Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La couleur des sentiments

By Kathryn Stockett

(15)

| Others | 9782742792917

Like La couleur des sentiments ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Jackson, Mississippi, 1962. Dans quelques mois, Martin Luther King marchera sur Washington pour défendre les droits civiques. Mais dans le Sud, toutes les familles blanches ont encore une domestique noire. Quand deux d'entre elles, aidées par une jou Continue

Jackson, Mississippi, 1962. Dans quelques mois, Martin Luther King marchera sur Washington pour défendre les droits civiques. Mais dans le Sud, toutes les familles blanches ont encore une domestique noire. Quand deux d'entre elles, aidées par une journaliste, décident de raconter leur vie au service des Blancs, elles ne se doutent pas que la petite histoire s'apprête à rejoindre la grande.

722 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Back to black

    Un bel libro, ben scritto, scorrevole sena troppi "ghirigori".
    Utile per capire come fosse vivere in certi stati dell' America ai tempi delle segregazioni razziali.
    Libro consigliatissimo
    Da vedere anche il film.

    Is this helpful?

    Claudio75 said on Sep 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Avendo visto prima il film conoscevo la storia che sarei andato a leggere. Devo dire che la pellicola è estremamente fedele al romanzo. Il tema trattato è quello dell'intolleranza verso le minoranze (problema attualissimo purtroppo) e di diritti civi ...(continue)

    Avendo visto prima il film conoscevo la storia che sarei andato a leggere. Devo dire che la pellicola è estremamente fedele al romanzo. Il tema trattato è quello dell'intolleranza verso le minoranze (problema attualissimo purtroppo) e di diritti civili. Qui la prospettiva è quella di tre protagoniste: Aibileen, cameriera di casa Leefolt dal carattere buono e remissivo, Minny, cameriera di casa Foote, donna di polso e di carattere, ma alla fine fragile come le altre. E Skeeter, figlia di proprietari terrieri, progressista e moderna. Devo dire che quest'ultimo personaggio è forse la più grande nota dolente del romanzo: sembra che faccia qualcosa di buono a sua insaputa, sono arrivato anche a pensare che il suo unico e solo scopo alla fine si rivelasse essere quello di diventare una scrittrice famosa sulle spalle degli altri. Si "redime" con le sue azioni alla fine del romanzo. Scrittura piacevole e decisamente scorrevole: voto pieno.

    Is this helpful?

    Gabrimu said on Aug 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ho visto il film e mi è piaciuto. il libro è molto meglio. scommetto che piacerebbe anche a "martian luther king".

    Is this helpful?

    terra said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Chocolate pie

    5 stelle per la torta. Davvero ottima.

    Is this helpful?

    Julianne said on Aug 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    bellissimo e commovente sul finale

    Mi è piaciuto tantissimo, a partire dall'alternanza delle voci narranti e ovviamente dal tema, così attuale ancora oggi. Sul problema dei diritti civili alle persone di colore nell'America del 20esimo secolo avevo già letto Il buio oltre la siepe (tr ...(continue)

    Mi è piaciuto tantissimo, a partire dall'alternanza delle voci narranti e ovviamente dal tema, così attuale ancora oggi. Sul problema dei diritti civili alle persone di colore nell'America del 20esimo secolo avevo già letto Il buio oltre la siepe (tra l'altro citato più volte nel libro), ma questo a mio parere ha una marcia in più. Ho adorato le due domestiche Aibeleen e Minny, l'enorme cuore della prima e la forza di carattere della seconda, ma più di tutte ho amato Miss Skeeter, la sua profonda umanità, l'anticonformismo, la moralità in netto contrasto con l'ipocrisia delle signore bianche "bene" (Miss Hilly è il personaggio più odioso del romanzo e forse di tutta la letteratura americana degli ultimi vent'anni).
    Che goduria quando Aibeleen la fa ammutolire: "In giro dicono che sono brava a scrivere", sottintendendo che a Miss Hilly non conviene che lei spifferi altre cose sul suo conto. Di questo libro mi è piaciuto il messaggio sotteso tra le righe, lo stesso che Roberto Saviano continua a ripetere: nella lotta quotidiana contro le ingiustizie e il male, la parola, in questo caso quella scritta, è un'arma formidabile. E' la parola, l'inchiostro vergato nero su bianco, che salverà queste donne e le renderà libere. E' il potere della parola che farà soffiare il vento della libertà.
    Bellissimo, da leggere assolutamente.

    Is this helpful?

    Germano Dalcielo said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book