Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La cucina italiana

Storia di una cultura

Di

Editore: Laterza

3.9
(48)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 408 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842076759 | Isbn-13: 9788842076759 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Curatore: Massimo Montanari

Genere: Cooking, Food & Wine , History , Social Science

Ti piace La cucina italiana?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'Italia delle cento città e dei mille campanili è anche l'Italia delle centocucine e delle mille ricette. La grande varietà delle tradizioni alimentari,specchio di un'esperienza storica dominata a lungo dal particolarismo e dalladivisione politica, è il carattere che maggiormente contraddistingue lagastronomia del nostro paese, rendendola straordinariamente ricca e attraente.Basta questo per concludere che una cucina italiana non esiste e non è maiesistita? È ciò che spesso si è portati a credere, ma la scommessa di questolibro è dimostrare il contrario, in base a considerazioni che tendono arovesciare alcuni luoghi comuni e i più consueti modi di approccio alla storiadella cucina.
Ordina per
  • 4

    Che storia! M’imparo tutti i nomi dei cuochi e i ricettari più antichi fino ad oggi, passando dalle cucine rustiche delle campagne alle tavole imbandite dei nobili e dei ricchi epuloni. Poi c’è ...continua

    Che storia! M’imparo tutti i nomi dei cuochi e i ricettari più antichi fino ad oggi, passando dalle cucine rustiche delle campagne alle tavole imbandite dei nobili e dei ricchi epuloni. Poi c’è il capitolo sulle innovazioni tecnologiche e io immagino che con l’invenzione della pentola a pressione la gente di cucina lavorerà meno e userà il tempo guadagnato per di suonare uno strumento o leggere libri di poesia. Invece no. Anche in cucina la storia racconta dello sfruttamento, dell’interesse meschino, del progresso che mercifica e riduce sempre di più il mondo a merce. Se gli adulti vogliono che diventi grande bisogna che il mondo cambi, se no non cresco, sciopero dello sviluppo.

    ha scritto il 

  • 4

    E' un libro piuttosto completo, molto dettagliato, quasi enciclopedico ma, proprio per questo, con lo scorrere delle pagine rischia di diventare noioso. Nonostante tutto, però, l'ho trovato molto ...continua

    E' un libro piuttosto completo, molto dettagliato, quasi enciclopedico ma, proprio per questo, con lo scorrere delle pagine rischia di diventare noioso. Nonostante tutto, però, l'ho trovato molto interessante.

    ha scritto il 

  • 4

    una serie di storie..

    ..nell'ambito della Storia. un libro impegnativo ma decisamente interessante che ripercorre l'evoluzione della gastronomia e della cucina dall'impero romano ad oggi, da apicio all'artusi

    ha scritto il 

  • 3

    Pensavo ad una scrittura più briosa e comunicativa mentre è a tratti noioso ed accademico. Comunque un libro interessante per chi vuole capire i fondamentali della cucina italiana. Tre macchie di ...continua

    Pensavo ad una scrittura più briosa e comunicativa mentre è a tratti noioso ed accademico. Comunque un libro interessante per chi vuole capire i fondamentali della cucina italiana. Tre macchie di sugo...pardon tre stelline...

    ha scritto il 

  • 4

    Di sicuro interesse...

    La storia delle ragioni economiche e culturali che hanno portato alla cucina che conosciamo oggi; come e perchè si sono diffuse vivande e cibi, come si è passati da un gusto "mistificato" ad uno ...continua

    La storia delle ragioni economiche e culturali che hanno portato alla cucina che conosciamo oggi; come e perchè si sono diffuse vivande e cibi, come si è passati da un gusto "mistificato" ad uno analitico, il segreto del successo e del tramonto di spezie e condimenti...un altro modo di leggere la storia...

    ha scritto il 

  • 5

    La prima parte, dedicata alla storia della cucina e del gusto, dalla romanità a oggi, è strepitosa. Tutto quello che diamo per scontato e ovvio non lo è. Per esempio, nel '600 c'è stata una ...continua

    La prima parte, dedicata alla storia della cucina e del gusto, dalla romanità a oggi, è strepitosa. Tutto quello che diamo per scontato e ovvio non lo è. Per esempio, nel '600 c'è stata una rivoluzione nella cucina. Da allora, "la zuppa di cavolo deve sapere di cavolo, il porro di porro, la rapa di rapa". Prima non era così. La seconda parte è un pò noiosa ed è dedicata prevalentemente alla storia dei libri di cucina.

    ha scritto il 

  • 4

    Sembra che gli italiani abbiano sempre preso l'arte culinaria molto seriamente. Così scriveva Montaigne a proposito di un cuoco italiano: "Egli mi ha fatto un discorso su questa scienza della gola ...continua

    Sembra che gli italiani abbiano sempre preso l'arte culinaria molto seriamente. Così scriveva Montaigne a proposito di un cuoco italiano: "Egli mi ha fatto un discorso su questa scienza della gola con una gravità e con un contegno magistrale, come se mi avesse parlato di qualche argomento di teologia". Libro ricchissimo di curiosità su prodotti, piatti, gusti, modi di concepire il cibo, dall'antica Roma a oggi. Davvero esaltante. Non ho dato quattro stellette a causa di alcune parti un po' monotone e poco succose.

    ha scritto il