Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La casa di Bernarda Alba

Di

Editore: Einaudi (Collezione Teatro)

4.0
(993)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 63 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Tedesco

Isbn-10: A000063983 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace La casa di Bernarda Alba?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    La mejor obra de teatro que he leído en mi vida. Esta magníficamente bien escrito y muestra las costumbres, relaciones y valores de la España rural, machista por definición, en la que las mujeres no tenían ningún poder de decisión. En esta época en la que la reputación y el "que dirán" son más im ...continua

    La mejor obra de teatro que he leído en mi vida. Esta magníficamente bien escrito y muestra las costumbres, relaciones y valores de la España rural, machista por definición, en la que las mujeres no tenían ningún poder de decisión. En esta época en la que la reputación y el "que dirán" son más importantes que la felicidad propia o, incluso, el amor. Estupendo retablo el que el señor García Lorca muestra en esta obra, que te permite abrir una puerta hacía el pasado, tantas veces olvidado, de este país.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo! Ho letto questo testo dopo aver visto la rappresentazione teatrale. Un dramma potente nella sua semplicità, la storia di una famiglia di donne nella Spagna degli anni 30. Bernarda, severa e impassibile capofamiglia, rimasta sola dopo la morte del marito a occuparsi della casa e di cin ...continua

    Bellissimo! Ho letto questo testo dopo aver visto la rappresentazione teatrale. Un dramma potente nella sua semplicità, la storia di una famiglia di donne nella Spagna degli anni 30. Bernarda, severa e impassibile capofamiglia, rimasta sola dopo la morte del marito a occuparsi della casa e di cinque figlie (bruttine e zitelle). La donna, convinta di aver tutto sotto controllo, non si accorge della tragedia che sta per abbattersi tra le mura domestiche. Impegnata a tenere a controllare le serve pettegole e interessata più all'opinione del paese che alle sue figlie, si accorgerà di tutto troppo tardi. Per certi versi mi ha ricordato molto la Sicilia antica, con i suoi paesini isolati, la gente nei campi e le donne che si difendono dalla calura estiva con i ventagli di legno. Quei paesini che sembrano quasi deserti ma, a un occhio attento, rivelano mille visi dietro le finestre a spiare. Paesi dove la vergogna viene messa in piazza e dove, nascere donne vuol dire portare sulle spalle un peso gravoso.

    ha scritto il 

  • 5

    Genio. Un genio.
    Ho letto quest'opera di Lorca perchè faceva parte del programma d'esame di Spagnolo e ne sono rimasta piacevolmente stupita.
    Devo dire però che per apprezzarla davvero è stato indispensabile il commento e la spiegazione della docente. La narrazione si costruisce su un ...continua

    Genio. Un genio.
    Ho letto quest'opera di Lorca perchè faceva parte del programma d'esame di Spagnolo e ne sono rimasta piacevolmente stupita.
    Devo dire però che per apprezzarla davvero è stato indispensabile il commento e la spiegazione della docente. La narrazione si costruisce su un magnifico intrico di simboli: i colori, gli animali, gli oggetti, i nomi dei personaggi, tutto ha un suo perchè.

    ha scritto il 

  • 5

    Corta pero intensa

    Que pedazo de obra!! me quito el sombrero... me ha parecido muy bueno el retrato de esa España profunda a través de Bernarda Alba y sus hijas, la tragedia se siente a medida que uno lee.... y la claustrofobia también... me gusta la ambientación y el comienzo pero el final es el broche de oro de u ...continua

    Que pedazo de obra!! me quito el sombrero... me ha parecido muy bueno el retrato de esa España profunda a través de Bernarda Alba y sus hijas, la tragedia se siente a medida que uno lee.... y la claustrofobia también... me gusta la ambientación y el comienzo pero el final es el broche de oro de una obra de teatro corta pero intensa, muy recomendable!

    ha scritto il 

  • 4

    Es de esas lecturas obligadas de instituto que sólo empiezas a valorar con el transcurso y el paso de los años.
    La obra de Lorca está plagada de un denso realismo repleto de símbolos, un intenso sabor popular, y una fragante dimensión poética que aviva y exacerba el alma.
    Bajo esas es ...continua

    Es de esas lecturas obligadas de instituto que sólo empiezas a valorar con el transcurso y el paso de los años.
    La obra de Lorca está plagada de un denso realismo repleto de símbolos, un intenso sabor popular, y una fragante dimensión poética que aviva y exacerba el alma.
    Bajo esas espesas capas de opresión y extremismo por un riguroso luto, se asoman una buena gama de frustrados y socavados personajes.
    Mujeres sobrealimentadas de autoritarismo, sumisión, clasismo, cinismo y rabia.
    Un puro fuego de dolor que conducirá irremediablemente a la ruina moral, la tragedia y el drama.

