Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La chimera

By Sebastiano Vassalli

(164)

| Hardcover

Like La chimera ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

436 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Abbandonato.

    Umh.
    Brutta cosa la noia. Non che non abbia provato a leggere questo libro, eh, ci ho provato eccome! Ma...umh. Tutto quello che riesco a dire, passati giorni dalla mia decisione di abbandonarlo, è "umh". Strano, perchè il genere mi prende di solito. ...(continue)

    Umh.
    Brutta cosa la noia. Non che non abbia provato a leggere questo libro, eh, ci ho provato eccome! Ma...umh. Tutto quello che riesco a dire, passati giorni dalla mia decisione di abbandonarlo, è "umh". Strano, perchè il genere mi prende di solito.
    Strano, perchè c'erano un sacco di premesse per creare qualcosa di bello.
    Strano, perchè a molti è piaciuto, e quindi magari è stata anche un po' colpa mia, dato che oltre a questo sul comodino avevo anche Cime Tempestose in rilettura e Diary da incominciare a leggere.

    Però accidenti, com'è sviluppata male la faccenda! E okay "il mostro Antonia". Okay. Chiudo un occhio anche su alcune parti che ho trovato di pessimo gusto.
    Ma gli interi capitoli sui paesaggi, che, per carità, bellini, sì, ma per due righe. Poi, dopo la quinta pagina di descrizione delle risaie ti vien voglia di cavarti gli occhi con le dita, e senza anestesia.
    Tutto troppo, troppo tirato a lungo, troppe pagine inutili, troppo buonismo, troppo. Tutto troppo e troppo noioso

    Ho letto i primi undici capitoli, se non erro, e poi le ultime pagine, e ho capito lo stesso tutto, dunque mi domando di cosa parlasse nei restanti capitoli centrali.

    Magari -e dico magari- riproverò fra qualche anno.

    Is this helpful?

    citizen erased said on Sep 9, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Libro eccezionale che presenta, senza tanti fronzoli emotivi, la storia di una ragazza processata per stregoneria, nel nord-italia dei primi '600.. non cerca di colpire, ma presenta realtà e motivazioni di avvenimenti (a detta dell'autore) realmente ...(continue)

    Libro eccezionale che presenta, senza tanti fronzoli emotivi, la storia di una ragazza processata per stregoneria, nel nord-italia dei primi '600.. non cerca di colpire, ma presenta realtà e motivazioni di avvenimenti (a detta dell'autore) realmente accaduti e tratti da documenti dell'epoca...
    Emozionanti le riflessioni proposte riguardo la natura umana: nel ventunesimo secolo quanto ci siamo allontanati dalla giustizia sommaria?dal perseguimento dei propri obiettivi anche a scapito di innocenti?

    Is this helpful?

    fantoirraka said on Sep 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Non era gente sanguinaria, né malvagia. Al contrario, erano tutti brava gente: la stessa brava gente laboriosa che nel nostro secolo ventesimo affolla gli stadi, guarda la televisione, va a votare quando ci sono le elezioni, e, se c'è da far giustiz ...(continue)

    "Non era gente sanguinaria, né malvagia. Al contrario, erano tutti brava gente: la stessa brava gente laboriosa che nel nostro secolo ventesimo affolla gli stadi, guarda la televisione, va a votare quando ci sono le elezioni, e, se c'è da far giustizia sommaria di qualcuno, la fa senza bruciarlo, ma la fa;perché quel rito è antico come il mondo e durerà finché ci sarà il mondo"

    Is this helpful?

    Angela said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La chimera è un romanzo storico di Sebastiano Vassalli del 1990. Nello stesso anno il romanzo ha vinto il Premio Strega ed è stato finalista al Premio Campiello.
    Non mi dilungherò sulla trama che seppur complessa, non è il caso di ricostruire. La pro ...(continue)

    La chimera è un romanzo storico di Sebastiano Vassalli del 1990. Nello stesso anno il romanzo ha vinto il Premio Strega ed è stato finalista al Premio Campiello.
    Non mi dilungherò sulla trama che seppur complessa, non è il caso di ricostruire. La protagonista di questa storia è Antonia, a metà tra la Lucia manzoniana e la Giovanna D’arco di storica memoria, un’eterna bambina che nel corso della sua vita ha deciso di andare contro ai dettami del tempo – purtroppo ahinoi – pagandone poi le conseguenze.
    Da bambina a donna, da donna perbene a donna demonio, il tutto viene ricostruito e si svolge con una puntigliosità storica apprezzabile (anche se alle volte risulta pesante), e con un intreccio con i fatti e i misfatti della Chiesa (oggi ancora tanto in voga) davvero ripugnanti.
    L’ennesima storia di una donna, del suo amato, di una società che la vorrebbe in sposa, di una vita già decisa, e della ribellione costante di questa donna, che con il sangue e con il corpo pagherà lo scotto di idee malsane (sia chiaro per il tempo in cui vive).

    Is this helpful?

    Jack said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Perdona loro perchè non sanno quello che fanno...

    Da tempo volevo leggere qualcosa sul periodo della caccia alle streghe e questo romanzo si è rivelato all'altezza. Il lavoro di documentazione dell'autore sicuramente è di grande pregio e si nota tutto, in alcuni punti anche fin troppo.
    La storia par ...(continue)

    Da tempo volevo leggere qualcosa sul periodo della caccia alle streghe e questo romanzo si è rivelato all'altezza. Il lavoro di documentazione dell'autore sicuramente è di grande pregio e si nota tutto, in alcuni punti anche fin troppo.
    La storia parla di questa ragazzina esposta che ha l'imperdonabile difetto di essere bella e un po' troppo sopra le righe rispetto ai suoi tempi (siamo nel '600). E purtroppo le malelingue hanno la meglio, per cui il suo destino sarà assolutamente tragico.
    Parallelamente alla storia di questa ragazzina, però, vengono raccontate anche le vicende di tanti personaggi "comuni" che aiutano ad inquadrare meglio il contesto storico e la mentalità dell'epoca.

    Is this helpful?

    Abc said on Jul 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho amato lo stile di Vassalli, il suo continuo confronto tra ciò che sta raccontando nel passato e le similitudini e il confronto con i tempi presenti, ma la parte storica prende il sopravvento sul romanzo e questo rende lente diverse parti del libro ...(continue)

    Ho amato lo stile di Vassalli, il suo continuo confronto tra ciò che sta raccontando nel passato e le similitudini e il confronto con i tempi presenti, ma la parte storica prende il sopravvento sul romanzo e questo rende lente diverse parti del libro.

    Is this helpful?

    Mona said on Jun 15, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book