Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La compagnia dei Celestini

By Stefano Benni

(9151)

| Paperback | 9788807812798

Like La compagnia dei Celestini ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Un'oscura e crudele profezia che appare sui muri, scritta da una mano invisibile, incombe sulla ricca e corrotta terra di Gladonia.
Anno 1990 e rotti: Memorino, Lucifero a Alì, gli spiriti più ribelli dell'orfanotrofio dei Celestini, fuggono per pote Continue

Un'oscura e crudele profezia che appare sui muri, scritta da una mano invisibile, incombe sulla ricca e corrotta terra di Gladonia.
Anno 1990 e rotti: Memorino, Lucifero a Alì, gli spiriti più ribelli dell'orfanotrofio dei Celestini, fuggono per poter rappresentare Gladonia al Campionato Mondiale di Pallastrada, organizzato dal Grande Bastardo in persona, protettore degli orfani di tutto il mondo.
Al loro inseguimento si lanciano Don Biffero, il priore Zopilote dal segreto diabolico, e Don Bracco, il segugio di orfani, nonché il celebre e cinico giornalista Fimicoli con il fedele scudiero-fotografo Rosalino.
Nella fuga e nell'inseguimento si incontrano, si perdono e si ritrovano personaggi straordinari, i nove pittori pazzi Pelicorti, la bionda e misteriosa Celeste, i magici gemelli campioni da pallastrada, il re dei famburger Barbablù, il meccanico Finezza, il professor Eraclitus, l'Egoarca Mussolardi, l'uomo più ricco e fetente di Gladonia, e le numerose squadre di pallastrada provenienti da tutto il mondo, leoni africani, sciamani, pivetes e volpette lapponi.
Ma dopo l'ultimo scontro tra Celesti e Diavoli la profezia del palazzo...

528 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ?

    A pagina 16 "il palazzo cinseisettecentesco" mi ha fatto capire che questo libro non fa per me. Troppe assurdità evidenti.

    Is this helpful?

    Annachiara said on Jul 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non l'avevo mai letto, e il primo pensiero è stato che Benni invecchia male. Il suo stile, cioè, mi è sembrato ridondante, e più pesante di quanto ricordassi. O io ero di bocca buona, e sto diventando più esigente, oppure è il tipo di scrittura che r ...(continue)

    Non l'avevo mai letto, e il primo pensiero è stato che Benni invecchia male. Il suo stile, cioè, mi è sembrato ridondante, e più pesante di quanto ricordassi. O io ero di bocca buona, e sto diventando più esigente, oppure è il tipo di scrittura che risente degli anni che passano. Però soprattutto nel finale si riscatta, oltre al fatto che riconosco all'autore una notevole capacità di leggere la realtà, e di farne una farsa amara ma azzeccata.

    Is this helpful?

    Tabathua said on Jun 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    a inizio lettura ho pensato "wow, questo libro è da 5 stelle!"...invenzioni linguistiche fantastiche, ironia, critica sociale ancora attuale...poi, proseguendo ho iniziato a pensare "ok, magari poi cambia"...fino ad arrivare a pensare "vabbè però mob ...(continue)

    a inizio lettura ho pensato "wow, questo libro è da 5 stelle!"...invenzioni linguistiche fantastiche, ironia, critica sociale ancora attuale...poi, proseguendo ho iniziato a pensare "ok, magari poi cambia"...fino ad arrivare a pensare "vabbè però mobbasta con ste cacate iperboliche!"...quindi le stelline sono diminuite drasticamente...

    libro strano.

    Is this helpful?

    Fabio said on Jun 16, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Un classico dell'umorismo di Benni

    C’è poco da fare: la satira sociale e politica assomiglia al vino spumante e non sopporta l’invecchiamento. Lo stesso destino attende il romanzo di Benni che vent’anni fa e più divenne un classico della nuova stagione comica della letteratura italian ...(continue)

    C’è poco da fare: la satira sociale e politica assomiglia al vino spumante e non sopporta l’invecchiamento. Lo stesso destino attende il romanzo di Benni che vent’anni fa e più divenne un classico della nuova stagione comica della letteratura italiana. In questo senso tengono maggiormente i racconti di quest’autore che si è conquistato legittimamente un posto di primo rango nel filone.
    Così pure ancora oggi fa un’ottima figura l’uso deformante e baroccheggiante del linguaggio adottato e certi squarci isolabili come sequenze a sé stanti. Invecchiati irrimediabilmente sono i riferimenti all’attualità, nonché la stessa costruzione del plot che oggi ci appare una chiave fin troppo facile – tant’è vero è stata in seguito riprodotta e imitata tante volte.
    Insomma l’apologo ha perso lo smalto di un tempo, ma il tratto di stile di Benni conserva ancora l’impronta di un vero autore.

    Is this helpful?

    Gabe57 said on Jun 2, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Così così

    Non di più. Ho amato Spiriti, mi sono divertita con IL Bar sotto il Mare ma questo così cos'. Poco romanzo e troppa narrazione spot

    Is this helpful?

    Maggiolino said on May 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho scoperto solo molto tardi che i miei nonni non si amavano. Lei non amava il marito ma era un buon partito, vecchia storia se sei vecchio. E mi diceva io a quell'età sognavo un altro tipo di uomo, più alto, che mangiava bene e che viaggiava, invece ...(continue)

    Ho scoperto solo molto tardi che i miei nonni non si amavano. Lei non amava il marito ma era un buon partito, vecchia storia se sei vecchio. E mi diceva io a quell'età sognavo un altro tipo di uomo, più alto, che mangiava bene e che viaggiava, invece tuo nonno era basso, gli piacevano i pop corn e suonava per il re. Come me, ricordo di aver pensato, tranne per il fatto che io non suono per il re ma per il popolo ma questo certo solo perché lui viveva in monarchia io in democrazia. Ma, continuava mia nonna, chi vive sognando muore cagando. Considerato che quasi tutti caghiamo quando si muore, è una di quelle coincidenze importanti in cui biologia e saggezza popolare portano a una verità più completa della verità stessa.

    Is this helpful?

    (skate) said on May 12, 2014 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (9151)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 286 Pages
  • ISBN-10: 8807812797
  • ISBN-13: 9788807812798
  • Publisher: Feltrinelli (Universale Economica, 1279)
  • Publish date: 1994-01-01
  • Also available as: Hardcover , Others , eBook
  • In other languages: other languages Libros en Español
Improve_data of this book