Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La chiave

Di

Editore: CDE (su licenza Fabbri-Bompiani, Sonzogno, Etas)

3.8
(649)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 126 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Portoghese , Spagnolo , Catalano

Isbn-10: A000010647 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Satoko Toguchi

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La chiave?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    La cosa che mi è piaciuta di più del libro è il ruolo dei due personaggi secondari. Senza alcuno spoiler, ma le loro motivazioni restano sempre leggermente, appena un filo in ombra e danno consistenza ...continua

    La cosa che mi è piaciuta di più del libro è il ruolo dei due personaggi secondari. Senza alcuno spoiler, ma le loro motivazioni restano sempre leggermente, appena un filo in ombra e danno consistenza a al rapporto tra i due protagonisti. Si legge in un attimo, ricco di annotazioni psicologiche e relazionali, sempre un po' malato e morboso come Tanizaki tende ad essere, gli riscontro due difetti: il primo è l'esplicita dichiarazione di "colpevolezza" finale che ho trovato poco fine, la seconda, che potrebbe dipendere dalla traduzione, è che lo stile mi pare non cambiare quando scrive la moglie e quando scrive il marito.

    ha scritto il 

  • 5

    慾望的經典

    再一次閱讀《鍵》,其中兩位主角對慾望的熱烈執迷與競爭,仍然令我感到心跳加速。《鍵》的主角說過,如奇蹟般,四個陰險的人聚在一起,彼此欺瞞、卻又往同個目標(讓妻墮落的性)前進;對我而言,谷崎的《春琴抄》與《鍵》,都是讓人忍不住一口氣看完的輕巧故事,但卻各自極端地代表了情與慾(我擅自將前者視為純愛故事),每每看完都覺得痛快,彷彿也會為了什麼將自己燃燒殆盡。

    ha scritto il 

  • 4

    Capolavoro di Tanizaki.Psicologia dei personaggi finissima,trama avvincente,erotismo molto mentale ed orientale,in sottofondo quella malinconia che rende dolce gli avvenimenti narrati.Lo sguardo di Ta ...continua

    Capolavoro di Tanizaki.Psicologia dei personaggi finissima,trama avvincente,erotismo molto mentale ed orientale,in sottofondo quella malinconia che rende dolce gli avvenimenti narrati.Lo sguardo di Tanizaki non è mai crudele,ma sempre avvolgente e stimolante,a differenza di altri scrittori giapponesi.Purtroppo il libro è stato molto frainteso e descritto come romanzetto erotico,niente di più errato,come libro sadomaso,roba da ridere,o come tentativo maldestro di copiare i classici erotici europei.Tanizaki era troppo colto ed intelligente per cadere in queste trappole di bassa lega,ed infatti il suo scritto può essere apprezzato da chi appunto non cerca queste cose banali qui,ma letteratura allo stato puro e cristallino.

    ha scritto il 

  • 4

    Quando la polaroid se la faceva da padrona.

    Quel giorno io e Renato, dieci anni più anziano di me, stavamo aspettando il nostro turno dal gommista.Eravamo a metà degli anni '70. Ingannavamo il tempo sfogliando un calendario appeso al muro. Io v ...continua

    Quel giorno io e Renato, dieci anni più anziano di me, stavamo aspettando il nostro turno dal gommista.Eravamo a metà degli anni '70. Ingannavamo il tempo sfogliando un calendario appeso al muro. Io voltavo le pagine e lui commentava le foto mese per mese.
    -Questa è artistica- sentenziava – artistica, porno, artistica, porno, porno…
    Non capivo. Gli chiesi in cosa consistesse la differenza e lui, battendo con l’indice sul pelo della modella, austero come un docente in cattedra esclamò –porno -, poi voltando pagina dove appariva una ragazza dai capelli cotonati e con un seno superbamente autentico, fotografata dalla cintola in su, rivolgendosi alle tre persone che si erano fermate ad ascoltarlo, confermò la sua tesi scandendo – questa è artistica –
    Mi è tornato in mente il povero Renato, leggendo La chiave di Junichiro Tanizaki.
    In questo romanzo viene trattato un tema – un tempo si sarebbe detto pruriginoso –
    Ma senza mai scadere nel volgare, nel dettaglio anatomico o nella descrizione voyeristica. Eppure il confine era lì, vicinissimo, ma non è mai stato varcato.
    Si parla di una coppia, dei loro desideri sessuali, e di come questi vengano scritti sui loro diari. Il gioco si fa perverso quando essi stessi si danno da fare affinché il coniuge legga il diario che, naturalmente, deve venir nascosto e restare segreto.
    Vengono svelati piccoli segreti di come il marito venga eccitato dalla gelosia o di come la moglie sogni di far l’amore col futuro genero. Tutto avviene, e perversamente coinvolgerà nel gioco tutta la famiglia, fino al tragico epilogo.
    Senza che alcun pelo pubico faccia capolino tra le pagine.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho scelto questo libro come una provocazione contro l'ultimo "caso" editoriale delle Cinquanta sfumature. Infatti il romanzo di Tanizaki seppur rientra nel genere erotico, rimane comunque un libro ben ...continua

