La cognizione del dolore

Voto medio di 1501
| 281 contributi totali di cui 197 recensioni , 82 citazioni , 1 immagine , 0 note , 1 video
Gonzalo Pirobutirro è un misantropo affetto da un male oscuro tra le cuimolteplici manifestazioni spicca un odio feroce nei confrontidell'"imbecillagine generale del mondo". Al centro del romanzo è il rancoreesasperato che egl ...Continua
Yupa
Ha scritto il 05/02/18

Buio pesto!

NoxRuit
Ha scritto il 06/11/17

Un testo ostico, ostile al lettore, che parla di una solitudine e una disperazione profonde e di cui si intravede a sprazzi la bellezza come una valle incantata su cui incombano nerissime nubi forate da lampi di luce.

Patty
Ha scritto il 25/09/17
"La morte di chi vive in noi è la morte di noi stessi".
"La morte di chi vive in noi è la morte di noi stessi", scrive Gadda in una lettera per una amica. Brianza 1936- Nell'odiata villa di campagna, la casa della Cognizione, muore la madre. Roma 1938- In due modeste stanze prende vita “La cognizione del...Continua
  • 13 mi piace
  • 14 commenti
Angelo
Ha scritto il 25/09/17
“Per intervalli sospesi al di là di ogni clàusola, due note venivano dai silenzi, ritenute e profonde, come la cognizione del dolore: immanenti alla terra, quandoché vi migravano luci ed ombre”
Leggere “La cognizione del dolore” di Carlo Emilio Gadda sperando di riuscire a esplorare tutti gli abissi dell’inconscio che lo scrittore apre in ogni pagina è soltanto una vana speranza, si corre il rischio, più che altro, di rimanerci intrappolati...Continua
  • 13 mi piace
  • 4 commenti
Andrea
Ha scritto il 15/07/17
Il garbuglio della vita
Sarebbe alquanto difficile sintetizzare in poche righe il "groviglio" in cui il lettore viene calato da Gadda in questo interessantissimo romanzo dal forte sapore autobiografico, tuttavia bisogna provarci: è un libro coraggioso, ironico, spietato, tr...Continua
  • 1 mi piace
  • 2 commenti

Davide Scafidi
Ha scritto il Jan 11, 2016, 15:23
'' tutto il mondo, per lui, doveva essere una specie di pera acerba, dove non poteva mettere i denti. ''
Kobayashi
Ha scritto il May 15, 2015, 17:09
sfarfallamenti gaddiani - ... aggettivi ... apprezzati ... dalle ragazze e donne ... e dalle signore in villa, le quali ci fantasticarono su per delle settimane, non avendo di meglio da fare, in quel torno, nonostante le innegabili e multiverse riso...Continua
Frafry
Ha scritto il Jan 22, 2014, 17:33
Ma che cosa era il sole? Quale giorno portava? sopra i latrati del buio. Ella ne conosceva le dimensioni e l'intrinseco, la distanza dalla terra, dai rimanenti pianeti tutti: e il loro andare e rivolvere; molte cose aveva imparato e insegnato: e i ma...Continua
Pag. 112
alice
Ha scritto il Feb 21, 2013, 10:18
Questa catena di cause riconduceva il sistema dolce e alto della vita all'orrore dei sistemi subordinati, natura, sangue, materia: solitudine di visceri e di volti senza pensiero.
Pag. 192
alice
Ha scritto il Feb 21, 2013, 10:13
Indugiarono così diverso tempo, scrutando acute le lampade, guardando; come bimbi senza soldi alla fiera. La casa appariva tranquilla, come fosse la casa dei morti, sotto silenti stelle: che una mano aveva appeso altissime alla luminaria glaciale del...Continua
Pag. 183

Patty
Ha scritto il Sep 25, 2017, 23:13
La casa della "Cognizione..."
La casa della "Cognizione..."
  • 4 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Patty
Ha scritto il Sep 25, 2017, 22:17
Intervista a Gadda.
Autore:
  • 5 mi piace

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi