Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La cruna dell'ago

Di

Editore: Mondadori

4.0
(3412)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 420 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Portoghese , Norvegese , Giapponese , Svedese , Polacco , Spagnolo

Isbn-10: 880450577X | Isbn-13: 9788804505778 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: R. Calzeroni

Disponibile anche come: eBook , Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace La cruna dell'ago?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
1944. Mancano poche settimane al D-Day. Per sviare l'attenzione dei tedeschi dalle coste della Normandia, dove avverrà lo sbarco, gli Alleati hanno radunato una finta armata nella regione dell'East Anglia. Il depistaggio sembra funzionare, ma un agente tedesco scopre la messinscena. Senza che il Servizio segreto britannico si sia mai accorto della sua pericolosa presenza, sono ormai parecchi anni che vive a Londra in incognito. Il suo nome in codice è l'Ago ed è stato scelto personalmente dal Fürher.
Ordina per
  • 4

    Solito Follett. Nel bene e nel male

    Come spesso capita, il libro è ben scritto e la trama è avvincente. La lettura è piacevole anche se il finale abbastanza scontato.


    Purtroppo chi ha letto altri suoi libri non faticherà a ritrovare anche ne La cruna dell'ago alcune costanti tipiche della sua narrazione.


    A differenz ...continua

    Come spesso capita, il libro è ben scritto e la trama è avvincente. La lettura è piacevole anche se il finale abbastanza scontato.

    Purtroppo chi ha letto altri suoi libri non faticherà a ritrovare anche ne La cruna dell'ago alcune costanti tipiche della sua narrazione.

    A differenza di altri romanzi, in questo, eccetto la spia tedesca, gli altri personaggi non sono molto caratterizzati, sembrano quasi comparse sfuocate su uno scenario, quello della II guerra mondiale, che diventa quindi protagonista.

    ha scritto il 

  • 5

    Siamo nel 1944, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, e gli Alleati hanno ormai deciso di invadere l'Europa per capovolgere le sorti del conflitto. Ma dove avverrà lo sbarco? A Calais o in Normandia? Non è un aspetto di secondaria importanza, perché da esso dipenderà il successo dell'intera op ...continua

    Siamo nel 1944, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, e gli Alleati hanno ormai deciso di invadere l'Europa per capovolgere le sorti del conflitto. Ma dove avverrà lo sbarco? A Calais o in Normandia? Non è un aspetto di secondaria importanza, perché da esso dipenderà il successo dell'intera operazione. Il compito di scoprire il luogo dell'attacco è affidato ad una inafferrabile spia tedesca infiltrata a Londra, che risponde direttamente al Fuhrer da cui solo prende gli ordini, Die Nagel, l'Ago, così soprannominata per la sua capacità di nascondersi e la sua abilità ad ammazzare con uno stiletto. La finta armata aerea e navale collocata nell'East Anglia per depistare il nemico non lo trarranno in inganno, riuscendo così a giungere alla verità. Ma un ufficiale del servizio inglese di sicurezza ed una donna lo identificheranno e gli daranno la caccia per impedirgli di svelare i segreti di cui è venuto a conoscenza. Portato sullo schermo all'inizio degli anni Ottanta, si tratta di un romanzo di spionaggio di grandissimo successo che trasporta completamente il lettore, sia per l'eccellente capacità narrativa dell'Autore sia per i colpi di scena e la vivacità della trama. Consigliato a chi ama questo genere di lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Non vedo come possa essere considerato "l'insuperato capolavoro del maestro del triller" come recita un commento sulla copertina, questo perchè Follett ha scritto ben altro di insuperabile, però...
    Però è un bel libro che si legge velocemente e che ti ragguaglia di fatti che a volte si dime ...continua

    Non vedo come possa essere considerato "l'insuperato capolavoro del maestro del triller" come recita un commento sulla copertina, questo perchè Follett ha scritto ben altro di insuperabile, però...
    Però è un bel libro che si legge velocemente e che ti ragguaglia di fatti che a volte si dimenticano, come il problema dello sbarco degli alleati in Francia durante la seconda guerra mondiale. Credo sia un bel libro, un po schematico ma piacevole.

    ha scritto il 

  • 4

    La distanza da casa e dall'amore

    L'evento principale della Seconda guerra mondiale fu certamente lo sbarco in Francia degli Alleati. Sbarco che venne tenuto segreto fino all'ultimo, soprattutto grazie ad un'enorme finzione: un accentramento in East Anglia, presieduto dal generale Patton, formato da finti carri armati, aerei di c ...continua

    L'evento principale della Seconda guerra mondiale fu certamente lo sbarco in Francia degli Alleati. Sbarco che venne tenuto segreto fino all'ultimo, soprattutto grazie ad un'enorme finzione: un accentramento in East Anglia, presieduto dal generale Patton, formato da finti carri armati, aerei di cartapesta con tanto di casette di cartone per dei veri manichini, aveva la funzione di simulare un imminente sbarco a Calais. Il tutto era condito con finti rapporti militari, finte conversazioni radio, finte lamentele e proteste da parte dei civili, ma soprattutto finti documenti da consegnare alle spie.

