Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La dama e l'unicorno

By Tracy Chevalier

(2369)

| Softcover | 9788873059363

Like La dama e l'unicorno ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nella Francia del Nord del XV secolo, Jean Le Viste, uno degli uomini più in vista della corte, commissiona al celebre artista parigino Nicolas sei arazzi per il suo castello.
Quando Nicolas si reca al castello di Jean Le Viste, si imbatte nella fig Continue

Nella Francia del Nord del XV secolo, Jean Le Viste, uno degli uomini più in vista della corte, commissiona al celebre artista parigino Nicolas sei arazzi per il suo castello.
Quando Nicolas si reca al castello di Jean Le Viste, si imbatte nella figlia e nella moglie di costui: Claude e Geneviève de Nanterre, che lo colpiscono per la vastità dei loro interessi, per la delicatezza dei modi e l'armonia e la bellezza del loro aspetto.
Nel disegnare l'opera, Nicolas non può fare a meno di trasporvi non soltanto il fascino, ma anche i pensieri più riposti, e a lui soltanto noti, delle due donne.

177 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Penso che dovrò dare un'altra possibilità alla Chevalier, anzi, ne sono sicura perchè le sue trame mi piacciono proprio, ma purtroppo La dama e l'unicorno non mi è piaciuto come speravo.
    Il romanzo è ambientato tra Parigi e Bruxelles e ogni capitol ...(continue)

    Penso che dovrò dare un'altra possibilità alla Chevalier, anzi, ne sono sicura perchè le sue trame mi piacciono proprio, ma purtroppo La dama e l'unicorno non mi è piaciuto come speravo.
    Il romanzo è ambientato tra Parigi e Bruxelles e ogni capitolo è narrato dal punto di vista di un personaggio. Nicolas des Innocents, però, possiamo definirlo il protagonista, il disegnatore degli arazzi, colui che apre e chiude il racconto. Che dire? Un personaggio veramente rozzo e volgare,insopportabile, dipinto come una specie di don giovanni, si rivolge a tutte le donne chiamandole "bellezza" e l'autrice non fa che insistere sul lato sessuale. Voleva colpire con questa cosa qui? Ma per favore. Voleva forse evidenziare l'ignoranza della classe meno colta e agiata? Non direi perchè anche la bella Claude sembra in balia degli ormoni e la Chevalier racconta ben bene i dettagli. Ma non è finita perchè Nicolas riuscirà a sedurre anche la ragazza cieca e ovviamente i particolari non ci verranno risparmiati.

    Non sono di certo una che si scandalizza per così poco, ma già dai primi capitoli ho trovato che l'autrice calcasse un po' troppo la mano su questo aspetto e mi ha dato fastidio, non lo ritenevo necessario. L'enigmaticità e la magia a cui ho assistito guardando dal vivo gli arazzi non la dimenticherò mai e mi è dispiaciuto non riviverla leggendo questo libro.
    Ovviamente non mi aspettavo un capolavoro, avevo già letto pareri non molto positivi, però l'ho cominciato con curiosità e senza troppe pretese, sapendo di andare incontro ad un'opera di fantasia. Solo che fin dall'inizio l'ho trovato davvero imbarazzante. 2 stelline perchè tutta la parte ambientata a Bruxelles l'ho trovata accettabile.

    Is this helpful?

    SimiBunny said on May 5, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    The Lady and the Unicorn

    mi piace molto come questa scrittrice, partendo da fatti storici realmente accaduti, riesce ad ordire una trama scorrevole, coinvolgente e piacevole!
    unica nota: l'epilogo troppo stringato… sembra una lista della spesa :/

    Is this helpful?

    Federica Perossa said on Feb 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le descrizioni degli arazzi sono molto interessanti: par di averli davanti agli occhi.
    Il racconto non mi ha entusiasmata un granché, seppur mi sia piaciuto ascoltare i diversi punti di vista dei protagonisti, dal momento che ad ogni capitolo cambia ...(continue)

    Le descrizioni degli arazzi sono molto interessanti: par di averli davanti agli occhi.
    Il racconto non mi ha entusiasmata un granché, seppur mi sia piaciuto ascoltare i diversi punti di vista dei protagonisti, dal momento che ad ogni capitolo cambiava la voce narrante.
    Tuttavia mediocre la storia, almeno a mio giudizio.

    Is this helpful?

    Ale said on Dec 27, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sì, lo ammetto, ormai non me ne perdo uno dei libri della Chevalier. Cosa vi devo dire, ormai la apprezzo. Questo libro inizia in tono minore e la storia ci sembra ancora più noiosa delle altre (all'inizio lo sono sempre tutte secondo me), ma ormai h ...(continue)

    Sì, lo ammetto, ormai non me ne perdo uno dei libri della Chevalier. Cosa vi devo dire, ormai la apprezzo. Questo libro inizia in tono minore e la storia ci sembra ancora più noiosa delle altre (all'inizio lo sono sempre tutte secondo me), ma ormai ho già capito che devo procedere, sospendere il giudizio e dare credito alle parole che prima o poi intrecceranno una trama interessante con risvolti inaspettati. Così è anche stavolta, e forse anche più di altre. Il protagonista stavolta è un uomo e nel suo procedere si trascina dietro personaggi dotati di parola, ciascuno dice la sua e alla fine, proprio come nell'intreccio dell'arazzo del titolo, la figura si comporrà, piacevole e complessa.

    Is this helpful?

    Somnia said on Oct 29, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho sempre nutrito una particolare ammirazione per gli arazzi: li trovo dei veri e propri capolavori di finezza e maestria. Poter finalmente leggere un romanzo che tratta di queste opere ė stata una piacevole sorpresa. In più se aggiungiamo la maestri ...(continue)

    Ho sempre nutrito una particolare ammirazione per gli arazzi: li trovo dei veri e propri capolavori di finezza e maestria. Poter finalmente leggere un romanzo che tratta di queste opere ė stata una piacevole sorpresa. In più se aggiungiamo la maestria di Tracy Chevalier nel narrare storie del passato, il risultato non può che essere ottimo.

    Is this helpful?

    Kemmy said on Oct 22, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book