Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La confraternita della buona sorte

Di

Editore: Passigli

3.1
(8)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 277 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8836811787 | Isbn-13: 9788836811786 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Paola Tomasinelli

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La confraternita della buona sorte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un cavallo invincibile che però è già stato sconfitto, un fantino che scompare all'improvviso, due magnati senza scrupoli che si contendono la vittoria nel Gran Premio, quattro avventurieri alla ricerca del fantino scomparso... L'ambientazione è quella delle corse ippiche, ma il lettore ha ben presto la sensazione di trovarsi all'interno di una divertita reinvenzione di luoghi, personaggi, generi scaturiti dalle sue mille letture, il tutto accompagnato da un sorriso malinconico e insieme volterriano sulle fortune e sfortune del mondo. Un mondo di cui le corse ippiche sono la metafora, e in cui il sogno della ricerca della "buona sorte" non può che trasformarsi nella consapevolezza che le cose, buone o cattive che siano, semplicemente accadono mentre noi ci dibattiamo più o meno inutilmente per predeterminarle. Come dice infatti un Professore, uno dei due personaggi "narranti", "nessun sogno rivela il senso segreto della vita, ma un segreto molto più grande, ossia che la vita manca di senso".
Ordina per
  • 1

    Una tristezza infinita, un cavallo fermo ai blocchi di partenza...mi dispiace ammettere un altro fallimento nella lettura, un altro libro abbandonato, ma sono riuscita ad arrivare quasi alla metà del romanzo sopravvivendo all'istinto di scagliare il libro fuori dalla finestra - perchè certe cose ...continua

    Una tristezza infinita, un cavallo fermo ai blocchi di partenza...mi dispiace ammettere un altro fallimento nella lettura, un altro libro abbandonato, ma sono riuscita ad arrivare quasi alla metà del romanzo sopravvivendo all'istinto di scagliare il libro fuori dalla finestra - perchè certe cose ad un libro non si fanno mai - e alla noia mortale e mortifera...Uno dei personaggi di questo libro dice che"...la vita manca di senso." Secondo me non è la vita a mancare di senso, ma questo libro.

    ha scritto il 

  • 3

    Polverosa e sana letteratura in stile vetero-europeo. Una parabola multi-narratore sull'annoso tema della buona sorte, dove i personaggi indossano pseudonimi ma senza per questo diventare maschere. Da leggere con attenzione e senza fretta, perchè la scrittura è cesellata e correndo si rischa di p ...continua

    Polverosa e sana letteratura in stile vetero-europeo. Una parabola multi-narratore sull'annoso tema della buona sorte, dove i personaggi indossano pseudonimi ma senza per questo diventare maschere. Da leggere con attenzione e senza fretta, perchè la scrittura è cesellata e correndo si rischa di perdere raffinati intarsi. Peccato per la presenza della morale. Peccato per le simbologie. D'altronde è una parabola. Peccato lo stesso.

    ha scritto il 

  • 4

    Mucha mierda

    Un modo originale per augurare buona fortuna ma in Spagna si usa così.
    In fondo così la buona sorte? Il libro ruota attorno a questo interrogativo. Gioca sul caso. Sull'abilità. Si trova sempre davanti delle domande e delle ipotesi che sembrano una risposta e non si arriva mai a capire qual ...continua

    Un modo originale per augurare buona fortuna ma in Spagna si usa così.
    In fondo così la buona sorte? Il libro ruota attorno a questo interrogativo. Gioca sul caso. Sull'abilità. Si trova sempre davanti delle domande e delle ipotesi che sembrano una risposta e non si arriva mai a capire quale sia la più probabile.
    Con un finale aperto perché ognuno dia una propria risposta.

    ha scritto il