Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La dama del sudario

By Bram Stoker

(149)

| Others | 9788835941606

Like La dama del sudario ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

20 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    Cercasi Susan (e la trama) disperatamente

    No, Susan non è la protagonista.
    La vergine del Sudario è Teuta.
    Bel nome.
    Vagamente porno?
    Non ne ho idea.
    Però se volete possiamo parlare del film.

    Ah.., Aidan Quinn.
    Epperò il tizio di Madonna era più.
    Madonna era Madonna punto.
    Ebarrama Rosanna ...(continue)

    No, Susan non è la protagonista.
    La vergine del Sudario è Teuta.
    Bel nome.
    Vagamente porno?
    Non ne ho idea.
    Però se volete possiamo parlare del film.

    Ah.., Aidan Quinn.
    Epperò il tizio di Madonna era più.
    Madonna era Madonna punto.
    Ebarrama Rosanna Arquette ha un suo perchè.
    Meglio Patricia, però. Almeno credo; poi, eventualmente, chiedo.
    Intanto, balliamoci su.

    http://www.youtube.com/watch?v=52iW3lcpK5M

    Is this helpful?

    Anto. [capelli capelli] said on Jul 22, 2014 | 9 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Senza dubbio, di cose valide, in questo romanzo, ce ne sono: lo stile narrativo si ripete come in Dracula, dove lettere, pagine di diario, articoli di giornale e parti narrate si alternano a sorreggere e sviluppare la trama della storia.
    Da amante d ...(continue)

    Senza dubbio, di cose valide, in questo romanzo, ce ne sono: lo stile narrativo si ripete come in Dracula, dove lettere, pagine di diario, articoli di giornale e parti narrate si alternano a sorreggere e sviluppare la trama della storia.
    Da amante dell'horror quale sono, la storia era iniziata benissimo per me: un giovane ereditiere che va a vivere nel castello delle Montagne Azzurre; una misteriosa fanciulla avvolta in un sudario che vaga nel castello solo di notte...ma poi il seguito non regge il brillante inizio. Per quanto di piacevole lettura, a volte alcune parti sono lente e ripetitive, inutile dire che Dracula, a confronto, è ben altro. Felice comunque di non aver fermato la mia conoscenza di Stoker soltanto al suo capolavoro.

    Is this helpful?

    Chicca said on Apr 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Storia ricca di atmosfera ma forse appesantita dalla cornice.
    All'inizio infatti si parla della famiglia del protagonista che non ha poi così tanta importanza secondo me nella storia. Dopo gli avvenimenti più "gotici" si ha un ulteriore finale troppo ...(continue)

    Storia ricca di atmosfera ma forse appesantita dalla cornice.
    All'inizio infatti si parla della famiglia del protagonista che non ha poi così tanta importanza secondo me nella storia. Dopo gli avvenimenti più "gotici" si ha un ulteriore finale troppo buonista e da un certo punto di vista non indispensabile. E' come mangiare un buon arrosto ma con contorni non troppo azzeccati.
    Forse l'autore ha letto molto Verne prima di scrivere questo romanzo, ha infatti creato un mondo iper tecnologico per l'epoca dove ogni fatto misterioso trova una sua spiegazione logica.

    Is this helpful?

    Leodefrenza said on Aug 12, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Infimo

    L'inizio faceva ben sperare: castello balcanico posto sul mare in una nazione semi-invasa, ed una donna avvolta in un sudario che bussa alle vetrate del castello.
    Purtroppo si ferma qui: trama inesistente, protagonista senza spessore che alla rambo e ...(continue)

    L'inizio faceva ben sperare: castello balcanico posto sul mare in una nazione semi-invasa, ed una donna avvolta in un sudario che bussa alle vetrate del castello.
    Purtroppo si ferma qui: trama inesistente, protagonista senza spessore che alla rambo elimina nemici a go-go e intanto si strugge d'amore per una tizia mai vista e probabilmente morta.
    A tre quarti viene meno anche quel poco di suspense che avvolgeva la "vergine del sudario" ed il libro diventa pietoso.
    Come da titolo : lo definiscono " il capolavoro perduto dell'autore di dracula"...maledetto il giorno in cui lo ritrovarono!!!!

    Is this helpful?

    Proio said on Feb 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    non si può certo dire che sia un brutto libro, anzi, ma non raggiunge i livelli di Dracula

    Is this helpful?

    lavise said on Sep 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una femme fatale per Stoker

    Bram Stoker non ha scritto molto nella sua carriera di narratore, in realtà è conosciuto soprattutto per il "Dracula". Meno nota la restante produzione tra cui degli interessanti racconti brevi e un'altro romanzo, "La Dama del Sudario".

    Quest'opera, ...(continue)

    Bram Stoker non ha scritto molto nella sua carriera di narratore, in realtà è conosciuto soprattutto per il "Dracula". Meno nota la restante produzione tra cui degli interessanti racconti brevi e un'altro romanzo, "La Dama del Sudario".

    Quest'opera, in forma epistolare, ci ripropone la figura della femme fatale, una misteriosa figura che compare alcune notti al protagonista avvolta da un sudario. E il fascino della donna è la forza del romanzo, almeno finché il mistero non verrà progressivamente svelato e il racconto ne paga le conseguenze perdendo molto del suo interesse. Di sicuro non c'è la forza vista in "Dracula" di creare immagini indelebili nel nostro immaginario collettivo come il vampiro, la contrapposizione fra femme fatale e femme fragile, una certa poesia e fascino del male però il gioco della Dama del sudario fino ad un certo punto funziona e irretisce, forse se Stoker l'avesse spinta maggiormente avanti avrebbe forse creato un'altra figura cardine per la letteratura e per l'immaginario novecentesco.

    Is this helpful?

    Fabio Erasmo said on May 31, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book