La casa delle bambole

Una adolescente nell'inferno di un campo di concentramento

Voto medio di 362
| 71 contributi totali di cui 60 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il racconto è basato sulle esperienze vissute da una fanciulla ebrea, quattordicenne, e si svolge dapprima nel ghetto di una piccola città polacca, poi in un campo di lavoro e quindi in un campo di prostituzione. La giovanissima Daniella avverte l'or ...Continua
Mec
Ha scritto il 16/08/17
Nella pletora di opere sui campi di concentramento questa certamente spicca su tutte. Ogni singola pagina trasuda disperazione e, contemporaneamente, squarcia il velo su diversi aspetti spesso sottaciuti dalla letteratura sul tema. L'opera si divide...Continua
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
Thalita
Ha scritto il 27/01/17
biblioteca;

HOUSE OF DOLLS, 1959

trALEmieletture
Ha scritto il 02/06/16
Rispettoso silenzio

Quando leggi un libro del genere....c'è poco da commentare....bisogna solo meditare, riflettere, restare in rispettoso silenzio.

  • 3 mi piace
  • 1 commento
betulle&peonie...
Ha scritto il 09/03/16
Ho lavorato per tanti anni in una biblioteca con target under 18 e "censurai" questo libro (veniva dato in prestito ai minorenni solo con consenso dei genitori). Perché lo feci? Fu istintivo. Non volevo che una storia atroce venisse sottovalutata da...Continua
  • 7 mi piace
  • 3 commenti
Giulia solo...
Ha scritto il 12/02/16
La casa delle bambole
Lettura fortissima, dura da digerire e da assimilare..non è possibile dare un voto..darei 5 stelline per la scrittura, ma significherebbe dare 5 stelline ad una storia di orrori, e tale storia non merita che uno zero...è stata dura leggere e finire q...Continua

Ale DB
Ha scritto il Jan 03, 2013, 15:24
Dappertutto c'erano miriadi d'iscrizioni, grandi o piccole, semplici o fiorite, migliaia di simboli e di monogrammi in jiddish, polacco, ebraico, tedesco. Uno aveva lasciata scritta, sulla parete, una lettera indirizzata al fratello; un altro, una no...Continua
Pag. 145
Ale DB
Ha scritto il Jan 02, 2013, 21:50
Anche gli altri sapevano quanto fosse inutile tutto il loro correre. Non avrebbero mai piu' visto i loro cari. Era sempre la stessa storia: li strappavano dalle loro case nel cuore della notte e non li si vedevano mai piu'. Era sempre cosi' ma nessun...Continua
Pag. 94
babacucca
Ha scritto il Mar 07, 2012, 23:43
A Gerusalemme lo scorso 17 luglio è morto Yahiel De-Nur. Era nato nel 1909 o nel 1917, non è sicuro, in Polonia col nome di Yehiel Finer. Prima dell'invasione nazista, il giovane Yehiel studiava i classici della cultura ebraica in una tradizionale ye...Continua
Pag. 1
bluuu
Ha scritto il Oct 25, 2011, 16:52
Lentamente accostò il medaglione alle labbra e baciò l'immagine dei due bambini. In quell'attimo, ogni sentimento d'odio fu annullato in lei. In quell'attimo, il suo odio verso i tedeschi non fu più percepibile dai suoi sensi. Era così profondo, quel...Continua
Pag. 293
bluuu
Ha scritto il Oct 25, 2011, 09:45
Ogni cosa, attorno a lei, era inutile: il giorno nascente, il cielo, la terra, tutto era inutile e privo di significato. Si sentì struggere dentro, di uno struggimento incoerente. Non sapeva per chi o per che cosa. Si sentiva terribilmente sola.
Pag. 96

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi