Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La città della gioia

By Dominique Lapierre

(679)

| Others | 9788804268802

Like La città della gioia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Anand Nagar, il quartiere slum più povero di Calcutta, ospita 70.000 persone stipate in uno spazio non più grande di tre campi di calcio.
Qui, uomini, donne, bambini, sono condannati a sopravvivere con poche rupie al giorno, a superare le maledizioni Continue

Anand Nagar, il quartiere slum più povero di Calcutta, ospita 70.000 persone stipate in uno spazio non più grande di tre campi di calcio.
Qui, uomini, donne, bambini, sono condannati a sopravvivere con poche rupie al giorno, a superare le maledizioni di un destino implacabile senza nessuna altra arma che non sia la speranza.
E messaggeri della speranza sono i quattro protagonisti del racconto: padre Paul Lambert, un prete francese; Bandona, una dolce infermiera conosciuta come "L'angelo della Misericordia"; il medico americano Max loeb; e infine Hasari Pal, poverissimo uomo-risciò, simbolo di tutta un'umanità sofferente.
Attorno a loro si sviluppa una vicenda intrisa di amore e dolore, di povertà e di generosità, di indicibili abbruttimenti e di straordinarie bellezze.
Brulicante di volti, di storie piccole e grandi, di personaggi qualunque e di importanti protagonisti dell'umana solidarietà (tra questi madre teresa di Calcutta, con la quale l'autore ha collaborato attivamente per la salvezza dei lebbrosi) "la Città Della Gioia" è veramente un libro unico e straordinario.
In esso il lettore troverà non solamente un'infinita testimonianza d'amore, ma anche molte informazioni circa i riti, i costumi, la variegata realtà sociale dell'India moderna.
Un romanzo completo nel senso pieno del termine, da più parti definito un "capolavoro" (le Monde) che ha in sè tutto l'impatto della realtà vera e vissuta.

314 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    RecensiMenti

    Non è facile da approcciare, ma superata la prima parte questo libro si apre in tutta la sua ricchezza.
    Mostra al lettore un mondo complesso, che si regge su semplici regole; pieno di compassione, ed al tempo stesso spietato.
    Descrizioni dettagliat ...(continue)

    Non è facile da approcciare, ma superata la prima parte questo libro si apre in tutta la sua ricchezza.
    Mostra al lettore un mondo complesso, che si regge su semplici regole; pieno di compassione, ed al tempo stesso spietato.
    Descrizioni dettagliate di situazioni, luoghi, emozioni e sensazioni permettono di immergersi in un'India che è tale ancora oggi.

    Is this helpful?

    Cori said on Sep 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Premetto che mi è stato consigliato! Non lo conoscevo! E sono rimasto deluso,mi aspettavo di meglio;
    a tratti risulta noioso e ripetitivo!
    Mi è capitato di stare per addormentarmi!
    Personalmente non lo consiglio!!

    Is this helpful?

    Totò said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ho ritrovato l'India, quella che ho amato e che amo tuttora. un libro emozionante che consiglio a tutti di leggere.

    Is this helpful?

    Mirtillam said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non riesco a scrivere nulla...
    è che ho ancora l'animo squassato.

    Is this helpful?

    _Honey_ (!) said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro unico

    Solidarietà con il più debole. Coabitazione pacifica e solidale tra cristiani, musulmani, indù, sikh e altro ancora. Voglia di vivere e un senso illimitato della gratitudine e una dignità esemplare.
    Non ci sarebbe nulla di strano (o forse sì...) se t ...(continue)

    Solidarietà con il più debole. Coabitazione pacifica e solidale tra cristiani, musulmani, indù, sikh e altro ancora. Voglia di vivere e un senso illimitato della gratitudine e una dignità esemplare.
    Non ci sarebbe nulla di strano (o forse sì...) se tutto questo non fosse concentrato in uno dei luoghi peggiori al mondo: una bidonville sovraffollata di Calcutta.
    Un libro unico che trasmette emozioni uniche.

    Eppure, nel più profondo dell'orrore avveniva sempre un miracolo. Quello che scoprì Paul Lambert dal suo tugurio quella domenica di Pentecoste, "aveva il volto di una bambina vestita di bianco, con un fiore rosso tra i capelli, che camminava come una regina in mezzo a tutta quella merda"

    Is this helpful?

    Timoria Vendikattivan said on Aug 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non importa a "Chi" o a "Cosa" si creda, consiglio a tutti di leggere questo libro.

    Is this helpful?

    Gea said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book