La commedia degli orrori

Di

Editore: Sonzogno

3.6
(545)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 272 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8845405044 | Isbn-13: 9788845405044 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Patrizia Guariento

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La commedia degli orrori?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Howard Phillips (Lovecraft) non avrebbe mai potuto essere un autore satirico o semplicemente evidenziare registri comici anche perché il suo concetto di Supernatural Horror in Literature poneva in pri ...continua

    Howard Phillips (Lovecraft) non avrebbe mai potuto essere un autore satirico o semplicemente evidenziare registri comici anche perché il suo concetto di Supernatural Horror in Literature poneva in primo piano l’elemento paura/disgusto, che mal si compendia alla risata. E, come le innumerevoli lettere del maestro ci dimostrano, HPL provava piacere, sì, nello scrivere, ma non possiamo dire propriamente che si divertisse. Io scommetto che Christopher Moore, e non solo nell’introdurre tra i personaggi della sua “Infernale Commedia” un Howard Phillips barista serioso e forbito mitografo si sia invece divertito eccome, e dalla pesante sporta dell’intreccio horror ha saputo far nascere invece una farsa lieve come una piuma. In realtà, dal maestro di Providence alle Mille e una Notte, molti sono i miti della letteratura dell’orrore saccheggiati e demistificati da Moore in questo romanzo, sempre con misura e garbo ed un umorismo che viaggia veloce senza però sbandare e diventare rozzo. Una vicenda alla Stephen King con uno sviluppo e una gestione più orientata ai fratelli Marx: geniale, simpatica, brillante nel linguaggio e nella descrizione di personaggi ed ambienti senza mai un cedimento o un attimo noioso. Al massimo un’incongruenza, ed esattamente quando la vedova di un manesco aviatore caduto con il suo apparecchio, poche pagine dopo si rifà una vita rivendendo l’aereo del de cuius. In ogni caso roba buona (anche se, a dirla tutta, adatta soprattutto al genere “adulto non troppo cresciuto” che così ben rappresento).

    ha scritto il 

  • 1

    Demoni nella nostra mente, demoni reali che ci inseguono, demoni che cercano di combatterci dentro i nostri corpi: quanti sono i demoni con cui dobbiamo combattere quotidianamente? Tanti, troppi. Non ...continua

    Demoni nella nostra mente, demoni reali che ci inseguono, demoni che cercano di combatterci dentro i nostri corpi: quanti sono i demoni con cui dobbiamo combattere quotidianamente? Tanti, troppi. Non basta una formula apotropaica o una pillola salvavita purtroppo… ma bisogna lottare silenziosamente con coraggio ogni minuto. La formula del non arrendersi è l'unica che funziona. Cosa c'entra col libro? Niente. E' brutto, confusionario ed è a modo suo un demone tridimensionale per me. Molto meglio metterlo nello scaffale, chiuso per bene, lontano, e trasformarlo a mia volta in un talismano contro il male. Scusa Moore, ma di questi tempi strapparmi una risata non è facile e il mio umorismo non è in linea con il tuo. Anzi, non mi piacciono proprio le tue idee e il tipo di sarcasmo… sono certa che nel tuo inferno personale te ne farai una ragione :D

    ha scritto il 

  • 4

    Questione di gusti

    Molti trovano ironico e divertente La Guida spaziale per autostoppisti ma a me non è piaciuta affatto ( si vede che non hai il senso dell'umorismo cit utente anobii)
    Molti trovano spassosi i libri di ...continua

    Molti trovano ironico e divertente La Guida spaziale per autostoppisti ma a me non è piaciuta affatto ( si vede che non hai il senso dell'umorismo cit utente anobii)
    Molti trovano spassosi i libri di Pratchett ma io non ci vedo nulla di così divertente ( visto che non hai il senso dell'umorismo perché non ti leggi... che ne so ... Camilleri cit lettrice con molti fans sui social)
    Io trovo molto ironico e divertente Moore e adesso non so cosa aspettarmi dai "colleghi" lettori.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino e abbastanza piacevole, ma non si capisce bene cosa voglia essere... la vena comico/ironica e appena abbozzata, anni luce da Biff...I personaggi sono abbastanza simpatici e non mi spiace averlo ...continua

    Carino e abbastanza piacevole, ma non si capisce bene cosa voglia essere... la vena comico/ironica e appena abbozzata, anni luce da Biff...I personaggi sono abbastanza simpatici e non mi spiace averlo letto, ma non mi ha lasciato molto

    ha scritto il 

  • 3

    non male per essere il suo primo libro. ancora dentro binari quasi normali, con una buona dose di fantasia e un accenno alla sua follia ironica. carino, mi fa venir voglia di rileggere tutti I success ...continua

    non male per essere il suo primo libro. ancora dentro binari quasi normali, con una buona dose di fantasia e un accenno alla sua follia ironica. carino, mi fa venir voglia di rileggere tutti I successivi nell'ordine giusto.

    ha scritto il 

  • 3

    Titolo

    Quello che più mi infastidisce di questo libro è la traduzione del titolo in italiano. Praticamente fuorviante.
    Un romanzo è un pò acerbo nella scrittura e un lettore esperto noterà alcune ingenuità d ...continua

    Quello che più mi infastidisce di questo libro è la traduzione del titolo in italiano. Praticamente fuorviante.
    Un romanzo è un pò acerbo nella scrittura e un lettore esperto noterà alcune ingenuità di scrittura. Nel complesso è scorrevole ma nulla di troppo divertente o esaltate. Finale abbastanza caotico

    ha scritto il 

Ordina per