Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La città senza tempo

Di ,

Editore: Bompiani

3.2
(120)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 413 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Catalano , Svedese , Portoghese

Isbn-10: 8845260410 | Isbn-13: 9788845260414 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Beatrice Gatti

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La città senza tempo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Passato e presente si rincorrono lungo i vicoli di Barcellona, città pregna di odori e leggende. La lotta fra Bene e male, Dio e il Diavolo è senza tempo, e coinvolge indifferentemente il più cupo Medioevoe la razionalissima contemporaneità. Due sono le storie che si intrecciano in questo avvincente romanzo. Nel XV secolo nasce il figlio di una schiava costretta a prostituirsi nella "città di nessuno", la periferia di Barcellona in cui si susseguono, uno di fianco all'altro, bordelli e conventi. Ai giorni nostri si svolge l'investigazione dell'avvocato Marcos Solana, che cerca di far luce sulla strana morte di un suo facoltoso cliente, il cadavere del quale è stato ritrovato dissanguato e ferito sul collo da due fori, come di denti di animale. Le fattezze del bambino quattrocentesco sono mostruose, un volto adulto che assomiglia alla "carassa", la faccia di pietra che nel Medioevo segnalava la presenza di un postribolo. Sulla scena del delitto novecentesco viene trovata una fotografia di inizio secolo, nella quale appare un volto che Marcos Solana ha già visto, lineamenti che ricordano in tutto la 'carassa' ritrovata pochi giorni prima nel corso di alcuni scavi nella parte medievale della città. Per comprendere le forze oscure che sembrano essersi impossessate della realtà, l'avvocato si serve dell'aiuto di Marta Vives, la sua assistente, e di un ambiguo sacerdote detective, ma il mistero si infittisce sempre più, come il dedalo dei vicoli medievali di Barcellona.
Ordina per
  • 2

    peccato

    mi sono trovato di fronte ad un libro che sembra un mix fra "intervista con il Vampiro" della Rice ed un libro di Zafon. Senza questi scomodi paragoni il libro avrebbe forse raggiunto almeno la sufficienzam, ma è impossibile non pensare a loro e vedere quanto inferiore sia.
    Pregio da non tr ...continua

    mi sono trovato di fronte ad un libro che sembra un mix fra "intervista con il Vampiro" della Rice ed un libro di Zafon. Senza questi scomodi paragoni il libro avrebbe forse raggiunto almeno la sufficienzam, ma è impossibile non pensare a loro e vedere quanto inferiore sia.
    Pregio da non trascurare. La descrizione della Barcellona del '400

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ma sì, alla fine non è stato male come libro. Ho trovato molto interessante la storia di Barcellona, immagino che l'autore si sia documentato piuttosto bene, ma non conosco le vicissitudini storiche della città, quindi non so se abbia detto il vero o no.
    Un po' meno interssante è stata la s ...continua

    Ma sì, alla fine non è stato male come libro. Ho trovato molto interessante la storia di Barcellona, immagino che l'autore si sia documentato piuttosto bene, ma non conosco le vicissitudini storiche della città, quindi non so se abbia detto il vero o no.
    Un po' meno interssante è stata la storia di Marta Vives, sembra che alla fine non voglia andare a parare da nessuna parte.
    Ho trovato invece noiosissima la digressione su Dio e il Diavolo.
    Il finale ha risollevato le sorti del libro, padre Olavide che è l'Altro!

    ha scritto il 

  • 1

    oltre le gambe c'è di più

    diceva una nota canzone.
    ma non è il caso di questo libro. L'autore è ossessionato dalle gambe di marta: abbiamo capito. Son belle.
    peccato non si possa dire lo stesso del libro.
    preso su una bancarella in spiaggia...avrei fatto bene a dimenticarlo sotto l'ombrellone. Purtroppo ...continua

    diceva una nota canzone.
    ma non è il caso di questo libro. L'autore è ossessionato dalle gambe di marta: abbiamo capito. Son belle.
    peccato non si possa dire lo stesso del libro.
    preso su una bancarella in spiaggia...avrei fatto bene a dimenticarlo sotto l'ombrellone. Purtroppo non è successo e tenacemente e faticosamente sono arrivata in fondo.
    Confuso, con uno stile retorico che tenta di creare suspance senza riuscirci, personaggi deboli e abbozzati.
    Unica nota positiva, si ripercorre la storia della città.
    Ma non basta infilarci un po' di soprannaturale per trasformare un saggio in romanzo.

    ha scritto il 

  • 3

    L'ho comprato perchè nelle recensioni lo avevano messo tra "l'ombra del vento" e " il diavolo nella cattedrale", non è assolutamente paragonabile. Non male, ho visto una Barcellona che non conoscevo ma il libro di per sè non mi ha lasciato molto. Non lo rileggerei.

    ha scritto il 

  • 5

    Muy bueno en lo que a la historia de Barcelona se refiere.Libro para mi gusto demasiado fantasioso en lo que a la narrativa de sus personajes se refire. Pero por otro lado nos narra el paso de los años sobre la ciudad de Barcelona de una manera rápida pero con detalles históricos que te transport ...continua

    Muy bueno en lo que a la historia de Barcelona se refiere.Libro para mi gusto demasiado fantasioso en lo que a la narrativa de sus personajes se refire. Pero por otro lado nos narra el paso de los años sobre la ciudad de Barcelona de una manera rápida pero con detalles históricos que te transportan a muchas Barcelonas.

    ha scritto il 

  • 2

    Ennesimo libro sulle vere o presunte storie segrete di Barcellona, passato e presente che alla fine si incontrano. Ovviamente si comincia con un uomo immortale, sembrerebbe un vampiro e Marta, una storica che cerca di scoprire tracce sulla sua famiglia. Una nuova teoria sul Principio, sulla creaz ...continua

    Ennesimo libro sulle vere o presunte storie segrete di Barcellona, passato e presente che alla fine si incontrano. Ovviamente si comincia con un uomo immortale, sembrerebbe un vampiro e Marta, una storica che cerca di scoprire tracce sulla sua famiglia. Una nuova teoria sul Principio, sulla creazione, la lotta tra il bene e il male, Dio e il diavolo e l'eterna lotta, questa ipotesi in effetti mi mancava, il tutto condito dalla bellezza delle gambe di Marta, perfezione che viene fatta notare più volte durante la lettura di questo romanzo.
    Leggendolo mi sono resa conto di averlo confuso con un altro libro personalmente l'ho trovato inconcludente...

    ha scritto il