Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La custode di libri

Di

Editore: Einaudi (Stile Libero Big)

3.1
(334)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 65 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806209205 | Isbn-13: 9788806209209 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giusi Barbiani

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La custode di libri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dal sottosuolo di una biblioteca di provincia, la storia di un'anima ferita dalla vita e dagli uomini.
"Il fatto è che la gente è sola. Terribilmente sola".
Ordina per
  • 2

    Una bibliotecaria ammuffita

    Nooooo, ancora una bibliotecaria (sempre donna, ma perché?!) nevrotica, isolata, che lavora in un oscuro seminterrato ad attaccar etichette e venera Dewey più del padreterno! I pregiudizi sui bibliotecari e sul loro lavoro sono duri a morire... siamo molto più creativi e il nostro lavoro è molto ...continua

    Nooooo, ancora una bibliotecaria (sempre donna, ma perché?!) nevrotica, isolata, che lavora in un oscuro seminterrato ad attaccar etichette e venera Dewey più del padreterno! I pregiudizi sui bibliotecari e sul loro lavoro sono duri a morire... siamo molto più creativi e il nostro lavoro è molto più vario, credetemi! Lavoro in una biblioteca da più di sette anni e non ho mai catalogato un libro (anche se naturalmente so farlo), perché ci sono anche altre mansioni, gratificanti e innovative, da svolgere qui dentro!
    Questa povera donnina che si ritrova in questo buco triste a spiare la nuca degli utenti perché ha fallito il concorso da insegnante di scuola... ma per favore!!! GRRRRRR

    ha scritto il 

  • 3

    Letto in piedi alla Feltrinelli. Per fortuna non l'ho comprato, non che mi voglia dare delle arie, ma quei tipi di ragionamenti, a volte mi capita di farli anch'io, oltretutto sono abbastanza frustranti!.
    Come sempre, la copertina trae in inganno.....ma noi siamo più furbi ehehe.
    17.0 ...continua

    Letto in piedi alla Feltrinelli. Per fortuna non l'ho comprato, non che mi voglia dare delle arie, ma quei tipi di ragionamenti, a volte mi capita di farli anch'io, oltretutto sono abbastanza frustranti!.
    Come sempre, la copertina trae in inganno.....ma noi siamo più furbi ehehe.
    17.02.14 Riletto in biblioteca...... stesso parere precedente.

    ha scritto il 

  • 2

    Buone premesse e davvero interessante l'idea della situazione iniziale, ma non convince fino in fondo. Per alcune cose sono in perfetta sintonia con la protagonista anche se trovo che in certi casi sia un po' troppo esagerata la voglia di farla sembrare fuori dalla realtà. Piacevole e interessant ...continua

    Buone premesse e davvero interessante l'idea della situazione iniziale, ma non convince fino in fondo. Per alcune cose sono in perfetta sintonia con la protagonista anche se trovo che in certi casi sia un po' troppo esagerata la voglia di farla sembrare fuori dalla realtà. Piacevole e interessante il tono ironico e fintamente disincantato con cui racconta le vicende della sua biblioteca o probabilmente di tutte le biblioteche.

    ha scritto il 

  • 4

    "<i>A tutti coloro che avranno sempre meno problemi a trovare un posto in una biblioteca che in società</i>..."

    Libro breve e divertente. Dedicato, come dice la dedica, a che si sente più a suo agio in una biblioteca che in società.
    La trama è... non è, non c'è trama; una mattina una bibliotecaria si reca sul posto di lavoro qualche ora prima che apra al pubblico e vi trova un... qualcuno che dorme t ...continua

    Libro breve e divertente. Dedicato, come dice la dedica, a che si sente più a suo agio in una biblioteca che in società.
    La trama è... non è, non c'è trama; una mattina una bibliotecaria si reca sul posto di lavoro qualche ora prima che apra al pubblico e vi trova un... qualcuno che dorme tra gli scaffali. E nulla, parte un lungo monologo su di lei poi sui metodi della catalogazione dei libri nella storia, la sua cotta per un utente e il degrado della biblioteca come istituzione... fino ad arrivare a teorizzare una guerra dei libri contro gli esseri umani...Folle? Forse, ma divertente e appassionante, specialmente nella seconda metà...
    Tutto il racconto è in prima persona e senza intermezzi ne commenti. È un unico e lungo monologo della bibliotecaria verso quello che potrebbe essere chiunque.

    ha scritto il 

Ordina per