    È in questo punto che l'autore si distacca dalla Storia per entrare nella fantasia. L'agente segreto "die Nagel" (l'ago), aveva il compito di riferire se esistesse un insediamento militare in East Anglia e di valutarne la relativa portata. Una volta scoperto l'inganno e fotografato da vicino le casette, il protagonista del racconto, deve raggiungere il prima possibile l'U-boot che lo riporta a Berlino. Il sommergibile lo attende a pochi km dalle coste inglesi, vicino ad un'isola fredda e desolata. Abitata solo da un ex-militare storpio, la moglie con relativo bambino ed un vecchio pastore. Ce la farà la spia tedesca a comunicare ad Hitler l'inganno che hanno architettato gli inglesi?

    Note:
    La trama è avvincente, emozionate e piena di suspense. I protagonisti sono ben strutturati e descritti in un modo convincente, dal principale a quello meno importante. Lo scrittore sembra essere quasi una vera spia che, in ogni situazione, sa districarsi ed uscirne bene (con alcune eccezioni). L'abbondanza di tematiche e spunti di riflessione risulta essere una nota positiva, e non per nulla "di disturbo". Il tema principale affrontato dall'autore, a mio parere, è l'assenza e la privazione dell'amore. Che manca, che è bramato, che porta il protagonista e l'antagonista lontano dalla propria casa, dall'amore caldo di una famiglia o di una patria. Inoltre, Follett, sa districare altri sotto-tematiche come: l'indifferenza dei londinesi ai bombardamenti, che rifiutano di vivere in un clima di costante pericolo. Ignorano le sirene anti-aeree, inconsci di essere sull'orlo del baratro, come assuefatti ad un panorama desolante e devastato. Ormai arresi nello spirito e nell'animo alla guerra, forse; oppure presi dal bisogno umano di "normalità" anche sotto i bombardamenti degli aerei nemici.
    Unica, piccola, nota negativa è il ripetere di alcuni intramezzi [unico esempio è il ripetere la parte dove Hitler attende un resoconto da "die Nagel"]. Inseriti al fine di aumentare la suspense, ma che purtroppo irritano bloccando il ritmo della lettura, senza aggiungere nulla al narrato.

    ha scritto il 

  • 4

    La cruna dell'ago

    Una spystory eccellente e una lettura breve ma davvero intensa, se poi aggiungiamo che è una delle prime opere di Follett diventa ancora più affascinante perché se il ritmo è questo, immagini già quello che può venire fuori successivamente dalla penna di questo autore. La storia è brillante e non ...continua

    Una spystory eccellente e una lettura breve ma davvero intensa, se poi aggiungiamo che è una delle prime opere di Follett diventa ancora più affascinante perché se il ritmo è questo, immagini già quello che può venire fuori successivamente dalla penna di questo autore. La storia è brillante e non si perde mai la successione ed il filo logico degli eventi, la curiosità, ti spingono a leggerlo ininterrottamente. I personaggi ben delineati dei protagonisti principali e le loro azioni catapultano il lettore indietro nel tempo fino alla seconda guerra mondiale, in un momento estremamente delicato che ha deciso la vittoria degli uni sugli altri. Tra una Londra martoriata dai bombardamenti e un’isola sferzata dalla tempesta ci si trova fianco a fianco dei servizi segreti inglesi impegnati a neutralizzare e ingannare le spie di una Germania fino a quel momento invincibile. All’inizio sembra quasi di essere la spia che cerca di sottrarsi ai suoi inseguitori in un ritmo serrato e pieno di suspance..

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro scritto credo nel '77 ma che non dimostra assolutamente gli anni che ha. L'intreccio è ben congegnato e non molla fino all'ultima riga dell'epilogo. D'accordo, magari non sarà grande letteratura, ma leggendo, tutto è chiaro nella testa e per brevi momenti ci si trova proprio nel bel mezz ...continua

    Un libro scritto credo nel '77 ma che non dimostra assolutamente gli anni che ha. L'intreccio è ben congegnato e non molla fino all'ultima riga dell'epilogo. D'accordo, magari non sarà grande letteratura, ma leggendo, tutto è chiaro nella testa e per brevi momenti ci si trova proprio nel bel mezzo dell'azione.
    E nonostante la storia sia già scritta e il finale inevitabile, per tutto il racconto si vive in quel limbo spionistico dove tutto può cambiare da un momento all'altro.
    Forse non una grande letteratura, ma sicuramente una grande scrittura!

    ha scritto il 

Ordina per