Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La casa di via Valadier

By Carlo Cassola

(208)

| Paperback

Like La casa di via Valadier ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Scritto fra il '53 e il '56, "La casa di via Valadier" si compone di due racconti. Il primo, "Esialiati", narra gli sforzi, i dubbi, le frustrazioni e le amare speranze di un gruppo di operai socialisti costretti a trasferirisi a Roma dalla Toscana p Continue

Scritto fra il '53 e il '56, "La casa di via Valadier" si compone di due racconti. Il primo, "Esialiati", narra gli sforzi, i dubbi, le frustrazioni e le amare speranze di un gruppo di operai socialisti costretti a trasferirisi a Roma dalla Toscana per sfuggire alle persecuzioni fasciste. "La casa di via Valadier" si incentra invece sulle vicende di alcuni antifascisti di estrazione piccolo-borghese: ne è protagonista Anita Turri, la vedova di un noto dirigente socialista, o piuttosto la sua casa di via Valadier, dove gli amici del marito si incontrano, discutono, lottano. Legati idealmente dalla presenza di uno stesso personaggio, Maggiorelli - un operaio socialista - e dall'ambiente romano che fa da sfondo, i due racconti propongono una cronaca precisa dell'Italia democratica durante il fascismo. Si tratta di un libro di singolare rilievo, essenziale per la comprensione della nostra storia più recente, perché in esso i disegni e gli ideali della lotta di Liberazione vengono riferiti dalla viva voce di chi di quell'epoca fu protagonista. I due racconti raggiungono la più autentica intensità nell'intima, tesa penetrazione dei personaggi, soprattutto della fragilissima Anita, della quale ha detto Michele Prisco: "è una creatura d'eccezione, non solo nella vita, ma nella vita dell'arte, che è cosa più difficile".

11 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Due veloci racconti che si leggono in un attimo.
    Illustrano la disillusione di chi ci crede davvero e il mutare infinito degli ideali politici durante l'ascesa ed il declino del regime.
    C'è chi perdura nelle alte idee su cui imposta la vita e le sfog ...(continue)

    Due veloci racconti che si leggono in un attimo.
    Illustrano la disillusione di chi ci crede davvero e il mutare infinito degli ideali politici durante l'ascesa ed il declino del regime.
    C'è chi perdura nelle alte idee su cui imposta la vita e le sfoggia come un trofeo nonostante le avversità e chi (la maggiorparte) è come una banderuola al vento usa e si fa vanto di ciò che conviene al momento.... in qualche modo si deve pur vivere!!
    Al di là di tutto ho scoperto un ottimo scrittore.

    Is this helpful?

    Artemide said on Jul 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Comprende due racconti,Gli esiliati e quello che dà il titolo al libro.Entrambi ambientati a Roma, è descitto l'ambiente degli antifascisti durante il ventennio,fra velleitarismo,meschinità e disillusioni.

    Is this helpful?

    paolo said on Sep 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Citazione

    In linea di principio tante cose sarebbero buone e belle. Ma l'umanità è quella che è. E cioè composta in maggioranza di persone stupide e cattive.

    Is this helpful?

    Miss Kamala said on Jun 21, 2012 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    triste. un libro senza buoni, nè cattivi. cioè sì, i cattivi ci sono, quelli sono cattivi, si sa... e poi ci sono gli ideali, gli ideali buoni, che però sembrano a metà prezzo, in svendita. alcuni poi li hanno proprio svenduti quegli ideali! ma quest ...(continue)

    triste. un libro senza buoni, nè cattivi. cioè sì, i cattivi ci sono, quelli sono cattivi, si sa... e poi ci sono gli ideali, gli ideali buoni, che però sembrano a metà prezzo, in svendita. alcuni poi li hanno proprio svenduti quegli ideali! ma questa è un'altra storia.

    Is this helpful?

    Chiccab said on Mar 19, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Amarezza

    Il deserto dei Tartari a Prati, quartiere bene di Roma, durante gli anni del fascismo.
    Sotto il profilo esistenziale il figlio dell'avvocato Franzoni, Leonardo, potrebbe essere un giovane d'oggi: disoccupato, mantenuto fuori sede, ricco di velleità a ...(continue)

    Il deserto dei Tartari a Prati, quartiere bene di Roma, durante gli anni del fascismo.
    Sotto il profilo esistenziale il figlio dell'avvocato Franzoni, Leonardo, potrebbe essere un giovane d'oggi: disoccupato, mantenuto fuori sede, ricco di velleità artistiche, financo forte di un legame con uno zio influente, ma sostanzialmente impotente.

    Vicende famigliari e politiche sopite e mai chiarite tornano a galla mescolandosi in una pantomima borghese; sullo sfondo una rivoluzione verbale mai concretizzata, il senno di poi dei socialisti sempre divisi tra riformisti e massimalisti, l'ipocrisia dei numerosi voltagabbana e cambiacasacca, mentre l'Italia va in rovina.

    Con la Liberazione non cambia granché, i fascisti si dissolvono come ectoplasmi e magicamente diventano TUTTI ex-partigiani, la retorica storiografica imperversa.

    L'Italia e la decadenza, un odi et amo secolare, tutto personale, quanto, ahimè, un poco distruttivo.

    Is this helpful?

    FrozZzy said on Oct 13, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse il miglior libro di Cassola

    A mio modestissimo parere questo è forse il miglior libro di Cassola, comunque quello che più mi ha convinto.

    Is this helpful?

    Alessio said on Apr 3, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (208)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 166 Pages
  • ISBN-10: A000004897
  • Publisher: Arnoldo Mondadori Editore
  • Publish date: 1975-12-01
  • Also available as: Mass Market Paperback , Softcover , Others
Improve_data of this book