La conquista dell'America

Il problema dell'«altro»

Voto medio di 475
| 55 contributi totali di cui 50 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Nel secolo che segue il primo viaggio di Cristoforo Colombo, le regioni dei Caraibi e del Messico sono lo scenario di avvenimenti fra i più sconvolgenti della storia degli uomini.Tzvetan Todorov ripercorre quelle vicende, leggendole - attraverso le ...Continua
Ha scritto il 07/05/17
Bellissimo saggio che, come sempre in Todorov, ha al suo centro il rapporto con l'altro, sulla scia di Bachtin e Dostoevskij. Magnifico.
  • 2 mi piace
Ha scritto il 28/09/15
Come lo stesso autore ci dice questo è un libro sull'altro, sul nostro rapporto con gli altri, la storia della conquista è solo presa come esempio.Todorov attraverso documenti e testimonianze ci mostra come, sia portando con noi sentimenti d'amore ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 24/07/15
molte originali prospettive e un po' di (forse cercata) confusione
Ha scritto il 17/06/15
E' un libro molto specialistico sulla conquista dell'America da parte degli spagnoli. Non l'ho trovato così affascinante come da alcune recensioni e commenti.
Ha scritto il 16/04/15
degli 80 milioni di abitanti che l'America contava nel 1500, 50 anni dopo ne rimanevano 10. nel solo messico, dove prima della conquista c'erano 25 milioni di persone, nel 1600 ne restava uno. un indigeno su 25. perché, come dice todorov, ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jan 15, 2011, 13:36
L'atteggiamento di Colombo verso gli indiani si fonda sulla percezione che egli ne ha. Si potrebbero distinguere due componenti, che si ritroveranno nel secolo seguente e, praticamente, fino ai giorni nostri in ogni colonizzatore rispetto al ...Continua
Pag. 51
Ha scritto il Feb 21, 2009, 15:03
Noi siamo simili ai conquistadores, e siamo da loro diversi; il loro esempio è istruttivo, ma non saremo mai sicuri che, non comportandoci come loro, non li imiteremo adattandoci alle nuove circostanze. La loro storia, peraltro, può essere ...Continua
Pag. 308
Ha scritto il Feb 21, 2009, 14:59
[...] il legame sociale, già indebolito, si sfalda e rivela non una natura primitiva (la belva assopita in ciascuno di noi) ma un essere moderno, a cui appartiene l'avvenire, che non ha alcuna morale e che uccide perché e quando gli piace. La ...Continua
Pag. 176

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Feb 01, 2017, 17:33
01
Ha scritto il Jun 10, 2016, 07:52
970.01 TOD 7828 Storia

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi