Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La centesima finestra

Di

Editore: Narcissus Self Publishing

3.8
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: eBook

Isbn-10: 8863699348 | Isbn-13: 9788863699340 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La centesima finestra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
“La centesima finestra è quella che si apre all’improvviso sullo schermo del pc ed è la finestra attraverso cui entra un ospite inatteso, o inopportuno. Un ospite che cambierà il tuo pc. …o la tua vita.”

È un evento imprevisto, quello che entra nelle vite di Annalisa, Dario e Fabio. Un evento che li spingerà a prendere decisioni che modificheranno la loro vita e le loro percezioni.
I tre, amici dai tempi dell’università, si ritrovano tutti insieme dopo molti anni e trascorrono tre giorni in un paese della Liguria. Il loro affetto è tanto forte da spingerli a stare insieme in un modo che non avevano mai osato negli anni di gioventù.
Quando si salutano Annalisa comunica loro che non si rivedranno più.
Sarà davvero così? È possibile dimenticare tre giorni di perfezione, di distacco dal mondo?
Ogni evento trascina e porta lontano una parte di loro, fino a farli diventare ‘diversi’. Ma, dopo qualche settimana, dopo avvicinamenti e qualche circostanza taciuta, la situazione precipita. È in quel momento che ognuno di loro dovrà accettare una parte di sé che non credeva di possedere.

Ordina per
  • 4

    Un meccanismo perfetto

    Signori, siamo di fronte a un romanzo mainstream (storia di vita senza una particolare adesione a un genere) costruito come un meccanismo a orologeria. C'è un evento iniziale che avvia il timer di una serie di reazioni a catena dalle quali non puoi e non vuoi distaccarti assolutamente. Quasi un g ...continua

    Signori, siamo di fronte a un romanzo mainstream (storia di vita senza una particolare adesione a un genere) costruito come un meccanismo a orologeria. C'è un evento iniziale che avvia il timer di una serie di reazioni a catena dalle quali non puoi e non vuoi distaccarti assolutamente. Quasi un giallo che ti fa palpitare, temere, prospettare esiti fatali, condividere mille emozioni di una crescita, di un percorso che riguarda tre persone diverse, due uomini e una donna, unite da un vincolo importante e speciale. Signori, un inchino all'autrice, perché raramente ho visto in campo una simile maestria.

    ha scritto il 

  • 0

    Primo romanzo di quest’autrice che non solo ha condotto in porto una trama complessa, con diversi personaggi, ma lo ha fatto con una scrittura prima di sbavature. È riuscita a evitare tutte le trappole classiche degli autori alle prime armi, vale a dire le spiegazioni eccessive, le digressioni su ...continua

    Primo romanzo di quest’autrice che non solo ha condotto in porto una trama complessa, con diversi personaggi, ma lo ha fatto con una scrittura prima di sbavature. È riuscita a evitare tutte le trappole classiche degli autori alle prime armi, vale a dire le spiegazioni eccessive, le digressioni su storie collaterali che non portano a nulla (i cosiddetti rami secchi), ha saputo scegliere che cosa raccontare. Ritengo sia un’autrice da tenere d’occhio, perché è capace di creare nel lettore quell’aspettativa che ti lega alle pagine con la curiosità del cosa verrà dopo. È un grande pregio, ma paradossalmente rischia qui di diventare un difetto. Per due ragioni: una, è che in certi punti topici la suspence viene tirata troppo in lungo, l’altra è che più è alta l’aspettativa, più deve trovare soddisfazione in soluzioni non minimali.
    Un esordio comunque del tutto soddisfacente e che lascia ben sperare per il futuro.

    ha scritto il 

  • 3

    Sono più importanti l’amore e la passione o l’amicizia? Sareste disposti a rinunciare ad una delle due per salvaguardare l’altra? Morena Fanti, con questo suo romanzo, ci dà una risposta (non voglio anticiparvi quale) e forse è quello che mi disturba di più in questo libro, al di là di quale ris ...continua

