Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La chimera

By Sebastiano Vassalli

(164)

| Hardcover

Like La chimera ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

435 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Non era gente sanguinaria, né malvagia. Al contrario, erano tutti brava gente: la stessa brava gente laboriosa che nel nostro secolo ventesimo affolla gli stadi, guarda la televisione, va a votare quando ci sono le elezioni, e, se c'è da far giustiz ...(continue)

    "Non era gente sanguinaria, né malvagia. Al contrario, erano tutti brava gente: la stessa brava gente laboriosa che nel nostro secolo ventesimo affolla gli stadi, guarda la televisione, va a votare quando ci sono le elezioni, e, se c'è da far giustizia sommaria di qualcuno, la fa senza bruciarlo, ma la fa;perché quel rito è antico come il mondo e durerà finché ci sarà il mondo"

    Is this helpful?

    Angela said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La chimera è un romanzo storico di Sebastiano Vassalli del 1990. Nello stesso anno il romanzo ha vinto il Premio Strega ed è stato finalista al Premio Campiello.
    Non mi dilungherò sulla trama che seppur complessa, non è il caso di ricostruire. La pro ...(continue)

    La chimera è un romanzo storico di Sebastiano Vassalli del 1990. Nello stesso anno il romanzo ha vinto il Premio Strega ed è stato finalista al Premio Campiello.
    Non mi dilungherò sulla trama che seppur complessa, non è il caso di ricostruire. La protagonista di questa storia è Antonia, a metà tra la Lucia manzoniana e la Giovanna D’arco di storica memoria, un’eterna bambina che nel corso della sua vita ha deciso di andare contro ai dettami del tempo – purtroppo ahinoi – pagandone poi le conseguenze.
    Da bambina a donna, da donna perbene a donna demonio, il tutto viene ricostruito e si svolge con una puntigliosità storica apprezzabile (anche se alle volte risulta pesante), e con un intreccio con i fatti e i misfatti della Chiesa (oggi ancora tanto in voga) davvero ripugnanti.
    L’ennesima storia di una donna, del suo amato, di una società che la vorrebbe in sposa, di una vita già decisa, e della ribellione costante di questa donna, che con il sangue e con il corpo pagherà lo scotto di idee malsane (sia chiaro per il tempo in cui vive).

    Is this helpful?

    Jack said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Perdona loro perchè non sanno quello che fanno...

    Da tempo volevo leggere qualcosa sul periodo della caccia alle streghe e questo romanzo si è rivelato all'altezza. Il lavoro di documentazione dell'autore sicuramente è di grande pregio e si nota tutto, in alcuni punti anche fin troppo.
    La storia par ...(continue)

    Da tempo volevo leggere qualcosa sul periodo della caccia alle streghe e questo romanzo si è rivelato all'altezza. Il lavoro di documentazione dell'autore sicuramente è di grande pregio e si nota tutto, in alcuni punti anche fin troppo.
    La storia parla di questa ragazzina esposta che ha l'imperdonabile difetto di essere bella e un po' troppo sopra le righe rispetto ai suoi tempi (siamo nel '600). E purtroppo le malelingue hanno la meglio, per cui il suo destino sarà assolutamente tragico.
    Parallelamente alla storia di questa ragazzina, però, vengono raccontate anche le vicende di tanti personaggi "comuni" che aiutano ad inquadrare meglio il contesto storico e la mentalità dell'epoca.

    Is this helpful?

    Abc said on Jul 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho amato lo stile di Vassalli, il suo continuo confronto tra ciò che sta raccontando nel passato e le similitudini e il confronto con i tempi presenti, ma la parte storica prende il sopravvento sul romanzo e questo rende lente diverse parti del libro ...(continue)

    Ho amato lo stile di Vassalli, il suo continuo confronto tra ciò che sta raccontando nel passato e le similitudini e il confronto con i tempi presenti, ma la parte storica prende il sopravvento sul romanzo e questo rende lente diverse parti del libro.

    Is this helpful?

    Mona said on Jun 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' una ricostruzione storica ben fatta un perdio buio dell'umanità.
    Inquisizione, caccia alle streghe, roghi.
    Non so perchè mi sono deciso a leggere questo libro.
    Angosciante

    Is this helpful?

    Lorenzo Polvani said on Jun 2, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    I mali della Controriforma cattolica

    Un bel romanzo storico, che parte, a detta dell'Autore, da una serie di documenti veri relativi ad un processo per stregoneria celebrato a Novara all'inizio del '600 e conclusosi con la condanna al rogo di una povera ragazza. Una vicenda che si svolg ...(continue)

    Un bel romanzo storico, che parte, a detta dell'Autore, da una serie di documenti veri relativi ad un processo per stregoneria celebrato a Novara all'inizio del '600 e conclusosi con la condanna al rogo di una povera ragazza. Una vicenda che si svolge in una zona e in un periodo storico che mi interessano molto e che conferma la mia convinzione che molti dei mali che tutt'oggi affliggono l'Italia sono stati causati dalla Controriforma attuata dalla Chiesa Cattolica a partire dalla seconda metà del '500 e conclusasi (forse, non penso che Wojtyla fosse di questo avviso) con il Concilio Vaticano II. Spesso gli storici tendono a dare la colpa al governo degli Spagnoli. Sono convinto, invece, che la Spagna, nonostante un apparato statale enorme e farraginoso, abbia tentato di dare un'organizzazione razionale al governo dei suoi possedimenti in Italia, ma si sia sempre scontrato con la casta ecclesiastica, che ha rinforzato i suoi poteri soggiogando il popolo dei fedeli a paure e superstizioni inculcate a forza da un clero di battaglia appositamente formato. Negli altri paesi europei ci sono state rivoluzioni che hanno in qualche modo chiarito i confini della potere temporale della chiesa sulla vita civile (in Germania e in Olanda, anche se non completa, con la Guerra dei contadini nel '500, in Inghilterra con la rivoluzione inglese nel 1650, in Francia, altro paese cattolico, ci sono arrivati 150 anni dopo). Ma in Italia non c'è mai stato niente di tutto questo. Se la Riforma assicurava a tutti i credenti la libertà di leggere la Bibbia e di interpretarla, la Controriforma negava assolutamente questo principio. D'altronde, una "Controriforma" altro non è che un qualcosa che si oppone ad una riforma, cioè ad un cambiamento. In conseguenza non abbiamo vissuto l'Illuminismo e l'alfabetizzazione è arrivata molto più tardi che non in altri paesi. Non ho dato le 5 stelle anche se il romanzo è scritto bene e con rigore perchè, a mio avviso, la scrittura non arriva alle vette di Eco o di Camilleri o di Wu Ming, che pure si dilettano con opere di questo tipo.

    Is this helpful?

    Yarnspinner said on May 31, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book