    Ho scelto questo libro come una provocazione contro l'ultimo "caso" editoriale delle Cinquanta sfumature. Infatti il romanzo di Tanizaki seppur rientra nel genere erotico, rimane comunque un libro ben scritto, assolutamente non volgare e privo di luoghi comuni. Nel libro non vengono descritti gli atti sessuali in modo dettagliato ed i protagonisti non si abbandonino a chissà quali "esperimenti acrobatici", che invece hanno tanto appassionato le lettrici e lettori delle "Cinquanta Sfumature". Questo libro è un vero e proprio "romanzo coniugale" ove i protagonisti ci confidano le loro fantasie e le loro paure. Consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • 3

    ...e mezzo!

    Mentre tutti sono in attesa di vedere la trasposizione cinematografica dell'erotismo (?) presente nei libri delle sfumature, io mi accingo a scrivere la mia opinione su questo libro asiatico, che non ...continua

    Mentre tutti sono in attesa di vedere la trasposizione cinematografica dell'erotismo (?) presente nei libri delle sfumature, io mi accingo a scrivere la mia opinione su questo libro asiatico, che non ha nulla a che vedere con quell'erotismo là.
    Sappiamo che il mondo asiatico è differente da noi per tutta una serie di cose, e non è da meno la letteratura.
    Ho preso "La chiave" in prestito in biblioteca, nella sezione Eros e Thanatos, e in effetti queste pagine racchiudono magistralmente questi concetti.
    La storia è semplice: il rapporto tra due coniugi, con il passare del tempo, va verso la distruzione.
    I due però, non parlano, non si confrontano e quindi lasciano che la loro storia vada alla deriva.
    Unico mezzo di sfogo sono i loro diari segreti, spettatori di vari giochi psicologici, segreti, voyeurismo, fedeltà.
    Devo dire che all'inizio mi veniva il nervoso per loro, dicevo "Ma parlate, accidenti!", poi andando avanti con la lettura ci si accorge che le cose sono un po' più complicate di come appaiono, e anche se non lo fossero state...bé, ci sono persone che tutt'ora non si confrontano sul proprio rapporto, quindi niente di strano per quel periodo.
    Il libro è scritto con delicatezza, senza particolari fronzoli, ma allo stesso tempo in maniera schietta.
    La fine mi è piaciuta,pur non condividendola, è stata una cosa inaspettata che mi ha fatto apprezzare maggiormente il libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Se lui sa che io so che lui sa, certamente lui saprà che ciò che lui sa è solamente ciò ch'io voglio che lui sappia e non necessariamente ciò che so effettivamente essere stato, eh!

    "Ikuko te ne prego ...continua

    Se lui sa che io so che lui sa, certamente lui saprà che ciò che lui sa è solamente ciò ch'io voglio che lui sappia e non necessariamente ciò che so effettivamente essere stato, eh!

    "Ikuko te ne prego, non confessare! Io non leggo di nascosto, ma comunque non scrivere la verità!"

    "io son di quelle creature in cui lussuria e timidezza possono esistere fianco a fianco."

    "Io sono una donna che riesce a tener staccati amore e lussuria. Da un lato lo tratto freddamente, e lo trovo persino nauseante; dall'altro ho una tal premura di sedurlo che senza accorgermene resto sedotta anch'io. Dapprima sto in una quiete glaciale, intenta a pensare come possa eccitarlo ancor più. Con malizia sto a guardarlo ansimare, come se perdesse il senno, e mi inebrio dell'abilità della mia tecnica. Ma poi alla fine mi ritrovo ansimante anch'io eccitata quanto lui."

    ha scritto il 

  • 5

    Erotismo alla Giapponese

    Tanizaki, gran maestro dell'erotismo Giapponese, descrive un contesto di relazioni familiari che vanno alla deriva alla ricerca della soddisfazione di "desideri non dichiarati".
    I diari per comunicare ...continua

    Tanizaki, gran maestro dell'erotismo Giapponese, descrive un contesto di relazioni familiari che vanno alla deriva alla ricerca della soddisfazione di "desideri non dichiarati".
    I diari per comunicare, il coinvolgimento della sfera familiare più allargata (la figlia e il suo amico), il voyeurismo che filtra da tutte le pagine di questo romanzo...
    Un romanzo, di letteratura erotica, elegante e in cui si percepisce il pathos in ogni pagina..
    fino alla fine ... drammatica e di "rivelazioni"..
    Tinto Brass ne ha ricavato la sceneggiatura per il film con la Sandrelli...
    costruendo per lei l'immagine della prima "MILF" dell'epoca moderna!!

    ha scritto il