    Sono più importanti l’amore e la passione o l’amicizia? Sareste disposti a rinunciare ad una delle due per salvaguardare l’altra? Morena Fanti, con questo suo romanzo, ci dà una risposta (non voglio anticiparvi quale) e forse è quello che mi disturba di più in questo libro, al di là di quale risposta sia.
    E’ che non mi piacciono le storie “a tesi”. Nella mia idea di romanzo le storie debbono suscitare più domande che suggerire risposte. Io voglio bene a Morena, come persona, come gestore di un bellissimo Blog dove spesso vengono anche dati preziosissimi consigli di scrittura, e la stimo molto come scrittrice: il suo primo libro, “Orfana di mia figlia”, nato da un’esperienza personale terribile dalla quale è riuscita in qualche modo a riaffacciarsi alla vita proprio grazie alla scrittura ed al riconoscere l’importanza della parola, è molto bello, nonostante la durezza del tema, ed ho apprezzato moltissimo tanti dei suoi racconti pubblicati in rete. Ma questa storia, pur con il suo avvio carico di erotismo, non è riuscita a catturarmi fin dal suo inizio.
    Ed è un vero peccato.

    ha scritto il 

  • 4

    La seconda opera di Morena Fanti (dopo: Orfana di mia figlia) sorprende per un paio di motivi.
    Prima di tutto, la cura per la scrittura; di solito l'auto-pubblicazione garantisce a chi acquista e legge delle sorprese tutt'altro che piacevoli. Qui al contrario, abbiamo un testo che è stato m ...continua

    La seconda opera di Morena Fanti (dopo: Orfana di mia figlia) sorprende per un paio di motivi.
    Prima di tutto, la cura per la scrittura; di solito l'auto-pubblicazione garantisce a chi acquista e legge delle sorprese tutt'altro che piacevoli. Qui al contrario, abbiamo un testo che è stato meditato e rivisto, e ogni parte della storia sfodera una robustezza che spesso non si trova in autori pubblicati da case editrici. Dialoghi, dettagli, descrizioni di ambienti, atmosfere, sono il risultato di letture non casuali.
    Poi, il romanzo illustra un evento (in quel di Cervo, Liguria) che potrebbe far credere al lettore che si tratta di un certo tipo di storia. No, niente di più sbagliato. L'autrice ci mostra uno spaccato di vita dove amicizia, amore, imprevisti, cadute, e voglia di ricominciare conducono a esiti inattesi. È appunto la vita che si celebra in queste pagine, e l'autrice ci riesce in maniera azzeccata.

    ha scritto il 

  • 0

    Lettura iniziata nel 2009 quando ho iniziato a scriverlo. Terminata quando l'ho pubblicato su Narcissus. Ma ieri sera ne ho letto qualche brano ;)
    Dopo non so quante riletture e riscritture, ci sono ancora brani che mi dicono qualcosa.

    La storia è basata su tre personaggi che vivono ...continua

    Lettura iniziata nel 2009 quando ho iniziato a scriverlo. Terminata quando l'ho pubblicato su Narcissus. Ma ieri sera ne ho letto qualche brano ;)
    Dopo non so quante riletture e riscritture, ci sono ancora brani che mi dicono qualcosa.

    La storia è basata su tre personaggi che vivono in tre città diverse (Bologna, Genova e La Spezia) e che si incontrano di nuovo dopo tanti anni. La loro è un'amicizia che arriva dagli anni dell'università e da una convivenza in un appartamento del centro storico bolognese.
    Eppure, nonostante questa bella amicizia, hanno lasciato passare tanti anni senza mai vedersi.
    L'incontro avviene in un paese ligure, Cervo, dalla bellezza antica, un borgo di pietre e di silenzi, di archi e di mare visto da lassù. Tre giorni fuori dal mondo. Tre giorni in cui accadrà una cosa che li spingerà a modificare alcune cose della loro vita e forse modificherà anche il loro modo di affrontarla.
    Sapranno gestire i cambiamenti che la vita impone loro?
    Come ne usciranno?

    Un romanzo che racconta la vita e che mostra come "la centesima finestra" possa entrare nell'anima di ognuno di noi.

    “La centesima finestra è quella che si apre all’improvviso sullo schermo del pc ed è la finestra attraverso cui entra un ospite inatteso, o inopportuno. Un ospite che cambierà il tuo pc. …o la tua vita.”

    Questa è la pagina del libro con alcune info:
    http://morenafanti.wordpress.com/la-centesima-finestra/

    ha scritto il