Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La città perfetta

Di

Editore: Garzanti

4.2
(211)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 507 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8811686458 | Isbn-13: 9788811686453 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace La città perfetta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sanguetta ha sedici anni, è cresciuto nei Quartieri Spagnoli, spaccia e non ha niente da perdere. Nel carcere di Nisida gli offrono di diventare un informatore dei servizi segreti: non può rifiutare, anche se può costargli la vita. Chimicone ha diciott'anni, studia al liceo Genovesi ed è innamorato di Betta; con lei e con gli amici occupa la scuola e fonderà la Barricata Silenziosa, una cellula eversiva che si prepara alla lotta armata. L'Americano è uno sbirro della DIGOS, gli piacciono la musica leggera, la cocaina e le donne; il suo collega e amico Gomez è stato ammazzato, e lui cerca vendetta. Tre personaggi, tre destini che "La città perfetta" insegue per cinque anni, dal 1988 al 1993, in una metropoli dominata dal clan del Sarracino e ferita dalla violenza, dal tradimento e dalla corruzione.
Con realismo crudele e un'accurata ricostruzione storica, ma anche con slancio epico e visionario, Angelo Petrella racconta la sanguinosa guerra tra i clan nei quartieri di Napoli, dopo la scomparsa dei grandi capi storici della camorra. Racconta la crisi del Partito Comunista, racconta la ribellione, la disperazione e la rabbia dei giovani del movimento studentesco, i loro sogni e il loro delirio rivoluzionario. Racconta le complicità fra la malavita, i notabili della politica e le forze dell'ordine. Racconta le trame dei servizi segreti, fra terrorismo, criminalità organizzata e disinformazione. Racconta che (quasi) nessuno è innocente. Soprattutto, racconta le radici del male in un mondo dove tutti si vendono e si comprano. Nero su nero, "La città perfetta" è un incalzante romanzo di suspense e intrighi, che affonda nel cuore più oscuro dell'Italia e ci fa scoprire una voce giovane e già autorevole della nostra narrativa.
Ordina per
  • 5

    Perfetto è anche questo romanzo. Tre personaggi, Americano, Chimicone e Sanguetta, un poliziotto, uno studente e un giovane malavitoso, con storie che si intrecciano pericolosamente fra di loro. Ambientato a Napoli fra il 1988 e il 1993. 500 pagine incalzanti, di storia Italiana, attraverso servi ...continua

    Perfetto è anche questo romanzo. Tre personaggi, Americano, Chimicone e Sanguetta, un poliziotto, uno studente e un giovane malavitoso, con storie che si intrecciano pericolosamente fra di loro. Ambientato a Napoli fra il 1988 e il 1993. 500 pagine incalzanti, di storia Italiana, attraverso servizi segreti, camorra, movimenti eversivi, politica.

    ha scritto il 

  • 5

    Puro noir italiano 100%

    Napoli, fine anni ’80 inizi ’90. Anni di scudetti e camorra, di intrecci tra criminalità e politica, di lotte operaie e studentesche, di servizi segreti deviati.
    Su questo sfondo, in cui la fanno da padrone la violenza, la corruzione e il tradimento, si intrecciano i destini di Sanguetta (s ...continua

    Napoli, fine anni ’80 inizi ’90. Anni di scudetti e camorra, di intrecci tra criminalità e politica, di lotte operaie e studentesche, di servizi segreti deviati.
    Su questo sfondo, in cui la fanno da padrone la violenza, la corruzione e il tradimento, si intrecciano i destini di Sanguetta (scugnizzo che sogna e tenta di scalare rapidamente le gerarchie malavitose), l’Americano (sbirro esaltato e cocainomane) e Chimicone (studente con deliri rivoluzionari che lo condurranno all’eversione).
    Questa è la città perfetta. Perfetta per dei bastardi come loro. E’ Napoli, Italia!
    Trama massiccia, ritmo serrato, linguaggio crudo: libro bellissimo!

    ha scritto il 

  • 5

    Un noir avvincente

    Si legge tutto d’un fiato il noir/thriller di Angelo Petrella “La città perfetta”; e non perché, come spesso si sottintende, il libro è breve o è scritto in maniera sempliciotta. Ma perché, dopo le prime pagine, non si può più fare a meno di continuare a leggere per scoprire quale sarà la fine di ...continua

    Si legge tutto d’un fiato il noir/thriller di Angelo Petrella “La città perfetta”; e non perché, come spesso si sottintende, il libro è breve o è scritto in maniera sempliciotta. Ma perché, dopo le prime pagine, non si può più fare a meno di continuare a leggere per scoprire quale sarà la fine di Sanguetta, l’Americano e Chimicone.

    continua su http://liberilibri.altervista.org/la-citta-perfetta-di-angelo-petrella-un-noir-quasi-americano

    ha scritto il 

  • 5

    Davvero bello. Un romanzo pazzesco, duro, con un lingiaggio crudo come ci si aspetterebbe negli ambienti in cui si svolge. Sinceramente lo trovo degno dei grandi gialli/thriller americani, preso senza troppa convizione mi sono trovagto tra le mani uno strepitoso viaggio nella Napoli tra fine anni ...continua

    Davvero bello. Un romanzo pazzesco, duro, con un lingiaggio crudo come ci si aspetterebbe negli ambienti in cui si svolge. Sinceramente lo trovo degno dei grandi gialli/thriller americani, preso senza troppa convizione mi sono trovagto tra le mani uno strepitoso viaggio nella Napoli tra fine anni 80 ed inizi anni 90 perfettamente calata nel panorama politico dell'epoca.
    Da non perdere per gli amanti del genere

    ha scritto il 

  • 4

    Perchè ci sono solo i cattivi

    Tutti i personaggi hanno un lato solo: sono cattivi o si incattiviscono, ma ti prendono, ti fanno girare le pagine e vuoi sapere che fine faranno.
    Quello che si racconta, la Pantera, , le occupazioni del '90, sono state un momento importante della mia vita, mi hanno fatto conoscere molte pe ...continua

    Tutti i personaggi hanno un lato solo: sono cattivi o si incattiviscono, ma ti prendono, ti fanno girare le pagine e vuoi sapere che fine faranno.
    Quello che si racconta, la Pantera, , le occupazioni del '90, sono state un momento importante della mia vita, mi hanno fatto conoscere molte persone importante e mi hanno fatto capire che la facoltà che stavo facendo era quella giusta per me.
    Leggendod il libro ho rivissuto quei momenti, ma i miei personaggi erano tutti buoni.

    Petrella scrive bene, in modo cattivo, catturante.

    ha scritto il 

  • 4

    Capace di coinvolgerti dall'inizio alla fine, speri sempre che sia tutto frutto di fantasia anche se sai bene che purtroppo, anche se romanzato, certa "realtà" la racconta fin troppo bene.
    Primo libro che leggo di quest'autore ma sicuramente non sarà l'ultimo..

    ha scritto il 

  • 5

    WOW...finalmente un libro che mi ha fatto ritornare la voglia di scrivere due righe, se non altro per complimentarmi con l'autore!
    consigliato veramente a tutti

    ha scritto il