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni tanto mi piace leggere opere teatrali, pur se non sono conoscitrice del teatro e dei suoi autori. Non avevo mai letto Federico Garcia Lorca ed ho iniziato con questa opera scritta nel 1936, poco tempo prima che lo scrittore venisse fucilato dai falangisti con l’accusa di essere omosessuale e ...continua

    Ogni tanto mi piace leggere opere teatrali, pur se non sono conoscitrice del teatro e dei suoi autori. Non avevo mai letto Federico Garcia Lorca ed ho iniziato con questa opera scritta nel 1936, poco tempo prima che lo scrittore venisse fucilato dai falangisti con l’accusa di essere omosessuale e di sinistra. Non potè essere rappresentato in Spagna dopo la sua morte ed andò in scena a Buenos Aires nel 1945.
    Nell’opera si mescolano tematiche che racchiudono il senso della Spagna di allora e di sempre: la guerra civile spagnola che porterà alla terribile dittatura franchista incombe nel dramma soprattutto nella figura di Bernarda Alba, una donna dura, abituata a comandare le figlie e le serve di casa con cipiglio, senza mostrare un minimo di affetto materno e guidata da un’unica idea, tutelare l’onore e l’onestà della famiglia con la castità del corpo delle sue figlie, tanto da definire la sua casa un convento, ma un convento laico, in cui al centro è posto il prestigio della famiglia, il denaro che si porta in dote al matrimonio, ed in cui i quadri appesi alle pareti, anziché raffigurare le vite dei santi, raffigurano vite di ninfe e re leggendari, a ricordo dell’ottima estrazione sociale familiare. D’altro lato tutta la passionalità e il senso della tragicità dell’esistenza tipici del mondo spagnolo emergono nei tre atti, messi in evidenza da particolari che potrebbero sfuggire tanto sono evanescenti; l’interno della casa presenta mura bianchissime, porte chiuse da tende di tela che nell’estate andalusa bollente sono più immobili di muri e servono a chiudere non solo quanto accade dentro alle orecchie malevole dei vicini, ma anche a nascondere le passioni violente che nella casa ardono sotto la cenere, in una società matriarcale gerarchicamente ordinata dalla madre, ma a cui le figlie si ribellano come cavalle imbizzarrite, non appena si profila la presenza di un uomo, un pretendente alla mano della maggiore delle figlie, la più brutta ma la più ricca di dote. Scoppiano virulente le invidie, i rancori, la rabbia, la sofferenza, la passione d’amore che non si sopisce, tra le cinque sorelle, cui la madre crede di poter far fronte ma l’epilogo sarà tragico ed una sola delle fanciulle, la minore, Adele, emergerà come espressione di ribellione alla dittatura materna e di resa ai sentimenti.
    Potrebbe anche vedersi nell'opera un significato metaforico sul destino della Spagna, come una visione sul suo futuro,a testimonianza della lungimiranza del grande poeta e drammaturgo spagnolo.

    ha scritto il 

  • 5

    ^^

    Este libro lo leímos en clase y cada uno leía el personaje y lo interpretaba... Me gusto mucho la dinámica de la clase, además la del profesor por lo que termine enamorándome de la historia.

    El teatro se debe leer así, dándole vida

    ha scritto il 

  • 0

    Es un clásico de la literatura española. Es una obra de teatro que se representa todos los años y en muchos países. También se llevó al cine.
    Es la historia de una madre muy estricta y de sus hijas

    ha scritto il 

  • 5

    Fue una de las lecturas obligatorias en clase de literatura cuando estaba en el colegio. Desde ese momento se convirtió en uno de mis libros favoritos. Lo he releído varias veces y cada vez me gusta más. Siempre que vuelves a leer un libro descubres detalles que en otras ocasiones te han pasado d ...continua

    Fue una de las lecturas obligatorias en clase de literatura cuando estaba en el colegio. Desde ese momento se convirtió en uno de mis libros favoritos. Lo he releído varias veces y cada vez me gusta más. Siempre que vuelves a leer un libro descubres detalles que en otras ocasiones te han pasado desapercibidos o a los que no le has prestado demasiada atención, y yo con este siempre descubro cosas nuevas.

    ha scritto il 

Ordina per