate. Godibile, comunque, e non certo da buttar via.

    ha scritto il 

  • 3

    Letteratura pulp con contorno di occulto

    Seabury Quinn è contemporaneo di H.P. Lovecraft e Robert E. Howard, come loro scrive per Weird Tales e come loro è particolarmente prolifico e amato dal pubblico della rivista pulp americana. Quinn ha creato Jules de Grandin, indagatore dell'occulto che un moderno lettore italiano non può non ass ...continua

    Seabury Quinn è contemporaneo di H.P. Lovecraft e Robert E. Howard, come loro scrive per Weird Tales e come loro è particolarmente prolifico e amato dal pubblico della rivista pulp americana. Quinn ha creato Jules de Grandin, indagatore dell'occulto che un moderno lettore italiano non può non associare quasi immediatamente - pur con le dovute differenze di età, contesto e tematiche narrative - all'immarcescibile Dylan Dog di Tiziano Sclavi.

    "La Casa della Strega" raccoglie quattro storie autoconclusive, quattro avventure in cui il succitato de Grandin - dottore francese trapiantato negli States che condivide la casa con la sua "spalla" e voce narrante, il dottor Trowbridge - fa sfoggio del suo temperamento da investigatore (la coppia è ricamata sul modello Holmes-Watson), della sua capacità di usare le armi da fuoco così come quelle della conoscenza e della perspicacia.

    I quattro racconti rappresentano quella che probabilmente era la tipologia più diffusa della produzione "pulp" di Weird Tales, storie di animali demoniaci e possessioni, persecutori e antiche sette di assassini provenienti dal lontano e misterioso Oriente con un certo gusto per la suspance e qualche scena macabra con il giusto tocco di sangue a fare da contorno. Per chi, come il sottoscritto, ha amato Dylan Dog in maniera molto intima e personale, le avventure di de Grandin sono una lettura piacevole che scorre via veloce e di cui alla fine non ci si pente. E tanto basta.

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho letto perché numero di una collana e sono contento di averlo letto. Ho conosciuto così Seabury e il suo personaggio Jules che mi ha molto ricordato lo Sherlock di Conan, anche se in un contesto differente. Se vi piacciono i gialli e il soprannaturale, i misteri e le sette segrete e se ammira ...continua

    L'ho letto perché numero di una collana e sono contento di averlo letto. Ho conosciuto così Seabury e il suo personaggio Jules che mi ha molto ricordato lo Sherlock di Conan, anche se in un contesto differente. Se vi piacciono i gialli e il soprannaturale, i misteri e le sette segrete e se ammirate le menti brillanti e non disdegnate un po' di azione, questo libro fa per voi.

    ha scritto il 

  • 2

    SEABURY QUINN :
    Nato nel 1889 negli Stati Uniti (Cedar Falls) si dedicò alla Narrativa Fantastica dopo aver cambiato molti mestieri. Riuscì a pubblicare ben 143 racconti sulla mitica rivista "Weird Tales" (che pubblicò anche lavori di R.E.Howard), un record mai raggiunto da altri au ...continua

    SEABURY QUINN :
    Nato nel 1889 negli Stati Uniti (Cedar Falls) si dedicò alla Narrativa Fantastica dopo aver cambiato molti mestieri. Riuscì a pubblicare ben 143 racconti sulla mitica rivista "Weird Tales" (che pubblicò anche lavori di R.E.Howard), un record mai raggiunto da altri autori. Durante i trentuno anni della rivista Seabury Quinn fu sicuramente lo scrittore più letto ed amato dagli appassionati del genere.

    *******************************************
    Questo libricino di circa 100 pagine contiene 4 episodi del "investigatore dell'Occulto" (non ricorda il noto investigatore dell'Incubo in camicia rossa e jeans?) Jules de Garandin. Un personaggio a metà tra Sherlock Holmes e Dylan Dog con accento francese ed esclamazioni sui generis..
    Sono sempre più convinta che conoscere il Fantasy degli albori sia assolutamente indispensabile per chi ama questo genere, oltrettutto mi imbatto spesso e volentieri in opere decisamente apprezzabili e dotate di un'originalità invidiabile da molti autori contemporanei. Questo potrebbe suonare paradossale trattandosi di storie piuttosto datate, eppure...

    I Titoli delle 4 avventure:

    - La Casa della Strega - (VOTO 7)
    - Le Mani della Morta - (VOTO 6)
    - La Casa dei tre Cadaveri - (voto 5)
    - Il Coltello rosso di Hassan - (VOTO 6.5)

    ha scritto il 

  • 5

    Un secolo prima che arrivasse in edicola Dylan Dog, vi era un altro Investigatore dell' Occulto.
    Il suo nome era Jules de Grandin, investigatore creato da uno dei più noti scrittori della mitica rivista Weird Tales, ovvero Seabury Quinn. E proprio delle tipiche atmosfere che permeavano la ma ...continua

    Un secolo prima che arrivasse in edicola Dylan Dog, vi era un altro Investigatore dell' Occulto.
    Il suo nome era Jules de Grandin, investigatore creato da uno dei più noti scrittori della mitica rivista Weird Tales, ovvero Seabury Quinn. E proprio delle tipiche atmosfere che permeavano la maggioranza dei racconti di quella rivista, anche in questa piccola raccolta di quattro avventure di de Grandin, ci ritroviamo in compagnia del simpatico ispettore francese (che sotto certi aspetti ricorda l'Holmes di Conan Doyle) che si ritrova ad affrontare casi nei quali il suo raziocinio dovrà risolvere misteri legati al mondo del terrore e dell'occulto, tra i quali in questa raccolta vi è uno dei classici temi affrontati nel genere, ovvero quello delle mani di un defunto che tornano a prendere vita (nell' episodio "Le mani della morta").
    Un libro da leggere, per chi conosce de Grandin e lo apprezza già, ma anche per chi non ha mai sentito parlare di questo personaggio e scoprirà una figura dalla quale è facile restare conquistati.

    ha scritto il