Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La dernière larme

By

3.8
(2915)

Language:Français | Number of pages: 232 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) Spanish , Italian , German

Isbn-10: 2742785302 | Isbn-13: 9782742785308 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous La dernière larme ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Mea culpa

    Ho iniziato Benni da un titolo minore. Alcuni passaggi sono divertenti, ma ho l'impressione che non siano nulla rispetto alle sue pagine migliori.

    dit le 

  • 3

    Avrebbe meritato qualcosa in più di 3 stelle ma, dopo aver letto la grammatica di Dio, questi racconti, anche se piacevoli e nel tipico stile di Benni, sembrano molto meno interessanti,
    Piacevole lettura di evasione.

    dit le 

  • 2

    Credo che questo libro possa essere la spiegazione del perché i lettori (o meglio, i lettori italiani), non amano le raccolte di racconti. Stefano Benni è un fuoriclasse, quindi la materia prima certo non gli manca. Ma questa raccolta è piena di difetti. E' fastidiosamente eterogenea, sia nella t ...continuer

    Credo che questo libro possa essere la spiegazione del perché i lettori (o meglio, i lettori italiani), non amano le raccolte di racconti. Stefano Benni è un fuoriclasse, quindi la materia prima certo non gli manca. Ma questa raccolta è piena di difetti. E' fastidiosamente eterogenea, sia nella tipologia di racconti (narrativa, fiabe, noir, guerra, etc.), che nella lunghezza (a volte solo poche righe). Le storie sembrano troppo fini a se stesse, strappano una risata o una riflessione. Ma per questo potrebbero bastare delle buone barzellette.
    Benni sembra più concentrarsi sul colpo di scena finale che su quello che sa fare meglio, ovvero creare personaggi magnifici e giocare con le parole. Quando lo fa, come in "La Vergine del Moscato" o in "Caccia al fagiano" i risultati cambiano.
    Nel complesso, però, mi allontano un po' di più dalle raccolte di racconti.

    dit le 

  • 2

    Non c'è niente da fare, tanto mi piacciono i romanzi di Benni e tanto mi lasciano perplesso i suoi racconti brevi.
    In questo libro sono raccolti una serie di racconti surreali, ambientati per lo più in un clima di guerra o di regime dittatoriale, che scorrono come l'acqua fresca: non troppo ...continuer

    Non c'è niente da fare, tanto mi piacciono i romanzi di Benni e tanto mi lasciano perplesso i suoi racconti brevi.
    In questo libro sono raccolti una serie di racconti surreali, ambientati per lo più in un clima di guerra o di regime dittatoriale, che scorrono come l'acqua fresca: non troppo pesanti ma comunque senza lasciare un grosso segno.
    I due racconti che mi hanno colpito maggiormente sono: "L'uomo puntuale", dove la vita vissuta come "un inferno di solitudini immeritate" porta un uomo troppo puntuale ad un gesto di estrema vendetta; ed "Il re moro", un racconto veloce ma con una comicità surreale che riesce a strappare un sorriso;

    dit le 

  • 2

    mi hanno convinto a prenderlo e alcune storie sono carine, scrive bene, ma proprio non mi piace Benni...riproverò a rileggerlo un giorno magari...

    dit le 

Sorting by