Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La dissoluzione onesta

Scritti su Thomas Pynchon

Di

Editore: Cronopio

3.6
(8)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8885414834 | Isbn-13: 9788885414839 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Genere: Non-fiction

Ti piace La dissoluzione onesta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sono passati quarant'anni dalla pubblicazione di V., il primo romanzo di Thomas Pynchon, e l'opera dello scrittore statunitense si è saldamente situata al centro della contemporaneità come modello di letteratura e di pensiero critico, studiata in tutto il mondo e ammirata da diverse generazioni di lettori. Raccontando la vertigine paranoica e il mistero della tecnologia, la violenza bellica e il miracolo della comprensione tra gli esseri umani, Pynchon ha scandito in trame e personaggi una visione di appassionata moralità e di sfrenata libertà creativa. Con questo libro si vuole offrire un contributo all'apprezzamento dei romanzi come "L'arcobaleno della gravità", "Mason & Dixon", "L'incanto del Lotto 49" e "Vineland", raccogliendo i lavori di studiosi provenienti da aree disciplinari e professionali diverse e proponendo al lettore italiano un percorso attraverso una delle opere più monumentali ed emozionanti dell'ultimo Novecento.
Ordina per
  • 3

    questo é un saggio su Pynchon costituito da diversi sotto-saggi; non tutto ugualmente interessante e illuminante, ma alcuni contributi davvero danno una mano importante a leggere questo autore cosí "difficile" (a mio parere - in alternativa sono io troppo semplice), illudendosi di provare a inizi ...continua

    questo é un saggio su Pynchon costituito da diversi sotto-saggi; non tutto ugualmente interessante e illuminante, ma alcuni contributi davvero danno una mano importante a leggere questo autore cosí "difficile" (a mio parere - in alternativa sono io troppo semplice), illudendosi di provare a iniziare a capirlo al di lá di quello che la pura pagina ci trasmette. insomma: valeva la pena (anche se la lettura é a volte faticosa e sicuramente presuppone conoscenze che non sono sicuro di avere)

    ha scritto il